Renault-Nissan-Mitsubishi Accuse di evasione fiscale, finisce l'era Ghosn: arrestato

Renault-Nissan-Mitsubishi
Accuse di evasione fiscale, finisce l'era Ghosn: arrestato
Chiudi
 

Carlos Ghosn, plenipotenziario dell'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, è stato sottoposto a un provvedimento di custodia cautelare in Giappone. Secondo i media locali, la procura di Tokyo ha trattenuto in stato di arresto il manager per presunta violazione delle normative fiscali e finanziarie del Paese asiatico.

Interrogatorio in Giappone. In particolare, secondo quanto rivelato dalla testata Asahi Shimbun, la procura ha chiesto a Ghosn di presentarsi negli uffici dei pubblici ministeri per un interrogatorio e rispondere così all'accusa di aver nascosto parte dei suoi emolumenti alle autorità tributarie a partire dal 2011 e per cinque anni consecutivi. In pratica, il manager sarebbe sospettato di false dichiarazioni fiscali avendo comunicato all'erario di aver percepito 5 miliardi di yen (circa 39 milioni di euro), invece dei 10 miliardi effettivamente ricevuti dalla Nissan. Dopo l'interrogatorio, come confermato dai vertici della Nissan, Ghosn è stato tratto in arresto. 

L'azienda parte attiva dell'indagine. La Casa giapponese ha diffuso un comunicato con accuse ben circostanziate contro il suo presidente, spiegando di aver condotto negli ultimi mesi, dopo le rivelazioni di una "gola profonda", un'indagine interna per verificare "comportamenti scorretti" che hanno coinvolto Ghosn e il consigliere di amministrazione Greg Kelly. "Dall'inchiesta è emerso che per molti anni sia Ghosn che Kelly hanno indicato, nella documentazione per la Borsa di Tokyo, compensi inferiori all'importo effettivo", spiega la Nissan. "Inoltre, per quanto riguarda Ghosn, sono stati scoperti numerosi e ulteriori atti significativi di cattiva condotta, come l'uso personale non autorizzato dei beni aziendali". Il costruttore ha quindi fornito alla procura giapponese le informazioni emerse durante l'indagine e prestato la massima collaborazione alle autorità inquirenti.

Si punta al licenziamento. Ora i giapponesi intendono "cacciare" il manager protagonista, sotto la regia della Renault, del loro salvataggio alla fine degli anni '90. "Poiché la cattiva condotta scoperta attraverso le nostre indagini interne costituisce palese violazione degli obblighi di diligenza per gli amministratori, l'ad della Nissan, Hiroto Saikawa, proporrà al consiglio di amministrazione di rimuovere prontamente Ghosn dalle sue posizioni come presidente e membro del board". Il cda della Casa di Yokohama si riunirà giovedì 22 novembre per deliberare in merito alla proposta di licenziamento, ha annunciato Saikawa, confermando l'arresto non solo del manager brasiliano ma anche di Kelly. 

Le reazioni in Europa. Le notizie provenienti dal Giappone hanno avuto ovviamente un'eco anche in Europa alla luce dei legami tra la Renault e la Nissan, unite da un accordo di alleanza industriale e da partecipazioni incrociate (i francesi hanno il 43% circa della Nissan e questa il 15% della Renault). Il titolo della Casa della Losanga è arrivato a segnare ribassi di oltre il 13%, prima di chiudere la seduta con un -9,07%. Gli investitori temono soprattutto le ripercussioni sull'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi alla luce del ruolo centrale assunto negli anni dal top manager: "La partnership non sarà influenzata da questo evento, piuttosto lavoreremo a stretto contatto con tutti i partner per contenere ogni possibile confusione", ha garantito Saikawa. Mentre per conto della Francia, principale azionista della Renault con il 15% del capitale, ha parlato il presidente Emmanuel Macron: "Lo Stato, come azionista, sarà estremamente vigile sulla stabilità dell'alleanza e del gruppo". Non dissimili le dichiarazioni del di Bruno Le Maire, che in quanto ministro dell'Economia è il diretto responsabile di tutte le partecipazioni statali transalpine. "La nostra prima preoccupazione è la stabilità della Renault e il consolidamento dell'Alleanza. Come azionisti rappresentati nel consiglio di amministrazione faremo di tutto per garantire la continuità operativa della Renault e la stabilità della sua governance".

A breve i cda della Renault e della Mitsubishi. Anche le altre Case dell'Alleanza hanno reagito alla vicenda. Dalla sede della Losanga è stato diffuso un comunicato per conto dei tre consiglieri indipendenti, i quali hanno espresso l'intenzione di ottenere maggiori informazioni direttamente da Ghosn e promesso di convocare "a breve" il consiglio di amministrazione. La Mitsubishi Motors (controllata dalla Nissan per il 34% del capitale), ha deciso di seguire le orme dei colleghi giapponesi: al consiglio di amministrazione, sarà dunque proposta la rimozione del top manager.  

COMMENTI

  • Nissan è retta dalle vendite in.japan si si...nel 2017 590.000 auto in japan, toyota 1.500.000..., ma ben 1.600.000 in usa. Renault.monomodello clio, facciamo esempio anche solo italia mercato.da segmento B dove clio ha sempre venduto.e ora non ha nemmeno.più la concorrenza di fca... Clio 53.000 auto nel 2017 tutta gamma Renault 133.000 auto...ma si cosa contano 80.000 auto in più:-) Flop dell'alleanza e' infiniti. Che fa solo...150.000 auto anno in usa....quanti vorrebbero fare la metà anche un.terzo di quella cifra... Sempre meglio di vw che è monomodello:-) Si spera che dopo questa lezione ci sia meno ignoranza in giro.
     Leggi risposte
  • bond e leo, a grandi linee, sapreste delineare i punti di forza della gamma renault e dell'alleanza in genere? ha una city car di successo europeo? con quale modello presidia, incontrastata, il segmento c? il suo brand sportivo? non infierisco con l'alto di gamma. renault è prima al mondo grazie alla forza di mercato nei singoli mercati locali (ad esempio: nissan in giappone), sulla falsariga di gm.
  • Per la cronaca, non vorrei passare per megalomane che ripete nei commenti quanto già scritto nell'articolo della redazione, semplicemente quest'ultimo è stato aggiornato successivamente e quando ho scritto i miei primi commenti sulle partecipazioni azionarie e le reazioni politiche, queste informazioni non erano ancora state pubblicate da Quattroruote...
  • Si in effetti GSI ha scritto diverse volte come per lui Renault sia mono_modello (in passato sosteneva però fosse la Dacia a reggere in piedi la baracca) mentre Nissan fosse solo Qashqai, una visione del mondo come minimo curiosa dal momento che la "Ghosn_landia" è arrivata al primo posto mondiale dell'automotive con oltre 10 Mln di pezzi venduti in tutti e 5 i continenti, davanti ad "aziendine" come Toyota e VW. ..... Su una cosa però ha ragione, questa specie di "alleanza" non è stata trasformata in un gruppo unico il che avrebbe consentito un maggiore/migliore controllo centralizzato. ...... Chiamarla però semplicemente alleanza è riduttivo, l'alleanza è quella tra 2 partiti politici molto diversi per governare insieme oppure quella tra più aziende per vincere una gara d'appalto altrimenti troppo grande per una sola, qui invece nell'impresa "Renault/Nissan/Mitsu/Avtovaz" ci sono consistenti scambi azionari tra le varie componenti interne tanto da poter essere funzionalmente considerato un gruppo unico, fusione però mai avvenuta per le diverse origini degli attori in campo e in cui diversi governi hanno voce in capitolo. Certamente questa è la causa delle correnti interne che si combattono per acquisire più potere e/o controllo, le quali sono state il con ogni probabilità il "trigger" scatenante di tutto questo...
  • tra i tanti meriti di questo libanese c'è stato anche quello di essersi posto a capo di un gruppo che tale non è: che squadra di collaboratori ha formato? gente disposta a tradirlo alla prima occasione? gente che paga perché conducano indagini sul suo stesso conto? questa pseudo allenza non ha una effettiva, chiara e stabile proprietà, qualcuno che ci vive dentro da sempre. secondo me esiste, invece, una forte sproporzione tra ruoli e contributi tra i marchi che compongono questo gruppo: c'è chi raccoglie quanto seminato da altri.tutti questo prodotto offerto io non lo vedo: in europa nissan e qashqai, mentre renault è clio
     Leggi risposte
  • É piuttosto affascinante questo fenomeno italiano, a voler difendere ad oltranza truffatori ed evasori fiscali, elogiando tempi e meriti del loro passato, veri e presunti che essi siano. Ghosn non avrebbe mai dovuto lasciare la Francia o chiedere direttamente asilo in Italia, non credo che l'avrebbero respinto a Ventimiglia. E dopo avergli riconosciuto lo status di rifugiato economico e trovandogli un modesto alloggio al Hassler di Roma, gli avrebbero dedicato una piazza o almeno una strada a sei corsie congestionata dal traffico. Che strani sti' giapponesi, che non usano alcuna clemenza verso capitani benemeriti dell'industria e li portano via in manette 🤔
     Leggi risposte
  • La vera notizia è che Ghosn sia riuscito a guadagnare milioni di USD vendendo baracche francesi di scadente qualità.. un grande, un genio. Tutta la mia stima.
  • Mi dispiace per lui che questa faccenda non sia successa in Italia. Se la sarebbe cavata con 10000 euro di multa e lo avrebbe candidato qualche partito alle prossime elezioni. Potremmo comunque promuovere una petizione per concedergli asilo politico nel nostro beneamato Paese.
     Leggi risposte
  • Ormai il mondo dell'automobile assomiglia ad una puntata di Dallas unita alle telenovelas brasiliane e sud americane con effetti drammatici sull'occupazione e la sopravvivenza delle case automobilistiche stesse a partire dal rinomato dieselgate....
  • Annus horrbilis -perdiamo i due migliori in assoluto. Con una differenza: io tuttora non chredo che Marchionne fosse indicato per sviluppi a lungo termine. La sua e' stata una cura con effetti impensabili (il moribondo Fiat si mette in piedi ed acquista il gigante Chrysler), ma il gruppo e' un girante coi piedi d'argilla e qui al Bar Sport lo diamo come "smembrandum". Ghosn e' per me il gigante che ha saputo unire Oriente ed Occidente con un sostanziale successo ed una buona posizione nel campo EVs -che altri colossi non hanno. Un Napoleone che ha navigato a vista fino alla Waterloo odierna. Ne ricordero' sempre i meriti, quando questa vicenda verra' ricordata tra gli avventori del mio rifugio.
     Leggi risposte
  • All'amico Vin Leo: sento anch'io al mio Bar Sport che gatta ci cova. Ricordiamoci due casi interessanti: la spy story in Renault, che fini' in un imbarazzante ammissione fake news, da cui Ghosn riusci' a difendersi, suicidando uno dei suoi tenenti; il caso scandalosissimo della Olympus -intrecci insospettabili e fondi -pare- deviati. C'e' molta, molta politica attorno a RenaultNissanMitsubishi -con due Governi coinvolti. Ed il CEO e CFO avrebbero fatto un piano pensando che gli auditors non avrebbero mai scoperto la cosa? Mah...
     Leggi risposte
  • Al solito il sito fa le bizze, vedo che sotto i commenti non vengono visualizzate le repliche oltre la prima, dunque chi le ha scritte dovrebbe ri_postarle come nuovo commento su in alto, se desidera siano lette da tutti. .... Sito "nuovo", problemi vecchi....
     Leggi risposte
  • Dando per scontato che lo ritengo innocente sino alla condanna di ultimo grado,tutte queste persone,industriali ecc che continuano ad accumulare ricchezze in modo lecito e talvolta illecito,credono di conquistare l'immortalità?Agnelli e Marchionne sono morti come capiterà a tutti noi se avremmo la medesima malattia magari,saranno stati curati e seguiti h 24 da medici e infermieri pagati da loro ma l'esito finale non è cambiato purtroppo per loro.Facendo un discorso generale possibile,che non ci siano persone in grado di svolgere i medesimi incarichi con compensi nettamente inferiori?Lessi su di un libro della FIAT che Vittorio Valletta a capo della FIAT sino al 1966,aveva un compenso 35 volte più elevato di un suo operaio.Fate voi il conto con questi parametri,che compenso dovrebbe percepire uno oggi a capo di una azienda automobilistica o in altri campi che opera a livello nazionale o mondiale.Eppure con Valletta sono uscite auto che hanno fatto la storia della FIAT come 500-600-124-125 e la Autobianchi Primula che è stato il banco di prova per la prima trazione anteriore FIAT:la 128 a cui si è ispirata la Golf.
     Leggi risposte
  • Che delusione se fosse cosi...un'altra, peraltro, dopo Marchionne...mah non si sa piu a che Santo votarsi dopo Ghidella.
  • Alcuni quotidiani francesi riportano che secondo l'accusa la presunta evasione sarebbe iniziata nel 2011 e la somma interessata sarebbe vicina ai 40 Mln di euro. Leggo pure che le perplessità sono diffuse e che apparentemente sembra più una mossa politica. ....... Attendiamo sviluppi ma nel frattempo i titoli in borsa cadono, e come al solito in questi casi, più di qualcuno guadagna....
  • Dato per scontato che sarà defenestrato da Renault, mi piacerebbe vederlo in azione al timone del relitto italo-americano, o meglio americano-italianoinCIG. Mi piacerebbe vedere un genio (uno che se ne intende di auto) come lui cosa farebbe. E se chiudesse stabilimenti e licenziasse operai (come aveva fatto dove lavorava prima), cosa direbbero i suoi numerosi fans. Sogno proibito.
     Leggi risposte
  • da come si legge , sembra abbia molto/troppo oppositori interni. appena uscita la notizia subito sono arrivate informazioni in merito alla sua cacciata da Nissan ed altri...troppa velocita' e' sospetta. nemmeno una difesa di ufficio per quello che e', perlomeno per ora, ancora il suo presidente
     Leggi risposte
  • Carlos Ghosn ha avuto il merito di salvare Nissan, di rianimare Renault, inventarsi il low cost con Dacia e raccattare quel che restava di Mitsubishi ma forse avrebbe fatto meglio ad evitare l'ultimo mandato che l'avrebbe lasciato al timone del Gruppo fino al 2022. Forse la sua scelta di non abdicare avrà scatenato gelosie ed invidie però dubito che uno dei manager più stimati ed influenti del panorama automotive mondiale, si metta a taroccare le dichiarazioni sui suoi guadagni che presumo siano di livello assoluto. Il CEO del primo gruppo automobilistico mondiale avrà compensi e bonus da capogiro che dovrebbero esser abbastanza congrui da non indurre in tentazione.
  • Troppa fama e successo scatenano sempre tanti oppositori che cercano l'appiglio necessario per agganciare la leva che serve a ribaltare il tutto. ...... Ciò premesso se verrà dimostrato che ha evaso il fisco giappo è giusto ne paghi le conseguenze, anche se, in questo caso oltre alle grandi ed indiscusse capacità manageriali, dimostrerebbe poca "scaltrezza" (diciamo così) perchè altri prima di lui hanno sapientemente saputo spostare le residenze, fisiche, fiscali e domicili vari dove certi "magheggi" sono legali o cmq difficili da dimostrare...
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca