Industria e Finanza

Volkswagen
Multa di 77 milioni di euro in Australia per il dieselgate

Volkswagen
Multa di 77 milioni di euro in Australia per il dieselgate
Chiudi

La Volkswagen deve affrontare due distinti problemi in Australia: uno riguarda il dieselgate, l'altro le modalità di concessione dei finanziamenti per l'acquisto di automobili. Nel primo caso alla Casa tedesca è stata comminata una multa di 125 milioni di dollari australiani (77,35 milioni di euro) per aver violato i diritti dei consumatori in seguito alle false informazioni diffuse sul rispetto dei limiti sulle emissioni. 

Le accuse dell'Antitrust. A stabilire l'importo dell'ammenda, la più alta mai comminata per violazione della Australian Consumer Law, è stata la Corte Federale che ha confermato quanto richiesto dall'autorità antitrust australiana (Australian Competition and Consumer Commission-Accc) per chiudere un procedimento penale avviato per conto di migliaia di clienti del produttore tedesco. "In sostanza, il software della Volkswagen ha fatto funzionare le automobili, i furgoni e i pick-up con motori diesel in due modalità: una progettata per superare i test e l'altra che funzionava quando il veicolo veniva effettivamente utilizzato e produceva emissioni più elevate. La condotta della Volkswagen è stata palese e deliberata", ha dichiarato il presidente della commissione Rod Sims. L'Accc ha anche accusato la Volkswagen di aver fornito false informazioni nel presentare la domanda per la pubblicazione delle specifiche dei veicoli sul sito "Green Vehicle Guide" del governo australiano. 

I veicoli coinvolti. L'indagine dell'Accc ha interessato oltre 57 mila veicoli commercializzati tra il 2011 e il 2015. La Casa di Wolfsburg, che nelle prossime settimane deciderà se presentare o meno un ricorso contro la decisione del tribunale, ha comunque sottolineato che "la maggior parte dei veicoli è stata successivamente oggetto di un aggiornamento del software di controllo del motore nel quadro della campagna di richiamo volontaria in corso”. Inoltre "le autorità competenti hanno confermato che questo aggiornamento soddisfa gli standard sulle emissioni europei e australiani".

Problemi con i finanziamenti. Oltre al Dieselgate, i tedeschi devono anche affrontare un ulteriore problema giudiziario. L'Australian Securities and Investments Commission ha avviato un procedimento penale contro una delle filiali finanziarie della società. La Volkswagen Financial Services Australia è accusata di non aver effettuato controlli adeguati sulla situazione finanziaria di 49.380 clienti prima di concedere i relativi finanziamenti per l'acquisto dei veicoli. Le presunte violazioni delle normative sulle modalità di erogazione dei prestiti sarebbero avvenute tra il 20 dicembre del 2013 e il 15 dicembre del 2016. In tal caso la multa massima ammonta a 1,7 milioni di dollari australiani (1,05 milioni di euro) per i mesi fino al 31 luglio 2015 e a 1,8 milioni (1,12 milioni di euro) per i mesi successivi.

COMMENTI

  • Oramai invece di occuparsi di prove, test, smontaggi ci si occupa di tinte, phon, shampoo e forbici. Novella 3000 forever. 😘 in attesa del cameriere
     Leggi le risposte