Industria e Finanza

FCA-Renault
Allo studio la possibilità di riprendere le trattative per la fusione

FCA-Renault
Allo studio la possibilità di riprendere le trattative per la fusione
Chiudi

Il gruppo FCA e la Renault stanno valutando come riaprire il tavolo dei negoziati sulla proposta di fusione saltata la scorsa settimana e come ottenere il sostegno della Nissan. L'indiscrezione è stata lanciata dalla Reuters, ma sono molte le ricostruzioni della stampa internazionale emerse nelle ultime ore su un quadro dei rapporti in grande evoluzione tra tutte le parti in causa.

Le richieste della Nissan. Per capire la situazione bisogna fare un passo indietro e ricostruire quanto avvenuto nelle ultime due settimane. Il progetto di aggregazione non includeva inizialmente la Nissan e la sua controllata Mitsubishi, ma il gruppo FCA auspicava un loro coinvolgimento con l'obiettivo di creare il maggior costruttore al mondo. I giapponesi, però, hanno espresso dubbi sin dall'inizio e, nonostante le rassicurazioni ricevute, hanno anche lanciato chiari segnali di avvertimento sulle conseguenze della fusione tra le due Case. Nel mentre la Francia, maggiore azionista della Renault, ha dettato le sue condizioni, tra cui il rispetto dell'Alleanza franco-nipponica. Alla fine i francesi non sono riusciti a prendere una decisione a causa del tergiversare proprio dello Stato, che ha chiesto un rinvio del voto in Cda e quindi più tempo per ottenere un via libera convinto e totale della Nissan. Non a caso, tutte le colpe del fallimento del matrimonio del secolo sono state addossate alla Francia con la Fiat Chrysler a giustificare il ritiro dell'offerta per l'assenza nelle necessarie condizioni politiche e la Renault a definire "incomprensibile" la posizione tenuta dai rappresentanti governativi. Parigi ha sottolineato la necessità di preservare l'Alleanza prima di procedere con l'operazione di consolidamento e il ministro dell'Economia, Bruno Le Maire, ha anche lanciato un segnale di distensione annunciando la possibilità di ridurre l'attuale partecipazione pubblica del 15% detenuta nel capitale della Renault. Ai giapponesi non sembra, però, sufficiente visto che, secondo la Reuters, i dirigenti della Nissan sarebbero pronti a sollecitare i francesi a ridurre in maniera significativa la quota del 43,4% in mani francesi in cambio del sostegno a un accordo con la FCA. 

Iniziativa concertata o solo di una parte? Al momento, non è chiaro chi abbia preso l'iniziativa di cercare di riavviare i colloqui anche perché finora il gruppo italo-americano non ha reagito alle dichiarazioni di alcuni membri del governo transalpino sulla possibile ripresa delle trattative. Tuttavia, secondo l'agenzia di stampa, i presidenti delle due società, John Elkann per FCA e Jean-Dominique Senard per la Renault, non avrebbero interrotto i contatti e anzi avrebbero parlato di un rilancio della proposta. Inoltre uno dei consulenti di primo piano del capostipite della famiglia Agnelli, Toby Myerson della Longsight Strategic Advisors, è previsto incontri gli alti dirigenti della Nissan per "colloqui esplorativi".

Alta tensione tra francesi e giapponesi. Le indiscrezioni della Reuters arrivano in un momento in cui i rapporti tra francesi e giapponesi, invece di rasserenarsi come auspicato da Le Maire, mostrano segnali di forti crepe. Già da anni il clima non è dei più sereni e idilliaci anche a causa della riluttanza della Nissan ad accettare l'eccessiva influenza della Renault e quindi della Francia. Le iniziative del governo transalpino, come la decisione di qualche anno fa di aumentare la partecipazione nella Casa della Losanga per raddoppiare i propri diritti di voto, hanno spesso rappresentato fonti di attrito mentre il desiderio di Carlos Ghosn, plenipotenziario e architetto dell'intera struttura dell'Alleanza, di procedere con una fusione vera e propria hanno creato frequenti malumori sfociati nell'indagine interna che ha portato alla carcerazione del manager franco-brasiliano e al suo successivo licenziamento. Ora il clima pare sempre più infuocato. Dopo l'arresto di Ghosn il consiglio di amministrazione della Casa di Yokohama ha istituito una commissione speciale per varare una serie di riforme alla governance. Ed è su questo punto che sono emersi nuovi attriti. 

La minaccia di Senard. Alla fine di giugno è in calendario un'assemblea degli azionisti della Nissan con all'ordine del giorno la discussione e l'eventuale delibera su alcune proposte già approvate dal consiglio di amministrazione. Le modifiche allo statuto sociale sono volte a separare le funzioni di vigilanza da quelle esecutive e prevedono, tra le altre cose, la creazione di nuovi comitati interni per le nomine, le retribuzioni e i controlli e l'aumento dei consiglieri da otto a undici, di cui sette indipendenti. Tuttavia, la Renault ha comunicato la sua intenzione di astenersi dal voto assembleare. L'astensione, comunicata in una lettera di Senard all'amministratore delegato della Nissan, Hiroto Saikawa, farebbe saltare il quorum dei due terzi del capitale presente in assemblea necessario per l'approvazione. L'iniziativa francese, ufficiosamente bollata a Yokohama come "oltraggiosa e irresponsabile", sarebbe stata giustificata dalla paura della Renault di perdere influenza sulla Nissan per colpa dell'istituzione di tre comitati dove avrebbe ottenuto poca rappresentanza e quindi poco potere decisionale. Inoltre i giapponesi sarebbero stati accusati di non aver tenuto conto dei suggerimenti dei francesi. Probabilmente Senard punta a spingere i giapponesi a intavolare serie trattative prima dell'assemblea del 25 giugno, ma intanto dal Giappone è arrivata una replica piccata.

"Deplorevole atteggiamento della Renault". In un comunicato la Nissan ha, infatti, sottolineato come le raccomandazioni della commissione speciale, frutto di un "ampia riflessione", siano state discusse in mondo approfondito e approvate all'unanimità dai consiglieri di amministrazione, compresi quindi i rappresentanti della Renault. "La Nissan ritiene che la nuova posizione della Renault su questo argomento sia deplorevole perché è in contrasto con gli sforzi della società per migliorare il proprio governo societario.

Parigi ceda la sua quota. Lo scenario di alta tensione è rafforzato da ulteriori particolari di non poco conto. Il segnale di distensione lanciato da Le Maire con la possibilità di una riduzione della quota della Francia nella Renault pur di rafforzare l'Alleanza non sembra sia stato accolto con favore a Yokohama. Al contrario, i giapponesi addossano al governo transalpino le colpe dell'attuale clima infuocato e pertanto avrebbero chiesto a Parigi di uscire completamente dal capitale della Régie.

COMMENTI

  • Sembra che da Torino e partito Scamorza Notturna con un piatto di Bagna Cauda e uno di Gianduiotti per addolcire il capo di Renault. ps sembra che i Gianduiotti sono quelli rifiutati dalla Barra di GM
  • Se lo stato francese dovesse uscire da Renault per favorire la fusione con FCA, je potrebbe diventare l’erede del maglionato. Sarebbe un colpo gobbo da libri di storia industriale.
  • I francesi avevano chiesto bel altro che preservare l'alleanza con Nissan (che a FCA avrebbe fatto comodo), per esempio il diritto di voto in CdA per la quota di Stato e la sede a Parigi, oltre all'AD Senard che aveva proposto Elkann. Come sempre accade, quando i cugini d'oltralpe hanno a che fare con gli italiani, vogliono il posto di comando. Secondo me la fusione avrebbe senso per tutti i partner solo se ci fosse il totale coinvolgimento di Nissan, meglio se con quote paritetiche, senza nessuna partecipazione dello Stato francese.
  • Discussioni da Telenovela, mentre in Italia cala la produzione industriale, settore auto: -17,1% ad aprile ... https://m.huffingtonpost.it/entry/cala-ancora-la-produzione-industriale-a-picco-il-settore-auto_it_5cfe0f4be4b02ee34779a86a?qqp&utm_hp_ref=it-homepage
  • Neverending story, Murgida sta facendo gli straordinari ultimamente, 2/3 articoli al giorno. .......... Cmq come nel mio piccolo avevo ipotizzato fin da subito, il ritiro dell'offerta da parte FCA potrebbe essere solo una mossa strategica per costringere il galletto ad abbassare la cresta ed accettare quindi un accordo realmente alla pari, con la sede in campo neutro e niente CDA per il governo transalpino (con quella "famiglia" che dopo i dividendi straordinari derivati della vendita di MM, si "papperebbe" pure il surplus attuale di FCA su Renault per far arrivare alla pari le 2 aziende). ....... Quanto alla diatriba Renault/Nissan, i giappi legalmente non hanno i numeri per dettare le condizioni, ma qualche altro dirigente francese potrebbe finire in gattabuia per cercare di "oliare l'ingranaggio"......
     Leggi risposte
  • Se Renault perde il controllo di Nissan (e i giapponesi paiono molto determinati a liberarsi) mi sa che Renault non se la fila più nessuno.
  • NO , a meno che non sia alle condizioni fiat : 67% di azione e del controllo alla fiat ... così, tanto per mettere in chiaro chi comanda. I francesi non hanno voluto un rapporto paritetico ? benissimo, allora si accomidino ... nello sgabuzzino (ovviamente possibilità che ciò accada pari a ZERO , chissà magari è la volta buona per un FCA-GM che sarebbe pazzesco)
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca