Industria e Finanza

Gruppo FCA
Investimenti per 4,5 miliardi di dollari in Michigan

Gruppo FCA
Investimenti per 4,5 miliardi di dollari in Michigan
Chiudi

Il gruppo FCA ha in programma di investire 4,5 miliardi di dollari (circa 4 miliardi di euro) in cinque dei suoi stabilimenti in Michigan. Le risorse stanziate consentiranno di creare quasi 6.500 nuovi posti di lavoro e di aumentare la capacità produttiva per soddisfare, innanzitutto, la crescente domanda di veicoli a marchio Jeep e Ram

Un processo avviato nel 2016. Con i nuovi investimenti, il gruppo compie nuovi passi nel processo avviato nel 2016 per riallineare l'offerta a una domanda sempre più concentrata in Nord America su pick-up e Suv. In tal senso, rientra la decisione di fermare la produzione di berline e ristrutturare alcuni impianti in Illinois, Ohio e Michigan per espandere la gamma Jeep con i nuovi Wrangler e Gladiator e Ram con il nuovo 1500. “Tre anni fa, FCA ha intrapreso un cammino mirato alla crescita della redditività, facendo leva sulla forza dei marchi Jeep e Ram attraverso il riallineamento della nostra capacità produttiva negli Stati Uniti”, ha commentato il ceo Mike Manley. “L'annuncio di oggi rappresenta la fase successiva di questa strategia. Consente alla Jeep di entrare in due segmenti di mercato ad alto margine in cui attualmente non è presente oltre a permettere la produzione di nuovi prodotti Jeep elettrificati, tra cui almeno quattro veicoli ibridi plug-in e la flessibilità di produrre veicoli full battery electric”. 

Un nuovo impianto a Detroit. Il gruppo investirà ora 1,6 miliardi di dollari per convertire i due impianti del complesso Mack Avenue Engine in una fabbrica per la produzione della nuova Jeep Grand Cherokee, di una nuova Suv full-size a tre file del marchio Jeep e di modelli ibridi plug-in. La conversione creerà 3.850 posti di lavoro, mentre i lavori di costruzione inizieranno entro la fine di giugno, con la produzione dei primi veicoli a tre file entro la fine del 2020 e quella della nuova Grand Cherokee nel primo semestre del 2021. Ulteriori 1.100 posti sono previsti nello stabilimento di Jefferson North, grazie a investimenti da 900 milioni di dollari per ristrutturare l’impianto in vista della produzione del Dodge Durango e della nuova Jeep Grand Cherokee. Mack sarà il primo stabilimento d'assemblaggio a essere costruito a Detroit negli ultimi tre decenni dopo l'inaugurazione di Jefferson North nel 1991. 

I Pentastar trasferiti a Dundee. I motori Pentastar da 3.6, 3.2 e 3 litri prodotti nello stabilimento Mack I fino al prossimo settembre saranno trasferiti nella fabbrica Dundee Engine con un investimento di 119 milioni di dollari. Salgono, invece, a 1,5 miliardi le risorse impegnate nell'impianto Warren Truck e a 1.400 i posti di lavoro creati per la produzione a partire dal 2021 dei nuovi Jeep Wagoneer e Grand Wagoneer, insieme ai relativi modelli elettrificati e al fianco del Ram 1500 Classic. A supporto dell’aumento produttivo, l'impianto Warren Stamping, a Warren, riceverà investimenti per 245 milioni di dollari mentre per il sito Sterling Stamping di Sterling Heights saranno stanziati 160 milioni di dollari con la creazione di 80 posti di lavoro. 

Risorse già previste nel piano industriale. I progetti, comunque subordinati, tra l’altro, alla negoziazione degli incentivi allo sviluppo con le città di Detroit, Sterling Heights, Warren, Dundee e con lo Stato del Michigan, rientrano nel piano di investimenti presentato dal gruppo a Balocco il primo giugno scorso e portano a quasi 14,5 miliardi le risorse stanziate negli stabilimenti statunitensi a partite dal 2009, anno dell'uscita della Chrysler dall'amministrazione controllata e dell'accordo di alleanza con la Fiat. Da allora, sono stati quasi 30 mila i posti di lavoro creati solo negli Stati Uniti.

COMMENTI

  • ... "... i progetti, comunque subordinati, tra l’altro, alla negoziazione degli incentivi allo sviluppo con le città di Detroit, Sterling Heights, Warren, Dundee e con lo Stato del Michigan ....." ..... Ecco la frasetta magica ben nota in questo gruppo industriale, ergo, senza soldi pubblici delle municipalità e degli stati federali interessati, tutto questo fomento annunciato non è confermato .....
     Leggi le risposte
  • eh per rilanciare i marchi italiani non so se servirebbero altrettanti soldi.
  • I soldi per l'Italia li hanno dirottati in America. Certo che l'ecotassa e' arrivata al momento giusto. Quanto siamo sfortunati in Italia.
     Leggi le risposte
  • Azienda italiana ? Ci succhiano soldi in cambio di avanzi di lavoro.