Industria e Finanza

Automotive
Aperto al Mise il tavolo sulla crisi di settore

Automotive
Aperto al Mise il tavolo sulla crisi di settore
Chiudi

Prima riunione per il tavolo aperto al Ministero dello Sviluppo Economico sulla crisi del settore automobilistico. L'iniziativa ha visto la partecipazione di diverse delegazioni in rappresentanza delle associazioni di categoria, dei lavoratori e delle aziende legate a un comparto che genera il 6% circa del Pil italiano e impiega oltre 250 mila lavoratori solo nelle attività prettamente industriali, arrivando fino a 1,2 milioni con tutte le attività collegate. 

L'obiettivo del tavolo. Il tavolo è stato convocato dal ministro Stefano Patuanelli, anche in seguito alle frequenti e numerose richieste arrivate dal mondo delle quattro ruote, con l'obiettivo di avviare un confronto sull'andamento del settore e di individuare gli strumenti necessari per affrontare l'attuale crisi e la sua causa principale: la rivoluzione tecnologica determinata dalla mobilità elettrica. L'incontro è per ora servito a delineare un metodo di lavoro e a creare una cabina di regia, ma è stata anche l'occasione, per i rappresentanti dei lavoratori e per le associazioni, per sollevare tutti i timori e le preoccupazioni legate all'impatto della transizione verso l'elettrico. Per discuterne in maniera approfondita sono stati istituiti tre sotto-tavoli su politiche per la domanda, l'offerta e l'infrastrutturazione. "Partiranno immediatamente, già la prossima settimana, perchè la visione è molto lunga, al 2030, ma la priorità per il settore è assoluta", ha affermato Giulio Pedrollo, vice presidente di Confindustria per la politica industriale. "Oggi abbiamo dato la visione e individuato gli assi di riferimento. I sottotavoli avranno il compito di attribuire le risorse".

2019-mise-automotive-03

Le proposte di Confindustria. Nell'incontro sono giunte anche una serie di proposte da discutere. Confindustria e Anfia, con la collaborazione di numerose altre associazioni come Federchimica, Assogas, Amma e Unione Petrolifera, hanno presentato un corposo documento che, partendo da un'esame dell'attuale situazione, punta l'attenzione su tre direttrici fondamentali per il rilancio: incentivi per ricerca e sviluppo, interventi sulla filiera e formazione. Il tutto da contestualizzare all'interno di iniziative avviate, o in fase di preparazione, a livello europeo, come i consorzi per le batterie. Nel primo caso si punta a mobilitare risorse per 500 milioni nel biennio 2020-21 e si chiede al governo di stanziare gli 1,8 miliardi di euro in otto anni per la ricerca e lo sviluppo su batterie, idrogeno e guida autonoma nel quadro dei piani comunitari Ipcei. Tra l'altro, sul fronte dell'elettrico le associazioni hanno anche chiesto 900 milioni di euro per finanziare incentivi diretti "per l'istallazione della ricarica elettrica privata mediante detrazioni fiscali", un super-ammortamento per le flotte aziendali e bonus per l'acquisto di auto ecologiche. 

Rivedere l’ecotassa. A tal proposito è stato criticato l'attuale sistema 'bonus malus' (la cosiddetta eco-tassa introdotta con la manovra del 2018 e chiesta una sua "profonda revisione" perché "oltre ad avere effetti distorsivi sul mercato, rischia anche di non avere gli effetti ambientali attesi, visto e considerato che il disincentivo viene applicato su autovetture nuove". Infine, non sono mancati un invito a potenziare gli strumenti di Industria 4.0 e suggerimenti sul piano delle infrastrutture o della semplificazione delle procedure burocratiche, in particolare per l'istallazione delle colonnine. In sostanza, le associazioni hanno chiesto l'avvio con urgenza di una vera politica industriale da collegare alle iniziative di Bruxelles per garantire la partecipazione italiana ai grandi progetti europei su batterie, idrogeno e guida autonoma. Dal Mise sono arrivate già le prime risposte positive. Patuanelli, infatti, ha promesso di inserire i primi interventi già nella manovra di bilancio in arrivo alla Camera.

Le richieste dei sindacati. Dal mondo sindacale sono arrivati chiari segnali di insoddisfazione per la scarsa attenzione finora riservata a un settore importante per l'economia italiana e, come rilevato dalle associazioni datoriali, per misure come l'ecotassa risultate del tutto inefficaci. "Noi speriamo in un forte cambio di registro rispetto ai provvedimenti del precedente governo che spingevano verso l'elettrico in maniera frettolosa e che hanno accentuato la crisi del settore. Speriamo in una forte discontinuità e che il nuovo governo e Patuanelli vogliano invece concentrarsi sul politiche per sostenere l'industria dell'automotive italiana e aiutarla ad affrontare le transizioni verso le nuove propulsioni, compreso l'elettrico", ha affermato il segretario della Uilm, Gianluca Ficco. "Quindi, non più retorica ambientalista che finisce per essere controproducente, ma un'azione forte per sostenere l'industria dell'auto italiana verso la transizione affinché l'Italia possa conservare un'eccellenza anche nelle tecnologie del futuro". 

COMMENTI

  • Certo, cosi' almeno avremo la scusa per non migliorare la (penosa) situazione delle colonnine di ricarica e non investire sulle tecnologie elettriche. Vorrei far presente che stanno arrivando anche le elttriche piu' economiche e che la gente magari potrebbe anche essere piu' invogliata a comprarle se ci fosse un'adeguata rete di ricarica, meno burocrazia per le installazioni, se i vigili facessero venire il carro attrezzi per portar via le auto( termiche) che , specialmente in citta', occupano abusivamente le aree di sosta per le ricariche... In Italia siamo dominati dalle caste , e quella automobilistica e petrolifera e' quella piu' forte di tutte... Vorra' dire che ci terremo la nostra bella rete di pompe di benzina (la piu' estesa del mondo rapportata alla dimensione dell'Italia, sarebbe veramente troppo fare una legge che imponga di mettere almeno una colonnina di ricarica per ogni distributore ? ) e continueremo a sperare che la transizione verso l'elettrico sia solo un brutto sogno da cui risvegliarci presto, peccato che il risveglio temo che sara' molto traumatico se non devastante..Certo che sentire gente(confindustria) che dopo ormai 10 anni di decisa accelerazione verso la transizione si svegli solo adesso a 'cercare i soldi' per la ricerca sulle batterie e' veramente kafkiano...
  • in effetti sarebbe meglio dare dei bonus a chi possiede un auto vecchia euro 1 2 3 per incentivarlo a passare ad un auto usata euro 5 6 che inquina molto meno.Poi a chi compra auto nuova ibrida. Le elettriche costano e chi se la può permettere la compra comunque.
  • Un paese che non attira capitali ed investitori è un paese condannato al declino, per non parlare delle tangenti e della burocrazia, quindi i soliti gruppi industriali vorrebbero solo una pioggia di denaro pubblico per ingrassare i poveri bilanci, promettendo quello che non hanno fatto negli ultimi trent'anni
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca