Industria e Finanza

Gruppo PSA
In vista un profondo riassetto delle attività in Cina

Gruppo PSA
In vista un profondo riassetto delle attività in Cina
Chiudi

Il gruppo PSA è pronto a varare una profonda riorganizzazione delle sue attività in Cina. In particolare, secondo alcuni documenti raccolti dalla Reuters, il costruttore francese e il partner locale Dongfeng Motor avrebbero raggiunto un mese fa un accordo per tagliare migliaia di posti di lavoro e chiudere due dei quattro impianti produttivi gestiti in joint venture.

Serve una svolta. Il riassetto rappresenta l'ultimo tentativo per i francesi di rimettere in carreggiata attività afflitte da perdite e da un costante calo dei volumi nonostante gli ingenti sforzi per aumentare la penetrazione in un mercato un tempo estremamente promettente. Non a caso nel primo semestre le vendite del gruppo transalpino nell'area composta dalla Cina e dal Sud-Est asiatico sono calate di oltre il 60%, un deciso crollo rispetto a un mercato comunque in fase di progressivo deterioramento. Per la domanda automobilistica cinese luglio è stato il 13esimo mese consecutivo di vendite con il segno meno: il calo mensile è del 4,3% mentre il consuntivo gennaio-luglio risulta in contrazione dell'11,4%. 

I numeri del riassetto. Ora, per frenare le conseguenze di una situazione in deterioramento, la joint venture Dongfeng Peugeot Citroën Automobiles (Dpca) avrebbe intenzione di ridurre la sua forza lavoro dagli attuali 8.000 dipendenti a 5.000 entro la fine del 2019 e quindi a 4.000 entro il 2022. Il taglio del personale sarà determinato dalla chiusura dell'impianto di assemblaggio Wuhan 1, destinato a essere riconvertito in un sito commerciale grazie a una partnership con il governo locale, e dalla vendita dello stabilimento Wuhan 2, tra l'altro non operativo. Tutti i macchinari e le attrezzature saranno trasferiti all'interno del complesso Wuhan 3. È anche prevista revisione della gamma d'offerta con la cancellazione dei modelli meno popolari e un maggior focus su modelli redditizi sulla falsariga di quanto avvenuto in Europa con il piano di turnaround messo in atto dall'amministratore delegato Carlos Tavares sin dal suo insediamento nel 2014.   

La minaccia del ritiro. Una ristrutturazione del genere dovrebbe porre le basi per evitare che il gruppo transalpino proceda con un ritiro dal mercato cinese già paventato nelle discussioni con i partner cinesi. Secondo la Reuters, infatti, Tavares avrebbe indicato la possibilità di abbandonare la joint venture avviata con Dongfeng 27 anni fa oppure di lasciare del tutto il mercato cinese. Del resto che la situazione sia seria ormai da anni è dimostrato dalla decisione presa dai francesi di svalutare la partecipazione nella Dongfeng Peugeot Citroën Automobiles di ben 400 milioni di euro per tener conto del costante calo delle vendite. Le difficoltà sono, tra l'altro, accentuate da rapporti non certo idilliaci tra i due partner al punto che i dirigenti del gruppo francese hanno spesso sollevato dubbi e critiche per la gestione della Dpca. Ciononostante sembra che a Parigi e dintorni vogliano fare un ultimo tentativo per rilanciare la propria presenza in Cina. "Stiamo lavorando con i nostri partner per migliorare le prestazioni complessive delle nostre attività in Cina in tutte le loro dimensioni", ha affermato un portavoce. "Non ci arrendiamo. Stiamo ancora perseguendo il nostro piano d'azione per ridurre i costi fissi". 

Le mosse dei cinesi. Dal canto loro i cinesi si stanno adoperando per trovare delle soluzioni, in particolare per il difficile processo di ricerca di un acquirente per il sito Wuhan 2. I dirigenti della Dongfeng hanno, per esempio, provato a convincere altri loro partner produttivi, come la Honda o la Nissan, a rilevare uno degli impianti della Dpca senza però alcun successo. In tale contesto non vanno dimenticate ulteriori indiscrezioni che confermano quanto i rapporti tra francesi e cinesi siano destinati a mutare nel tempo. Pochi giorni fa sono emerse voci sull'intenzione della Dongfeng di valutare tutte le opzioni, tra cui anche la vendita integrale, per la quota del 12,2% detenuta nel capitale del gruppo PSA. La partecipazione ha un valore di oltre due miliardi di euro e i cinesi avrebbero intenzione di cederla nel quadro di una più ampia revisione delle loro attività che potrebbe spingerli a privilegiare joint venture più remunerative come quelle con la Honda e la Nissan.

COMMENTI

  • La vita è fatta a scale c’è chi scende e c’è chi la sale. 😘 Volkswagen, the largest car brand in China, bucked the market downturn for a second month in a row, with July sales rising 2 percent to 228,000. The gains came mainly as a result of its SUV offensive, the brand said. The VW brand has introduced five new locally built crossovers in China since last year: The Teramont, T-Roc, Tayron, Tharu and T-Cross. Along with the Tiguan and Touareg introduced earlier, crossovers and SUVs generated 29 percent of its sales in July, up from 14 percent a year earlier, VW brand said. The Lavida and the upgraded Passat, two sedans produced specifically for China, also helped lift July deliveries, the brand noted, without revealing volumes for either model. In the first seven months, the VW brand’s China sales totaled 1.7 million, a dip of 2.9 percent from the same period last year. The VW brand is poised to shore up sales the rest of this year with the launch of the first product under its entry-level Jetta subbrand in the third quarter. The vehicle, the Jetta VS5 compact crossover, will have a starting price of 89,800 yuan ($12,792). It will be assembled at FAW-Volkswagen’s plant in the southwest China city of Chengdu. FAW-VW is VW Group’s joint venture with China FAW Group Corp.
     Leggi risposte
  • Okay le vendite in Cina sono al ribasso ed alcune case sono in caduta libera, tipo PSA - 60%, Jeep - 50% al pari della Land Rover, Ford ed altri ... ma non a tutti va male: Toyota + 11%, Mercedes + 12% e BMW + 30% !! ... chissà, forse bisogna giusto proporre delle vetture che piacciono alla clientela ?? è giusto un' idea ...
     Leggi risposte
  • Avevo visto giusto nei giorni scorsi: i cinesi vogliono uscire dall’azionariato PSA per criticità del mercato.
     Leggi risposte
  • Sta a vedere che Marchionne c'aveva azzeccato, suo malgrado, a non impegnarsi più di tanto nel mercato cinese ?
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21884/poster_004.jpg Peugeot 2008: vuole fare la grande http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/peugeot-2008-vuole-fare-la-grande Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21878/poster_005.jpg Diario di bordo: Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 Shine - Day 5 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citroen-c3-aircross-bluehdi-120-shine-day-5 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21864/508 thumb.jpg Peugeot 508 SW: pronta a sfidare le tedesche http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/peugeot-508-sw-pronta-a-sfidare-le-tedesche Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21815/poster_004.jpg Diario di bordo: Peugeot 3008 1.6 Puretech 180 - Day 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/ddb-peugeot-3008-sciarra-day-2-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21809/poster_006.jpg Diario di bordo: Peugeot 3008 1.6 Puretech 180 - Day 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/ddb-peugeot-3008-roberto-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21404/WhatsApp Image 2019-03-05 at 18.56.24.jpeg Nuova Peugeot 208, GT Line ed elettrica. Tutti i dettagli http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/nuova-peugeot-208-gt-line-ed-elettrica Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21237/poster_007.jpg Diario di bordo: le ultime 5 cose da sapere sulla Peugeot Rifter (Day 5) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-le-ultime-5-cosa-da-sapere-della-peugeot-rifter-day-5- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21234/poster_004.jpg Diario di bordo: in fuoristrada con la Peugeot Rifter (Day 4) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-in-fuoristrada-con-la-peugeot-rifter-day-4- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21220/poster_007.jpg Diario di bordo: a fare la spesa con la Peugeot Rifter (day 3) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-a-fare-la-spesa-con-la-peugeot-rifter-day-3- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21216/_DSC0176.jpg Diario di Bordo: scopriamo la nuova Peugeot Rifter BlueHDi 130 GT Line (Day 1) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-scopriamo-la-nuova-peugeot-rifter-day-1- Prove

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.