Industria e Finanza

Coronavirus
McLaren: in programma il taglio di 1.200 posti di lavoro

Coronavirus
McLaren: in programma il taglio di 1.200 posti di lavoro
Chiudi

La McLaren ha annunciato il taglio di 1.200 posti di lavoro, oltre un quarto degli occupati, nell’ambito di una ristrutturazione aziendale necessaria dopo il duro impatto della crisi economica generata dal coronavirus. La misura – ha precisato il costruttore - interesserà tutti i rami dell’azienda, compresa la divisione sportiva.

“Non c’era altra scelta”. Il provvedimento è piuttosto pesante considerato anche il numero complessivo di dipendenti della McLaren, circa 4.000 persone, ed è stato attuato a seguito di una concatenazione di eventi sfavorevoli: non solo la sospensione forzata delle attività produttive e delle vendite in tutto il mondo durante il lockdown, ma anche la cancellazione dei grandi eventi sportivi: congiunture che hanno avuto un effetto improvviso sulle entrate della Casa inglese. “È una misura che abbiamo cercato di evitare lavorando duramente, avendo già intrapreso iniziative per il contenimento dei costi in tutte le aree del nostro business – ha detto il presidente esecutivo della Casa di Woking, Paul Walsh – ma non abbiamo altra scelta”.

COMMENTI

  • Il brand McLaren come automobili c'è stabilmente da 15 anni, la Ferrari invece da più di 70 anni, è logico che la Ferrari sia un po' più strutturata della McLaren e cmq anche i grandi gruppi come Renault, Fca e Ford stanno chiedendo miliardi di euro in prestiti e licenziando migliaia di persone.
  • la differenza con Ferrari e' anche in questo...Ferrari si occupa della stessa fetta di mercato, eppure questi problemi non li ha.
     Leggi le risposte