Industria e Finanza

Guida autonoma
Elon Musk: "Raggiungeremo il livello 5 entro la fine dell'anno"

Guida autonoma
Elon Musk: "Raggiungeremo il livello 5 entro la fine dell'anno"
Chiudi

La Tesla sarebbe vicina a introdurre sulle proprie vetture le tecnologie di guida autonoma di livello 5 della scala Sae. Ad annunciarlo è il numero uno della Casa californiana, Elon Musk, intervenuto all’apertura della WAIC (World Artificial Intelligence Conference) di Shanghai: "Credo che completeremo le funzionalità basilari entro quest’anno", ha detto l’ad in un video messaggio.

Gli altri frenano, e invece Elon… La dichiarazione fa ancor più scalpore in un momento in cui l’industria automobilistica sta affrontando un periodo di crisi: da qualche tempo, infatti, le Case sembrano aver smorzato le spinte ottimistiche sul tema della guida senza conducente. Sebbene gli investimenti nelle relative tecnologie risultino sempre piuttosto alti, soprattutto nell’ottica di fornire sulle automobili standard di assistenza alla guida e di sicurezza attiva sempre più elevati, gli addetti ai lavori pronosticano tempi lunghi per l’introduzione su strada, se non in contesti estremamente semplificati, dei veicoli autonomi: oltre a sviluppare sistemi all’altezza nel funzionamento, infatti, c’è da superare lo scoglio della fiducia da parte degli utenti.  

Che cosa si intende. Il livello 5 rappresenta, nella scala Sae, il gradino più alto della guida automatizzata: è bene allora ricordare, per comprendere appieno la portata di quanto promesso da Musk, le implicazioni della questione. Con tale standard, al momento del tutto ipotetico visto che le auto in commercio arrivano al massimo al livello 2, il sistema di bordo (per le Tesla l’Autopilot) gestisce tutte le fasi di guida. Parliamo di una situazione in cui, di fatto, il conducente diventa un passeggero, non governa volante né pedali. Si tratterebbe, insomma, di un’auto capace di affrontare qualsiasi condizione ambientale esattamente come farebbe un umano. Un’auto che in molti sono arrivati a considerare utopia, ma non quel visionario di Elon Musk.  

COMMENTI

  • Anche se sara' possibile in teoria, non credo che vedremo il Livello 5 per molti anni. La mia Model 3 e' perfettamente in grado in California, di portarmi QUASI autonomamente dove devo andare. Basta inserire nel GPS l'indirizzo e poi inserire il "pilota automatico". In autostrada quando c'e' davanti un'auto piu' lenta, mette la freccia, la supera e poi inserisce nuovamente la freccia per ritornare nella corsia di destra. Esce all'uscita giusta inserendosi perfettamente nella corsia di uscita. Non ho idea di come affronterebbe un casello, poiche' qui non esistono. Da un paio di mesi a questa parte sulle strade statali riconosce i semafori, e a quelli rossi si ferma, mentre a quelli verdi rallenta e procede. Riconosce anche i segnali di stop. Detto cio' non mi fiderei a lasciae l'auto guidarmi mentre guardo un film o leggo emails. Per il momento (e per molti anni ancora) la guida automatica e' a mio avviso uno strumento fantastico per evitare incidenti e guidare piu' rilassati. Io la uso moltissimo e la consiglio a chiunque viaggia in autostrada o in trffico intenso. Sapere che l'auto si fermera' prima di una collissione anche se ho avuto un attimo di distrazione, e' a mio avviso molto utile. Non dover essere preoccupato in una zona che non conosco, di sbagliare una uscita autostradale, e' molto utile. Non avere piu' i "punti morti" degli specchietti retrovisori e' almeno altrettanto utile che avere una telecamera posteriore. Non dimentichiamoci che noi umani abbiamo solo 2 occhi, mentre la mia Model 3 ha (credo) 8 telecamere e 3 radar!!! Sono certo che se usato con coscienza l'autopilot sara' in grado di evitare moltissimi incidenti. Per quanto concerne il Livello 5 credo saranno necessarie molte nuove infrastrutture capici di comunicare con le auto. Probabilmente i miei nipotini non avranno piu' bisogno della patente, e le auto non avranno piu' il volante, ma questo non avverra' per ancora molti anni.
  • Colgo l'occasione per commentare sulla prova della Tesla Model 3 nel numero di Luglio di Quattroruote. Ho trovatola prova fuorviante, non per il contenuto ma per quello che non e' stato detto. Innanzitutto, la prova relegata nella zone QE e con meno pagine dedicate che alla Lancia Y e addirittura alla Mercedes GLA (!). Poi ho notato come si sia sorvolato proprio sulla parte piu' importante, ADAS (come li chiamate voi) ecidentemente un punto di forza della Model 3. Proseguendo, a spazi di frenata eccellenti, non corrispondono le prove di frenata ripetuta. Visto che in passato questo era stato indicato come punto dolente, mi sarei aspettato una verifica. L'assenza mi fa sospettare che le prove abbiano dato esito positivo ma non si sia voluto pubblicare i risultati. Veniamo ai dati di consumo/efficienza. Qui non si poteva non riportare i numeri e rivelare che la Model 3 e' incredibilmente efficiente. Pero' quando si citano i tempi di ricarica si omettono i tempi con il Supercharger. Stessa cosa quando si indicano i costi: sebbene nel testo venga specificato che il supercharger costa 0.30€/Kwh, i costi riportati sono o quelli domestici o quelli a colonnina da 50Kwh. Si conferma cosi' l'imperterrita e diabolica posizione di Quattroruote contro l'elettrico, in particolare Tesla. I dati piu' positivi non sono citati, i fatti piu' importanti non menzionati, si tratta di una vera e propria campagna ad ampio raggio, a cui aggiungo, come esempio il recente articolo in cui si titolava che secondo i dati ARPA la prima fonte di inquinamento in Lombardia non e' il traffico (https://www.quattroruote.it/news/ecologia/2020/06/30/smog_la_lombardia_assolve_il_traffico_non_e_la_prima_causa_di_inquinamento_.html). Peccato che i dati riportati nello stesso articolo dicessero esattamante il contrario e cioe' che e' il traffico la principale causa di NOx e PM10. Ho poi controllato la firma nell'articolo, Rosario Murgida, sempre lui, fuorviante e selettivo nel riportare fatti e confonde il commento con la notizia oltretutto dimostrando di non sapere fare moltiplicazioni e divisioni. Pessimo giornalismo.
  • Se devo farmi trasportare prendo un taxi.
  • PIC, ormai anche i bimbi sanno che un computer elabora si più velocemente di un uomo ma solo se è stato precedentemente istruito, perchè per il resto è estremamente ignorante. Quindi se l’auto sta operando in una situazione “conosciuta” ma una di queste variabili cambia si trova in stallo perchè non sa quale decisione prendere. Al contrario la mente umana rielabora la situazione e trova una soluzione. Il Divino sta creando un enorme “database” di situazioni pensando di ricrearle tutte. Ma una grande boiata perchè è un lavoro infinito e non ti da la sicurezza di calcolare tutte le varianti. Infatti di tutte le miglia che si vantano di avere dalla loro flotta, il 98% dei quei dati è praticamente inutilizzabile perchè è ripetitivo e non offre niente di diverso di quello che già hanno computerizzato. Quindi sono costretti a perdere un sacco di tempo a ricreare le situazioni che potrebbero accadere. Ma ripeto è un lavoro inutile e della cavolo perché è stato provato che se in una strada dove l’autopilot affronta correttamente tutti i giorni ma la sera prima si è creata una buca abbastanza deleteria sulla traiettoria della curva (esempio per l’asfalto staccato dalla pioggia o lavori stradali) , di fatto l’auto la prende in pieno perchè non la riconosce creando una situazione rischiosa sia per l’auto (cerchi e ammortizzatori) che probabilmente di una leggera perdita di aderenza con rischio di urto con i veicoli che procedono nella direzione opposta. Inutile dire che un umano allargherebbe di quel che basta per schivare la buca salvando cerchio e ammortizzatore. Questo è solo uno dei milioni di situazioni incalcolabili. Ma si sa, a questo mondo piu le spari grosse e più hai pubblico…
  • Fra poco sarà pronto........ma prima di vederla su strada ci vorrà MOLTO
  • Vede Dal Bosco nonostante tutto io, rispetto a lei e al suo amico, sono un signore. Le evito, per questa volta, ogni tipo di insulto e di sput-------to, guardi questa foto e se la sogni la notte. https://imgur.com/a/1lN1FKx Per quanto riguarda il livello 5 tutti, e ripeto tutti, riescono a far andare la macchinina da sola. Il vero problema è la sicurezza, ovvero trovare degli algoritmi che riescano a recepire/intervenire/risolvere in SICUREZZA appunto qualsiasi, e ripeto qualsiasi, situazione come farebbe una sana mente umana. Tutte le migliori menti di questo pianeta sono concordi che senza una vera AI al pari di quella umana questo nodo non potrà essere risolto. Quello che si sta facendo ora è solo quello di avvicinarsi il più possibile diminuendo sempre più il margine di errore. Quindi anche il fatto di dire che hai un'auto di livello 5 è una emerita baggianata, infatti il Divino non a caso ci cavalca sopra, perchè neanche il protocollo ufficiale di classificazione riesce a trovare/elencare tutte le specifiche per dire che sarà infallibile e quindi di vero livello 5. Solo che le persone, industrie, serie prima di sparare cazzate preferiscono testarlo a dovere. I Divin ciarlatati invece sparano proclami, mai concretizzati, per far parlare di se e trarne vantaggio e usano i clienti come beta tester. Inoltre Dal Bosco io prima di vantarmi della situazione di borsa risolverei gli innumerevoli problemi gestionali e qualitativi perchè andare in giro a dire di essere l'azienda di maggior valore al mondo e avere pessime carenze gestionali, di servizio e produttivo fa solo ridere. E le cose stanno cambiando, in Norvegia caro Dal Bosco da gennaio a oggi l'EV più venduto è una certa E-tron che voi avete definto pachiderma e inefficiente. E' un piccolo ma preciso segnale. A dimostrare il fatto che la gente non ha le fette di salame sugli occhi e non si accontenta solo di un hard disk, seppur tecnologico, su ruote.
     Leggi risposte
  • Il livello 5 della Koala Car funziona bene, dunque non è cosa non fattibile. Però è necessario prima lo step "precedente", trovo invece corretto non spingere il livello 3.
     Leggi risposte
  • Vabbè, ciao core.
  • e chi se ne frega...
  • Musk ha successo, come dimostra il Nasdaq. E Buratti gli dà del ciarlatano. Al solito, il bue che dice cornuto all'asino.
  • Il solito Buratti, l’odiatore seriale di Elon Musk ed amante di ogni fake-news che riguardi la Tesla. Come quella dei interni parzialmente “marroni” della Model 3, anche se sono disponibili unicamente in bianco o nero 🤷🏻‍♂️ riguardo alla storia del livello 5, Musk ha creato tempo fa una società che si occupa del sviluppo dell’intelligenza artificiale. Una certa MICROSOFT partecipa attivamente al progetto ed ha investito 1 miliardo di dollari in questo ulteriore “sogno” di Musk. Come dubitare di lui, ha creato PayPal, Tesla, Solar City e tante altre società, non dimentichiamoci di SpaceX, missione Marte 🚀 se questi non sono capaci di sviluppare la tecnologia che permette d’arrivare al livello 5, chi altri❓Vorrei giusto ricordare, che i costruttori d’automobili tutti, sono costretti ad acquistare la tecnologia necessaria presso aziende esterne ... ps. forse è il momento di dare un occhiata al valore in borsa della Tesla ...
  • Non capisco anziché sparare missili nello spazio e sparare delle frasi del genere, perché non produce elettriche di segmento B e C tali da far (anche) "lievitare" ancor più il "suo" titolo in borsa....
     Leggi risposte
  • Secondo la scala Sae il livello di automazione 5 non prevede più il posto di guida, tutti gli occupanti del veicolo sono di fatto passeggeri "passivi". Credo che per raggiungere un sistema simile serva che tutte le infrastrutture fisse possano colloquiare coi veicoli in transito e che questi comunichino tra loro, in caso contrario ritengo che le casistiche diverse che possono presentarsi nella normale circolazione aperta siano miliardi e miliardi e difficilmente un singolo veicolo sia oggi in grado di governarle autonomamente. .............. Come noto, le nuove linee di Metrò urbano sono ormai di fatto tutte senza più il conducente, ma oltre che viaggiare su rotaia la loro movimentazione è supervisionata da un operatore da una postazione consolle remota. A Parigi si sono sperimentate delle navette elettriche, viaggianti su gomma e a guida libera, per collegare le 2 stazioni ferroviarie di Lyon e Austerlitz (una di fianco all'altra ma separate dal fiume Senna), queste navette viaggiano si liberamente ma dentro un percorso isolato dal resto del traffico, devono badare solo ad eventuali pedoni che attraversassero (impudentemente) la loro corsia riservata, non incrociano altri veicoli......
  • Secondo la scala Sae il livello di automazione 5 non prevede più il posto di guida, tutti gli occupanti del veicolo sono di fatto passeggeri "passivi". Credo che per raggiungere un sistema simile serva che tutte le infrastrutture fisse possano colloquiare coi veicoli in transito e che questi comunichino tra loro, in caso contrario ritengo che le casistiche diverse che possono presentarsi nella normale circolazione aperta siano miliardi e miliardi e difficilmente un singolo veicolo sia oggi in grado di governarle autonomamente. .............. Come noto, le nuove linee di Metrò urbano sono ormai di fatto tutte senza più il conducente, ma oltre che viaggiare su rotaia la loro movimentazione è supervisionata da un operatore da una postazione consolle remota. A Parigi si sono sperimentate delle navette elettriche, viaggianti su gomma e a guida libera, per collegare le 2 stazioni ferroviarie di Lyon e Austerlitz (una di fianco all'altra ma separate dal fiume Senna), queste navette viaggiano si liberamente ma dentro un percorso isolato dal resto del traffico, devono badare solo ad eventuali pedoni che attraversassero (impudentemente) la loro corsia riservata, non incrociano altri veicoli......
  • Se queste sono le premesse...Alleluja... https://electrek.co/2020/06/25/tesla-autopilot-confuses-burger-king-stop-signs-ad-campaign/
  • Si, ma c'è il trucco degno del Divin Ciarlatan... Notare quella piccola parola introdotta nella frase tra il losco e il fosco : "basilari". Tradotto, per lui basta far vedere che l'auto cammina da sola su un percorso per gridare al miraculo : Avemus autonomus guidas...Poi se qualche allocco trascinato dall'entusiasmo lo troveranno spatasciato contro un camion o contro un'auto ferma in colonna sono sottigliezze.



  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg Giro di pista - Tesla Model 3 ecco il tempo a Vairano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-pista-tesla-model-3-awd-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg Tesla Model 3: la prova STRUMENTALE definitiva http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/tesla-model-3-la-prova-strumentale-definitiva- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg Tesla Model 3: fra poco arriva in Europa! http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-tesla-model-3-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg Tesla Model 3, l'abbiamo guidata in anteprima! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/anterpima-ecco-la-tesla-model-3-su-strada- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg La nuova Tesla Model X in prova! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-tesla-model-x-in-prova Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg Il crash test IIHS della Tesla Model S http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-iihs-della-tesla-model-s1 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg Il nuovo sistema Tesla punta alla guida autonoma http://tv.quattroruote.it/news/video/il-nuovo-sistema-tesla-punta-alla-guida-autonoma News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg La nostra prova della Tesla Model S P90D Performance http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/prova-tesla-model-s-p90d Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg Elon Musk presenta la nuova Tesla Model 3 http://tv.quattroruote.it/news/video/elon-musk-presenta-la-nuova-tesla-model-3 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16840/poster_002.jpg Tesla: la Model S per i bambini costa 500 dollari http://tv.quattroruote.it/news/video/tesla-la-model-s-per-i-bambini-costa-500-dollari News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca