Industria e Finanza

Tesla
Disinnescate sette bombe nell'area della Gigafactory tedesca

Tesla
Disinnescate sette bombe nell'area della Gigafactory tedesca
Chiudi

La Tesla compie un nuovo passo nel progetto di costruzione della sua prima fabbrica in Europa. Ieri, la polizia tedesca ha completato le operazioni di disinnesco di sette bombe della seconda guerra mondiale individuate nell'area di futura ubicazione dell'impianto.

Nessun problema. Nelle ultime settimane, i 300 ettari di terreni, acquistati dall'azienda californiana per meno di 41 milioni di euro e situati ai margini del parco industriale Freienbrink di Gruenheide (comune del Brandeburgo a Sud-Est di Berlino), sono stati oggetto di sopralluoghi condotti dagli esperti della polizia tedesca per confermare la paventata presenza di ordigni inesplosi. Sin dall'annuncio della scelta di Gruenheide quale sede della nuova Gigafactory, erano stati lanciati avvertimenti sulla pericolosità del sito come dimostrato dai 220 crateri individuati nella zona. Tuttavia, le operazioni di disinnesco, secondo quanto affermato dalla polizia tedesca, non si sono rivelate problematiche anche per le dimensioni contenute degli ordigni.

Musk risponde alle polemiche. La Tesla ha in programma di investire fino a 4 miliardi di euro per realizzare un impianto con una capacità che da 150 mila veicoli l'anno dovrà salire fino a 500 mila (nella documentazione presentata alle autorità locali è stata indicata anche la cifra di 750 mila unità). Operativa già dal 2021, la prima Gigafactory europea produrrà le Model 3, le Model Y e altri "futuri modelli" grazie a una forza lavoro di almeno 7 mila dipendenti diretti. Le autorità locali hanno ovviamente accolto con favore l'intero progetto per l'impatto occupazionale in una regione ancora lontana dagli standard economici dei Land occidentali. Tuttavia, non sono mancate le polemiche. Gli abitanti della zona e diversi ambientalisti hanno organizzato manifestazioni di protesta convinti che la deforestazione di 150 ettari di bosco produrrà danni alla fauna selvatica e le attività produttive contamineranno le falde acquifere. Sabato, l'amministratore delegato della Tesla, Elon Musk, ha però voluto intervenire direttamente sulla questione via Twitter. "Sembra che dobbiamo chiarire alcune cose", ha cinguettato l'imprenditore di origini sudafricane, sottolineando due aspetti in particolare. In risposta alle critiche per l'utilizzo di circa 300 metri cubi di acqua all'ora, Musk ha affermato che un consumo idrico del genere sarà raggiunto solo nelle ore di punta, e non ogni giorno. Quanto all'area boschiva, invece, il ceo dell'azienda californiana ha puntualizzato come non si tratti di un bosco naturale: "è stato piantato per la produzione di cartone" sottolineando che, comunque, "solo una piccola parte verrà utilizzata". La Tesla, che tra l'altro si è impegnata a piantare in altro luogo tre alberi per ogni pianta tagliata, intende avviare i lavori di costruzione dell'impianto verso la metà dell'anno e le attività di assemblaggio nel mese di luglio del 2021.

COMMENTI

  • @Basso. Condivido quanto ha scritto. È vero che i paesi del nord Europa sono molto più attenti all'ambiente: usano di più la bicicletta, i mezzi pubblici e vengono immatricolate più auto elettriche che in altri paesi. Tuttavia per altri aspetti non sono così ambientalisti, secondo il mio punto di vista. Di solito sono abituati a stare in casa anche d'inverno in maglietta. Questo comporta che le case e i locali pubblici hanno una temperatura di 22-23°C!! E lì non ci sono limiti di orario o di data riguardo al funzionamento del riscaldamento oltre ad avere inverni più lunghi e freddi di quelli italiani.
  • Caro @Basso, ok, ok, non c'e' nulla di male ad essere tifosi dell'endotermico. Mi chiedo se ha mai provato a guidare una vettura elettrica, qualsiasi, non c'e' bisogno di provare una Tesla. Riguardo l'articolo da lei riportato, non e' particolarmente rilevante: le terre rare ed il loro uso sono ben precedenti alle vetture elettriche, non vedo l'attinenza, in massima parte sono usate per componentistica elettronica, mobile phones, computers, semiconductors ( mi auguro non sia anche un tifoso del carta e penna...). Un ultimo punto: non si puo' paragonare la Norvegia all'Italia, daccordo. Ma si puo' considerare quello che succede li, ed in altri paesi tipo Olanda, Belgio ed ora anche in Francia, come un precursore di cio' che inevitabilmente succedera' anche da noi. Personalmente, tifo Tesla solo perche' e' l'unica rappresentante credibile dell'industria automobilistica elettrica ma spero che altri seguano. Pare che VW si stia mettendo d impegno.
  • @ Gent.ma sig.ra Birniani, eccole un link dal Corriere della Sera del 2015: https://www.corriere.it/scienze/cards/baotou-dove-terre-rare-sonola-ricchezza-l-inferno/baotou-l-inquinamento.shtml Non credo che in 4 anni le cose siano cambiate in meglio, in peggio sicuramente. Come l'estrazione del petrolio dallo scisto in Alberta consuma territorio e acqua pulita in un territorio "quasi" incontaminato. Continuerò a dire che TUTTE le auto elettriche sono delle lavatrici con le ruote, perché prenderanno la piega e l'uso di un comune elettrodomestico con un grande livello di superba tecnologia (è innegabile), ma non avranno mai per me l'appeal ed il fascino di un motore endotermico con tutta la sua complessità e sottili equilibri tecnici presenti. Tesla è il marchio leader in questa avventura dell'auto a batterie, e personalmente spero finisca il prima possibile questa bolla economica e politica senza una visione chiara futura per tutte le persone, perché non ci sarà un'auto elettrica a basso costo semplicemente perché poi scatteranno sulla corrente di casa tutti i balzelli presenti sui carburanti. E sopratutto non ci potrà essere in tempi rapidi una struttura di ricarica veloce ed affidabile per tutti vista la media delle opere italiane, con tempi lunghi e difficoltà logistiche. Non ha neanche senso prendere a paragone i ricchi norvegesi perché sono solo 5 mln e non 60, i soldi li hanno grazie al petrolio/gas del Mare del Nord e hanno una mentalità diversa dalla nostra mediterranea. La sostenibilità si fa lavorando sul pubblico, non obbligando i privati a fare sacrifici inutili; io sono un tifoso dell'endotermico sicuramente, non certo un troll visto che ho nome&cognome, ma capisco che Lei e tanti altri siete tifosi della "squadra avversaria" (🤣🤣🤣) e come tali ci stanno gli sfottò... Se Voi non siete in grado di gestirli ma solo criticare ed attaccare è un problema Vostro, potessi sgommare con un V8 sulle Vostre batterie in questo momento 🤭
  • @Leone: non so perche' te la prendi con me. Se uno vuole discutere e commentare, magari seriamente per una volta, di sostenibilita', sarebbe il benvenuto. Ma se si rivela subito dopo un tifoso/troll parlando di 'lavatrice con le ruote' non vedo di cosa si debba discutere. Riguardo il 'TDI a rate', questo e' si un dispregiativo, secondo me piu' che giustificato, per un'industria e un'attitudine che ha causato danni enormi, ha frodato, e continua imperterrita a farlo, ed ha causato enormi problemi di salute con la connivenza e complicita' di quasi tutta l'informazione, specialmente Quattroruote ed il suo direttore, quello che parlava di "tante storie per un po' di arietta".
  • @ Birniani: "L'unica cosa che imporeta e' denigrare, dileggiare e disprezzare.". Frase tua che ti definisce alla perfezione. La applichi solo a chi la pensa diversamente da te. Tu invece ti senti superiore e quindi libera di utilizzare epiteti dispregiativi, oltre che sciocchi, come "tdi a rate". Definirti incoerente è molto riduttivo. Comunque sono contento per la fabbrica Tesla in Germania, è solo la conferma che il top dell'industria auto si trova in quel Paese, sia come case costruttrici sia come componentisti, e Musk lo sa meglio di tutti noi. Volpone.
     Leggi risposte
  • Eh già, le raffinerie sono proprio brutte ed inquinano. Invece le fabbrichette che lavorano le terre rare sono dei gioiellini, tanto quanto l'industria mineraria che procura quelle terre rare semplicemente chiedendo per favore e queste spuntano come funghi, senza creare sfruttamento lavorativo, senza rovinare l'ambiente circostante, senza utilizzare altre risorse naturali o artificiali allo scopo. D'altronde chissenefrega se per avere la mia lavatrice con le ruote creo scompensi socio-economici dello stesso livello dei petrolhead, io vivo bene e me ne vanto sui social...
     Leggi risposte
  • OramI invece di testare auto, provare la durata etc siamo a spettegolare sui bigodini e meches
  • OramI invece di testare auto, provare la durata etc siamo a spettegolare sui bigodini e meches
  • Hanno disinnescato 7 bombe nel sottosuolo affinchè nel soprassuolo si possa costruire una bomba ecologica come una fabbrica di batterie....... ahah ... (-_-)
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg Giro di pista - Tesla Model 3 ecco il tempo a Vairano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-pista-tesla-model-3-awd-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg Tesla Model 3: la prova STRUMENTALE definitiva http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/tesla-model-3-la-prova-strumentale-definitiva- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg Tesla Model 3: fra poco arriva in Europa! http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-tesla-model-3-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg Tesla Model 3, l'abbiamo guidata in anteprima! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/anterpima-ecco-la-tesla-model-3-su-strada- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg La nuova Tesla Model X in prova! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-tesla-model-x-in-prova Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg Il crash test IIHS della Tesla Model S http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-iihs-della-tesla-model-s1 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg Il nuovo sistema Tesla punta alla guida autonoma http://tv.quattroruote.it/news/video/il-nuovo-sistema-tesla-punta-alla-guida-autonoma News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg La nostra prova della Tesla Model S P90D Performance http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/prova-tesla-model-s-p90d Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg Elon Musk presenta la nuova Tesla Model 3 http://tv.quattroruote.it/news/video/elon-musk-presenta-la-nuova-tesla-model-3 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16840/poster_002.jpg Tesla: la Model S per i bambini costa 500 dollari http://tv.quattroruote.it/news/video/tesla-la-model-s-per-i-bambini-costa-500-dollari News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca