Industria e Finanza

Volkswagen
Joint venture con Northvolt per la produzione delle batterie

Volkswagen
Joint venture con Northvolt per la produzione delle batterie
Chiudi

La Volkswagen ha avviato la collaborazione con la Northvolt per la produzione di batterie agli ioni di litio costituendo una joint venture paritetica. La nuova società nasce nel quadro dell'intesa sottoscritta a giugno che ha stabilito l'ingresso dei tedeschi nel capitale dell'azienda svedese con una quota del 20% e specifici contratti per la realizzazione di una nuova fabbrica per accumulatori in Germania.

Impianto a Salzgitter. Lo stabilimento sarà realizzato a Salzgitter, nella Bassa Sassonia, con i lavori di costruzione che partiranno l'anno prossimo e saranno finanziati con parte dei 900 milioni di euro concordati a giugno come esborso a carico della Volkswagen per la firma dell’accordo di investimento. La produzione, il cui avvio è previsto tra la fine del 2023 e l'inizio del 2024, avrà inizialmente una capacità annuale di 16 GWh. 

Gli obiettivi della Volkswagen. La nuova fabbrica avrà il compito di fornire alla Volkswagen parte delle batterie necessarie per la sua strategia di elettrificazione della gamma. Il gruppo tedesco, che tra l'altro ha firmato accordi di fornitura con altri produttori di accumulatori (come la cinese Catl, le coreane LG Chem e Samsung) e ha partecipato con la BMW a una raccolta fondi per un’ulteriore fabbrica della Northvolt in Svezia, ha bisogno dal 2025 di dispositivi di stoccaggio per oltre 150 GWh l'anno per la produzione in Europa delle nuove vetture a zero emissioni (un'analogo livello di domanda è prevista anche in Asia). La strategia per l'elettrificazione lanciata dalla Casa di Wolfsburg e da tutti gli altri marchi controllati (Audi, Skoda, Seat, Porsch, etc) prevede il lancio di 70 nuovi modelli elettrici nei prossimi dieci anni e la produzione di almeno 22 milioni di veicoli sulle varie piattaforme dedicate.  

COMMENTI

  • E vabbè. 😘
     Leggi le risposte