Industria e Finanza

Coronavirus
Stati Uniti, al via l'ondata di congedi non retribuiti

Coronavirus
Stati Uniti, al via l'ondata di congedi non retribuiti
Chiudi

La pandemia del coronavirus inizia a produrre pesanti conseguenze sui dipendenti del comparto automobilistico. Negli Stati Uniti, dove il mercato del lavoro ha regole completamente differenti dall'Europa, i numeri sono drammatici: solo ieri la Honda e la Nissan hanno lasciato a casa 24.400 dipendenti. Non si tratta - è bene precisarlo - di veri e propri licenziamenti, ma di congedi non retribuiti per un lasso di tempo indefinito. 

Nord contro Sud. Al di là dei tecnicismi, si tratta comunque di un duro colpo per un mercato del lavoro che negli Stati Uniti, per l'estrema flessibilità dei contratti, rischia di incidere soprattutto sugli addetti degli impianti che non possono godere dei benefici dell'iscrizione al sindacato Uaw. È una questione che riguarda per lo più gli stabilimenti che le grandi Case europee o giapponesi hanno localizzato negli stati del Sud, non solo per i benefici fiscali ma anche per sfuggire proprio alla sindacalizzazione dei rapporti di lavoro tipica, invece, delle  "Big three di Detroit" (General Motors, Ford e Fiat Chrysler). Non a caso lo United Automobile Workers ha spesso tentato, senza successo per l’opposizione dei lavoratori, di farsi riconoscere il diritto alla rappresentanza in grandi fabbriche come quella Volkswagen a Chattanooga, in Tennessee. 

I numeri. Ora, con la grande crisi scatenata dalla pandemia, il mercato del lavoro statunitense rischia di pagare conseguenze ben peggiori rispetto al periodo 2008/2009. I dati finora pubblicati sono emblematici: la scorsa settimana le richieste per i sussidi di disoccupazione sono schizzate a 6,648 milioni, che, insieme ai 3,3 milioni dei sette giorni precedenti, portano a quasi 10 milioni le persone che hanno perso il proprio lavoro. E la situazione è destinata a peggiorare. Secondo la Federal Reserve sono a rischio, solo negli Stati Uniti, fino a 47 milioni di posti, soprattutto laddove predomina la massima flessibilità, come nella cosiddetta Gig Economy spesso fortemente legata alla nuove forme della mobilità. Vale per gli Usa, ma anche per tutto il mondo. L’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo), un'agenzia dell'Onu, ha recentemente parlato di "effetti devastanti" causati dalla pandemia, visto che l'81% dei lavoratori è interessato in tutto il mondo da chiusure totali o parziali delle attività produttive. E le previsioni sono inquietanti: la crisi rischia di cancellare, solo nel secondo trimestre, un numero di ore lavorate pari a 195 milioni di dipendenti con contratto a tempo pieno in tutto il mondo. 

La situazione nell'auto. Ovviamente il settore automobilistico, con la contemporanea chiusura delle fabbriche e delle concessionarie, rischia di pagare un conto salato. E, purtroppo, è solo l'inizio, visto che agli annunci delle due Case nipponiche sono seguiti analoghi provvedimenti alla Tesla. In sintesi, la Honda, che terrà chiuse le fabbriche statunitensi fino all'1 maggio, ha congedato 18.400 operai tra Alabama, Indiana e Ohio, garantendo lo stipendio solo fino a Pasqua. Alla Nissan il licenziamento temporaneo riguarda, invece, circa 10 mila lavoratori. La Tesla ha iniziato a congedare i dipendenti non essenziali delle strutture nell'area di San Francisco e di New York e varato un generalizzato taglio degli stipendi, che rimarrà in vigore per tutto il secondo trimestre: 10% per gli operai, 20% per gli amministrativi e 30% per i dirigenti. La misura riguarda migliaia di dipendenti, a partire dai 10 mila impiegati nell'impianto di assemblaggio di Fremont, che al pari degli altri stabilimenti non dovrebbe riaprire prima del 4 maggio. 

L'Europa. Annunci analoghi dovrebbero arrivare a stretto giro di posta anche da altri Paesi. In Giappone, dove è stato dichiarato lo stato di emergenza, circolano indiscrezioni sull'intenzione della Mitsubishi di chiudere tre fabbriche giapponesi fino ad almeno il 23 aprile e di mettere in congedo 6.500 operai garantendo l'80% dello stipendio secondo una formula assicurata in Europa dai diversi strumenti di protezione nazionali. In Italia, la Fiat Chrysler ha chiesto di poter ricorrere per gran parte dei suoi 55 mila lavoratori alla cassa integrazione stabilita dal decreto Cura Italia per un periodo di tempo variabile in base ai diversi stabilimenti. Già oggi si parla con forte probabilità di una riapertura graduale degli stabilimenti dopo il 13 aprile: dovrebbe interessare la linea della Jeep Compass a Melfi, la 500 elettrica a Mirafiori e l'intera produzione dei furgoni della Sevel ad Atessa. In Germania vige un sistema analogo alla cassa integrazione italiana: si chiama Kurzarbeit e la sola Volkswagen ne ha fatto ricorso per circa 80 mila lavoratori. In Spagna, infine, la Seat ha chiesto di poter accedere allo strumento dell'Ere Temporal (i licenziamenti temporanei) per quasi 15 mila dipendenti. Sono solo pochi esempi di un lungo elenco che simboleggia gli effetti devastanti della pandemia sull'occupazione. Del resto, basta il recente allarme dell'Acea, l'associazione europea dei costruttori: “Con l'arresto di tutta la produzione e la chiusura della rete di vendita, sono in gioco i posti di lavoro di circa 14 milioni di europei".

COMMENTI

  • immagino che i licenziamenti temporanei americani comportino pure la perdita della copertura sanitaria con le immaginabili conseguenze del caso. ........ Dov'è finito quel signore che scrive qui sul blog e che sosteneva tempo fa che con la "cura Trump" si stavano assumendo pure i carcerati per far fronte alla grande richiesta di manodopera??? ...... Tra l'altro è notizia di questi giorni che a causa del rigido federalismo degli USA, causa l'emergenza pandemica i singoli stati hanno scatenato tra loro un'asta al rialzo per accaparrarsi il materiale sanitario e coi prezzi schizzati alle stelle, quando una regia unica gestita direttamente dal governo centrale avrebbe potuto evitare tutto questo......
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png Ferrari Roma, l'analisi stilistica: tutti i dettagli del design spiegati in esclusiva http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-roma-lanalisi-stilistica-tutti-i-dettagli-del-design-spiegati-in-esclusiva News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg Il giro di pista della Chevrolet Corvette C8 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-giro-di-pista-della-corvette-c8 News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca