Industria e Finanza

FCA-Renault
Dal governo italiano nuove aperture

FCA-Renault
Dal governo italiano nuove aperture
Chiudi

Dal governo italiano arrivano le prime aperture a possibili investimenti nel capitale del gruppo FCA in risposta alle condizioni dettate dall'esecutivo francese per il via libera alla fusione con la Renault. A parlare di una possibilità del genere è stato Michele Geraci, esponente della Lega e sottosegretario allo Sviluppo Economico, nel corso di un'intervista concessa a Bloomberg Tv a poche ore dall’avvio della seconda riunione del consiglio di amministrazione della Renault sulla proposta avanzata dagli italo-americani.

Nessun acquisto di quote nel breve. "Il governo non deve comprare una quota della Fiat Chrysler nel breve periodo", ha precisato il sottosegretario. "L'azienda è naturalmente libera di agire nell'interesse dei suoi azionisti e come governo ci assicuriamo che ci sia un impatto positivo sull'incremento della produzione e sulla creazione di lavoro. L'azienda fa l'interesse degli azionisti, mentre il governo si occupa dell'impatto a livello macro, il suo ruolo è quello di monitorare l'impatto sulla produzione e sull'occupazione". Ad ogni modo, ha aggiunto Geraci, "il nostro governo è aperto a investire, se questo avrà un impatto positivo in termini di crescita economica e occupazionale per il Paese e i cittadini italiani”.

In contatto con i vertici. Geraci ha quindi replicato alle numerose critiche, provenienti soprattutto dall'opposizione e dai sindacati, su una sostanziale inerzia dell'esecutivo nell'affrontare la vicenda della fusione, quantomeno rispetto a quanto fatto dalla Francia che, in forza della partecipazione del 15% detenuto nel capitale della Renault, ha dettato precise condizioni per il via libera all'operazione. "Siamo in contatto, ma FCA è una società privata e la decisione spetta agli azionisti dell'azienda", ha sostenuto il sottosegretario, esprimendo, poi, commenti positivi sulle conseguenze industriali della fusione, a partire da una possibile accelerazione nello sviluppo di auto elettriche da parte della Fiat Chrysler, con i relativi benefici per l'industria automobilistica italiana. Un analogo avvertimento era stato, comunque, lanciato pochi giorni fa dal vice premier Matteo Salvini, parlando di un governo pronto a sostenere la fusione, a patto che rappresenti un vantaggio per le aziende e l’occupazione italiana: "Il sostegno ovviamente c’è se c’è vantaggio anche per l’impresa italiana, le fabbriche italiane e i lavoratori italiani, al di là della sede", ha affermato Salvini durante un evento a Vicenza, mentre pochi giorni prima, subito dopo l’esito delle elezioni europee, aveva anche indicato possibili ingressi nel capitale: "Se fosse richiesta la presenza istituzionale italiana sarebbe doveroso esserci perché quello dell’auto è un comparto importante". 

Il continuo pressing di Le Maire. Intanto, in Francia Bruno Le Maire, ministro dell'Economia, è sempre pronto a lanciare avvertimenti alla FCA e alla Renault. Da giorni il politico francese esprime il punto di vista del governo transalpino nel tentativo di ottenere le concessioni necessarie per il via libera all'operazione. Anche oggi non è stato da meno. "Lo Stato sta guardando con fermezza agli interessi industriali della Renault e agli interessi industriali della Francia. Vogliamo fare questa fusione, ma non la faremo a a ogni costo", ha precisato il ministro in una delle tante interviste concesse oggi. "Questa fusione è, come ho sempre detto, un'opportunità, perché può consolidare il panorama automobilistico mondiale e creare un campione europeo globale, liberando lo spazio di manovra necessario per sostenere veicoli elettrici e veicoli autonomi, ma ci sono delle condizioni, e queste condizioni sono state fissate sin dall'inizio". Innanzitutto "servono garanzie sui siti industriali. Io mi metto al posto dei dipendenti che si chiederanno: 'Qual è il nostro futuro?'. Il mio ruolo, come azionista di riferimento, è garantire a questi dipendenti e ai francesi che i siti industriali verranno tutelati". Le Maire ha anche rimarcato la necessità della presenza di una sede operativa in Francia e della rappresentanza dello Stato francese nel consiglio di amministrazione della società frutto della fusione e quindi ha rivolto un invito alle due società: "Prendetevi il tempo per fare le cose bene. Si tratta di un'operazione importante, che mira a creare un campione mondiale dell'automobile. Non c'è nessuna fretta". 

COMMENTI

  • ore 01:17: pericolo scampato.
  • Geraci e la lega, complimenti alla faccia di "prima gli italiani" sarebbe l'ora che si metta una volta per tutto alla FIAT è allucinante vedere come la Francia tuteli i suoi interessi e noi zero! Chiaramente questa è una bellissima eredità dovuta al fatto che lo stato non si è mai preso le quote del gruppo nonostante il fiume di soldi versato dal dopoguerra ad ora.
  • Lo stato francese ha quote in PSA e Renault da anni e questo ha garantito il mantenimento dei livelli occupazionali e la non delocalizzazione selvaggia...forse lo stato sarebbe potuto entrare in Fiat anni fa...spero solo che gli stabilimenti italiani possano cogliere questa opportunità tornando a produrre a piena capacità dando lavoro direttamente e con l'indotto a migliaia di operai. Basti pensare a quello che era Mirafiori qualche anno fa ( il più grande stabilimento d'europa) e a quello che è oggi...
  • ecco bravi... chiacchiere ma meno male, non intervenite, state lontani dall'unica vera grande industria rimasta in Italia che è meglio così, in primis per chi ci lavora
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.