Industria e Finanza

Hyperloop
Nasce la filiale italiana, già al lavoro su sei progetti

Hyperloop
Nasce la filiale italiana, già al lavoro su sei progetti
Chiudi

Ieri è stata presentata ufficialmente "Hyperloop Italia", start up impegnata nella diffusione e nella realizzazione delle tecnologie per il trasporto elettromagnetico ideate dal numero uno della Tesla, Elon Musk.

I progetti allo studio. A guidare la nuova società sarà Bibop Gresta, nato a Terni 48 anni fa e fondatore dell'americana Hyperloop Transportation Technology (HTT). Gresta e il team italiano sono già al lavoro su sei progetti, a cui seguiranno altrettanti studi di fattibilità, da realizzare sul territorio italiano in tre regioni settentrionali e tre del sud. "Sembrava fantascienza e ora diventa realtà. Oggi (ieri per chi legge, ndr), annunciamo la nascita della società italiana, interamente indipendente dalla multinazionale americana e a breve vi presenteremo il primo studio di fattibilità. Si potrà quindi partire concretamente, non più con annunci, ma con l'ideazione di concrete tratte italiane", ha sottolineato Gresta confermando contatti ai massimi livelli con Anas, FS, Ferrovie Nord e le Regioni Puglia, Basilicata, Sicilia, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Nessun dettaglio sui progetti è stato fornito ma circolano, per esempio, voci, su un tratta tra la stazione Cadorna di Milano e l'aeroporto di Malpensa, da percorrere in dieci minuti, e su un Verona-Trieste da appena mezz’ora. Il nuovo sistema di trasporto correrà alla velocità dichiarata di oltre mille chilometri l'ora su linee apposite realizzate lungo binari e strade esistenti oppure in tunnel sotterranei.  

COMMENTI

  • Aldilà di tutto, quando c'è di mezzo qualcosa legato a Musk...........................io resto scettico..........
  • L'italia è il paese giusto per realizzare queste opere futuribili, non c'è burocrazia ne corruzione. Solo 50 anni per completare l'autostrada SA/RC (ammesso che sia davvero completata), e una marea di strade che terminano nel nulla perchè si sono interrotti i lavori e hanno lasciato dei viadotti monchi. Un imprenditore americano, recentemente voleva costruire uno stadio di calcio a Roma (ok, di fatto un intero nuovo quartiere dove c'era pure lo stadio), le vicissitudini sono note alla cronaca tanto che questo signore dopo 4 anni infruttuosi ha mollato tutto e ceduto la baracca ad un suo connazionale. Ora questi di Hyperloop vorrebbero costruire un tubo sottovuoto lungo chilometri per "sparaci" dentro una capsula contenete delle persone..... Si va beh!!!
     Leggi le risposte