Industria e Finanza

Opel
In programma il taglio di 2.100 posti di lavoro

Opel
In programma il taglio di 2.100 posti di lavoro
Chiudi

La Opel ha in programma di tagliare ulteriormente la propria forza lavoro dopo le riduzioni operate negli anni scorsi nel quadro del piano di ristrutturazione varato dal gruppo PSA per riportare agli utili la Casa di Rüsselsheim. I vertici aziendali e il consiglio di fabbrica hanno raggiunto un accordo per procedere con il taglio di 2.100 posti di lavoro entro il 2025.

Nessun licenziamento. Il ridimensionamento dell'organico, che secondo un portavoce potrebbe proseguire a discrezione dell’azienda anche nel successivo quadriennio con l'eliminazione di ulteriori 2.000 posti, sarà operato ricorrendo alle uscite volontarie. L'accordo, infatti, prevede l'estensione dal 2023 al 2025  delle attuali garanzie di salvaguardia dei diritti sindacali con l'esclusione assoluta di licenziamenti. Pertanto è stato deciso di riaprire i precedenti piani per i congedi volontari presso i siti di Rüsselsheim, Eisenach e Kaiserslautern. Inoltre, ai dipendenti nati prima del 1963 sarà offerta la possibilità di ricorrere al prepensionamento o a forme di lavoro part-time. L'obiettivo è affrontare un contesto in rapido cambiamento per l'entrata in vigore delle nuove normative sulle emissioni di CO2, migliorare la competitività aziendale e salvaguardare l’occupazione. Le misure concordate alla Opel sono comunque solo l’ultimo esempio di una situazione sempre più difficile per il settore automotive tedesco: l’intera filiera rischia di perdere 410 mila lavoratori in dieci anni per effetto delle strategie di elettrificazione. 

Gli impegni aziendali. I sindacati stanno comunque ottenendo una serie di impegni da parte dell'azienda. Per esempio, ai lavoratori della Casa tedesca in apprendistato saranno proposti contratti di lavoro a tempo indeterminato. Inoltre, la Opel ha garantito nuovi investimenti a Rüsselsheim per affiancare all’Insignia la nuova Astra, sia berlina (dal 2021) sia station-wagon (dal 2022). L'attuale generazione viene assemblata nella fabbrica inglese di Ellesmere Port e in quella polacca di Gliwice, ma il gruppo PSA ha deciso di trasferire l'assemblaggio del nuovo modello in Europa occidentale tenendo conto soprattutto dei miglioramenti produttivi dell'impianto tedesco. Gli investimenti saranno funzionali a installare la piattaforma Emp2 e quindi a consentire la produzione anche delle versioni ibride plug-in. La Opel non ha fornito dettagli sull'impegno finanziario, limitandosi a sottolineare come l'intero progetto abbia una portata tale da garantire due turni lavorativi a Rüsselsheim.  

Un secondo impianto ancora da scegliere. Per la nuova Astra è previsto anche un secondo impianto. In pole position, stando a quanto riferito al al Financial Times dall'amministratore delegato del gruppo PSA, Carlos Tavares, figura Ellesmere Port, ma la scelta dipende dall'esito delle trattative tra Londra e Bruxelles su un eventuale accordo commerciale post-Brexit. "Francamente - ha affermato il manager -, preferirei Ellesmere, ma se le condizioni non sono buone e non posso rendere l'impianto redditizio, allora devo proteggere il resto della società e non sceglierò lo stabilimento inglese". Esiste anche un sito alternativo, sul quale Tavares ha preferito non fornire maggiori dettagli. Di sicuro non sarà Gliwice, dove il costruttore transalpino ha deciso di localizzare la produzione di veicoli commerciali. Le incertezze sulla Brexit, secondo Automotive News, avrebbero comunque già prodotto un primo effetto proprio sulla nuova generazione della berlina media: il lancio è stato posticipato dal 2021 al 2022 per consentire ai vertici aziendali di valutare meglio le ripercussioni dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Senza accordo, comunque, il futuro degli impianti britannici della Opel (un altro stabilimento a Luton è dedicato ai mezzi commerciali) è ad alto rischio: nei mesi scorsi, in particolare dopo il taglio di 900 posti a Ellesmere, sono emerse indiscrezioni sull'intenzione dei francesi di procedere con una chiusura di queste fabbriche nel caso di una cosiddetta hard-Brexit. 

COMMENTI

  • tra un paio d'anni toccherà ad FCA temo
  • @Elio:"Opel will cut up to 4,100 jobs, joining rivals around the globe in retrenching amid a sales slowdown". Non c'è da preoccuparsi per gli operai tedeschi Opel: troveranno sicuramente impiego presso gli altri 3 fenomeni. Quelli non licenziano nessuno. Investono miliardi di euro ogni settimana quindi è scontato che vendano sempre di più: le loro macchine sono anni luce più avanti delle altre. Sarà solo un cambio di casacca. Anzi con i premi che ogni anno i fenomeni elargiscono, sarà un bel passo in avanti.
  • @PIC: articoli che parlano di difficoltà della triade teutonica non vengono neanche presi in considerazione da Elio. Tutta misinformazione. Per quanto riguarda la perenne CIG degli stabilimenti FCA italiani, anche questa cosa l'ho già scritta. La preoccupazione della nota famiglia era una soltanto: vendere/acquisire/fondersi (chi lo sa quale sia il termine più appropriato...). Modelli nuovi nemmeno l'ombra. 2 concept da fiera poi il nulla.
  • Ovvio preoccuparsi degli impianti FCA italiani. Cmq di letterine di passaparola ho letto ne spediranno un po' tutte le case. Ho già scritto: Cina -8%. L'automotive ha spinto troppo. Io lo dico da quando ho cominciato a scrivere commenti. Troppo di tutto. Ma l'appassionato vorrebbe un'auto nuova ogni 15gg...infinite personalizzazioni...chicche su chicche. Ma si dimentica la cosa più importante. Bisogna anche venderle.
     Leggi risposte
  • Questo è solo l'aperitivo, quando nel calderone ci saranno finiti pure gli impianti FCA, gli esuberi di siti produttivi e personale saranno moltiplicati e una soluzione ancora più difficile da trovare. Cmq per gli impianti britannici sarà dura sopravvivere dopo che Boris Jonson ha vinto le elezioni e la Brexit è divenuta imprescindibile....
     Leggi risposte
  • Interessante che su molte altre testate il numero sia 4100 e non 2100. Ma il potere del Marketting fa questo ed altro.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22745/PROVA OPEL CORSA NEW.jpg Opel Corsa: abbiamo messo alla prova la sesta generazione http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/opel-corsa-abbiamo-messo-alla-prova-la-sesta-generazione Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22215/grandlandx.jpg Opel Grandland X Hybrid 4: la prima ibrida di Opel http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2019/video/opel-grandland-x-hybrid-4-la-prima-ibrida-di-opel Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22214/corsa.jpg Nuova Opel Corsa 2020: fuori tedesca, sotto francese http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2019/video/corsa-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22213/astra.jpg Opel Astra restyling 2020: più adrenalinica e più ricca http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2019/video/opel-astra-restyling-2020-pi-adrenalinica-e-pi-ricca Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19759/poster_020.jpg Opel Insignia Country Tourer: l'abbiamo guidata in fuori strada http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/opel-insignia-country-tourer-l-abbiamo-guidata-in-fuori-strada Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19565/poster_c8ced8a4-90d2-4214-a580-5dcba30b6c6b.jpg Teaser - Opel Insignia Sports Tourer, le prime immagini della prova su strada http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-le-prime-immagini-della-opel-insignia-sports-tourer Flash
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19457/poster_020.jpg Opel GrandLand X: ecco come va su strada! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/opel-grandland-x-ecco-come-va-su-strada- Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19390/poster_019.jpg Opel Insignia GSi, l'erede della OPC ha meno CV ma va più forte - LIVE http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2017/video/opel-insignia-gsi-l-erede-della-opc-ha-meno-cv-e-va-pi-forte-live Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19365/poster_eb11941d-98e0-42c4-8f1a-9273e15dd2fd.jpg Grandland X: la nuova Suv di Opel a Francoforte http://tv.quattroruote.it/news/video/grandland-x-la-nuova-suv-di-opel-a-francoforte News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19367/poster_231a28b3-0a8e-4e34-aa6f-dbc7d994af76.jpg Opel Insignia: a Francoforte il ritorno della mitica sigla GSi http://tv.quattroruote.it/news/video/opel-insignia-a-francoforte-il-ritorno-della-mitica-sigla-gsi News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca