Industria e Finanza

FCA-PSA
Tavares: "Nessun brand è a rischio"

FCA-PSA
Tavares: "Nessun brand è a rischio"
Chiudi

Prime dichiarazioni pubbliche di Carlos Tavares sul progetto di fusione tra la Fiat Chrysler e il gruppo PSA con relative rassicurazioni sugli effetti dell'integrazione. L'amministratore delegato del costruttore francese, in una lunga intervista all'emittente radiofonica BFM Business, ha in particolare escluso la soppressione di uno dei 14 marchi che finiranno sotto l'orbita del nuovo gruppo. 

Tanti marchi? Meno della Volkswagen. Le due aziende hanno già concordato a grandi linee i termini dell'accordo di integrazione e ora mancano solo passaggi tecnici come la firma della lettera d'intenti, in arrivo probabilmente nei primi giorni di dicembre, o il via libera delle autorità antitrust e delle assemblee degli azionisti. Una volta completato il percorso, il nuovo sodalizio potrà contare su numerosi brand: Peugeot, Citroën, DS, Vauxhall e Opel per la parte francese e Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Maserati, Abarth, Chrysler, Dodge e Jeep per gli italo-americani. Per alcuni analisti e osservatori di mercato, anche alla luce delle difficoltà di qualche marchio come la Lancia, sono troppi da gestire. Eppure per Tavares non sembrano esserci, almeno per il momento, i presupposti per cancellarne qualcuno anche perché il loro numero sarà inferiore a quelli nel portafoglio del gruppo Volkswagen. 

Brand dalla storia favolosa. "L'entità risultante da questa fusione avrebbe effettivamente un numero significativo di marchi", ha affermato il prossimo amministratore delegato del nuovo costruttore. "Rimane, però, inferiore al numero di marchi del nostro principale concorrente tedesco. Fa parte della posta in gioco gestire correttamente la complementarità di questi marchi per coprire il mercato. Vedo che tutti questi marchi, senza eccezioni, hanno una caratteristica comune: hanno una storia favolosa. Adoriamo la storia dei marchi automobilistici, ci fornisce una base su cui fare affidamento per proiettarci nel futuro. Oggi non vedo alcun bisogno, se questo accordo dovesse essere concluso, di cancellare marchi perché hanno tutti la loro storia e tutti hanno la loro forza". Non è prevista neanche la chiusura di impianti e a tal proposito Tavares ha citato l'esempio dell'acquisizione della Opel nel 2017: “quando ne abbiamo preso il controllo, la situazione era molto più critica di oggi. Stavamo uscendo da 20 anni di perdite e non abbiamo chiuso neppure uno stabilimento. Senza contare che FCA è un'azienda in buona salute".

Pronto a tutto per l'ok di Bruxelles. I 14 brand non sarebbero, dunque, a rischio di cancellazione o di diventare merce di scambio per ottenere il via libera di Bruxelles alla fusione, anche se Tavares si è detto pronto a fare di tutto per l'ok delle autorità antitrust europee. "Siamo pronti a fare tutte le concessioni necessarie", ha affermato il manager portoghese, aggiungendo come il processo di verifica dei funzionari comunitari possa rappresentare un fattore di freno per i tempi della fusione: "alla luce di tutte le necessarie autorizzazioni normative che devono essere ottenute, un accordo di questo tipo non può essere chiuso in meno di un anno".

Enorme creazione di valore. Tavares ha anche messo in chiaro l'obiettivo di aumentare le sinergie previste dal progetto di integrazione. I due gruppi puntano a risparmi di costo per 3,7 miliardi di euro l'anno ma si tratta di una cifra "nominale" e il management - ha assicurato - punta a ottenere nel tempo dei miglioramenti significativi anche perché la "creazione di valore è enorme: i valori attualmente discussi dagli esperti sui loro fogli di calcolo sono inferiori alle sinergie annuali". Le difficoltà, ovviamente, non sono poche. Eppure ci sono potenzialità tali da spingere il manager portoghese a esprimersi in maniera positiva soprattutto sulla capacità del nuovo gruppo di affrontare le sfide del futuro. "Il costo della mobilità aumenterà e aumenterà più rapidamente del potere d'acquisto dei nostri concittadini", ma "l'effetto dimensionale è importante" per ridurre i costi e sostenere gli investimenti necessari per affrontare la trasformazione dell'industria automobilistica. A tal proposito Tavares ha indicato un impegno per la nuova società che "supera di gran lunga i cinque miliardi di euro in 10 anni”. 

Nessuna paura. Le sfide sono dunque enormi, a partire dalle difficoltà di rimettere in carreggiata le attività europee del gruppo FCA, ma non sembrano esserci, almeno per ora, timori. "La paura principale che abbiamo all'interno nel nostro comitato esecutivo è annoiarci", ha affermato ieri Tavares, ricevendo il premio di manager dell'anno assegnato dalla stessa BFM. "Siamo di fronte a sfide in cui, ovviamente, per superarle, dovremo utilizzare l'effetto dimensioni, per esempio per poter acquistare batterie per auto elettriche a prezzi competitivi o per diluire i colossali sforzi di ricerca e sviluppo che stiamo compiendo. Questa difficoltà è, per noi, un vero divertimento". Tavares, dopo aver elogiato le parti sociali per la "maturità" e la "lungimiranza" nell'accogliere la proposta di fusione, ha quindi sottolineato i motivi che hanno portato le due aziende ad avviare un tavolo negoziale: "Ciò che ha pesato particolarmente è una visione comune delle opportunità. Queste due società hanno una serie di somiglianze che sono abbastanza notevoli: entrambe hanno avuto grandi difficoltà, entrambe hanno visto da vicino la morte e sono state in grado di riprendersi grazie alla forza dei loro dipendenti e i loro leader, entrambe hanno avuto l'intelligenza di capire che saremo più forti insieme che separatamente". Per questo - ha concluso - la fusione rappresenta "un'opportunità enorme". 

COMMENTI

  • I
  • I
  • mhhh, le dichiarazioni di Tavarez sono prudenti, ci sta; i benefici per il nuovo gruppo per i primi 3-5 anni saranno soprattutto di tipo industriale, FCA potrà sviluppare una gruppo B utilizzando la piattaforma di PSA (e MM lo ha prontamente detto, si torna nel segmento B); PSA accede alle piattaforme premium di ALfa e Maserati, vedremo cosa ne faranno, sull'ingresso dei marchi PSA in nordamerica non ci credo, non nel breve periodo almeno, poi sicuramente sudamerica
  • Grande Uomo Chapeau! , nessun brand è a rischio nemmeno Lancia . L'unione fa la forza ..!
  • Ovvio che nessun marchio verrà tagliato almeno nei prossimi 2/3 anni. Dopo ci sarà una ovvia razionalizzazione. Sotto Tavares, comunque, il gruppo avrà tanti modelli e farà un sacco di profitti. Credo anche che quest'ultimo sarà ricordato come colui che trasforma in oro qualsiasi cosa tocchi, non come un ammazza-marchi. Ha creato un colosso, con margini di guadagno stellari, a partire da una relativamente "piccola" azienda in fallimento, senza prospettive. Nessuno è bravo a portare l'acqua dei migliori talenti stranieri al proprio mulino come lo è la Francia. Bravi loro, e bravo il portoghese.
     Leggi risposte
  • Alla fine sono riusciti a distruggere anche Alfa Romeo. Sono convinto che se ci fosse Marchionne agirebbe diversamente. Ma cos'è questa ossessione per SUV e crossover? l'Alfa Romeo non è adatta a produrre questo genere di vetture, di cui tra l'altro non vedo l'utilità. E lo dimostrano anche le basse vendite di Stelvio, che anche a causa del prezzo porta a preferire gli equivalenti di Audi e BMW. Ora vogliono sopprimere anche la Giulietta, l'unico modello che ancora riesce ad attrarre. Anch'io a malincuore e con costi di manutenzione più gravosi sarò costretto a passare a marchi tedeschi, molto a malincuore.
     Leggi risposte
  • Cmq tutti convinti che il timone sarà francese...sicuri sicuri?? E quelli stars&stripes contano nulla?? Staranno a guardare?? Sono il mercato più redditizio, hanno i marchi più in forti (Jeep è l'unico marchio "pop" conosciuto in tutto il mondo al pari della triade) e dovrebbero sottostare alla Marianna?? Mah... mi vengono sempre in mente le ultime parole Montezemolo da presidente obbligatoriamente pensionato della Ferrari: "...Ormai anche la Ferrari è americana..." Senza allargare i mercati anche per PSA sarebbe stata dura: quando si tira in porta non si fa sempre gol, e non si sforna sempre la 3008. Se sono arrivati a pagare profumatamente per entrare nel giro, significa che ne avevano bisogno e ne valeva la pena. Questo non cambia nulla per le nostre fabbriche che rimangono appese ad una bava di ragno...significa che l'unico vero vincitore della partita è Exor. Non l'italia ma nemmeno la Francia.
     Leggi risposte
  • @Vin: ho letto un editoriale sul discorso che con tutti i soldi che lo stato ha dato a Fiat dovrebbe avercelo l'Italia in consiglio di amministrazione l'ago della bilancia (Sole 24). Come citare in causa le banche per gli interessi sugli interessi dagli anni '50. Il governo (già da Monti fino alle casalinghe pentastellate) del susseguirsi delle vicende della più grande industria italiana si sono defilati, praticamente disinteressati. Direi che Fiat se n'è fregata dell'Italia e l'Italia se n'è fregata di Fiat. Senza nulla togliere alla rapacità sfrontata sabauda. Ma il nostro è da sempre un paese terra di conquista: "Francia o Spagna...basta che se magna..." Sono proprio curioso adesso di vedere come saranno i rapporti sindacati-proprietà straniera.
     Leggi risposte
  • Scrivete 14 marchi ma ne elencate 13. Il quattordicesimo è RAM? grazie
     Leggi risposte
  • Tante balle parole. Solo i bambinetti credono il contrario. 😘 in attesa dell’app
  • Vai avanti te che a me scappa da ridere....chiedere a Opel
     Leggi risposte
  • Lancia in Italia, DS in Francia..raddoppi le vendite dei singoli marchi nei rispettivi paesi...
     Leggi risposte
  • ci mancherebbe,a questo punto,che parlasse di tagli,chiusure,ridimensionamenti...la fusione e' ancora ai preliminari,ci vorra' tempo per renderla effettiva e solo allora capiremo meglio.
  • Come nel mio piccolo avevo previsto, Tavares conferma che la nascente nuova azienda (poi vedremo come la chiameranno) non sarà operativa prima della fine del 2020. Per il resto ha rilasciato tante belle parole e per certi versi dovute, ma che al momento è ancora prematuro valutare. Se già in questa fase embrionale della fusione avesse già parlato di tagli e razionalizzazioni produttive si sarebbe scatenato il putiferio, ha solo rassicurato tutti (compresi gli investitori e i mercati oltre che ovviamente i dipendenti). Ora non resta che attendere l'evoluzione della vicenda per capire se nel nascituro management ci sarà maggior collegamento tra le parole e i fatti, ovvero l'esatto contrario di come si comporta abitualmente FCA, ...... recente revisione del piano industriale Alfa Romeo docet.....
     Leggi risposte
  • Le auto sono fatte per lo più di metalli... e Cassino, Melfi e Pomigliano sono relativamente vicini a Taranto. Tutto il sud chiede a gran voce agli azionisti Exor di mettere una mano sul cuore e l'altra nel portafgli. Il paese che vi ha fatto nascere e crescere ha bisogno del vostro aiuto.
     Leggi risposte
  • Lo aveva già detto sui tagli e dismissioni di Opel, poi si è visto cosa è successo. 😘 in attesa dell’app
     Leggi risposte
  • 🤣🤣🤣🤣🤣 semmai va male può fare il giornalaio anche lui. 😘 in attesa dell’app
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca