Takata airbag: gli Usa bloccano il richiamo di 56 milioni di dispositivi - Quattroruote.it
Industria e Finanza

Airbag Takata
Gli Stati Uniti bloccano il richiamo di 56 milioni di dispositivi

Airbag Takata
Gli Stati Uniti bloccano il richiamo di 56 milioni di dispositivi
Chiudi

La Nhtsa ha deciso di non chiedere ai costruttori automobilistici di richiamare 56 milioni di veicoli caratterizzati dalla presenza di airbag difettosi della Takata. Per l'agenzia federale statunitense per la sicurezza stradale, i dispositivi non presentano gli stessi rischi per la sicurezza di conducenti e passeggeri di quelli che in passato hanno determinato incidenti mortali e il richiamo di oltre 100 milioni di auto in tutto il mondo, di cui più di 41 milioni di auto solo negli Stati Uniti.

Nuove verifiche. La decisione, aspramente contestata da alcune associazioni dei consumatori per la "totale mancanza di trasparenza" dell'agenzia, potrebbe comunque essere ritirata, in caso di necessità, dopo le ulteriori verifiche della Nhtsa, la quale intende assicurarsi che gli airbag siano effettivamente sicuri. L'indagine dell'autorità federale risale al 2016 quando, in concomitanza con l'ordine di richiamo per oltre 40 milioni di dispositivi difettosi, i funzionari avevano avviato verifiche sulla necessità o meno di imporre la sostituzione di 56 milioni di airbag con un nuovo problema rispetto al passato: la presenza di un propellente, diverso dal nitrato di ammonio colpevole delle deflagrazione dei dispositivi di sicurezza, ma con gli stessi rischi di deterioramento in caso di esposizione a temperature e umidità elevate. 

COMMENTI