Industria e Finanza

Volvo
Vendite in calo nel primo semestre, ma le stime per il 2020 non cambiano

Volvo
Vendite in calo nel primo semestre, ma le stime per il 2020 non cambiano
Chiudi

Il 2019 è stato un anno record per la Volvo, che ha venduto oltre 700 mila auto in tutto il mondo. Lo ha sottolineato il presidente e ad del gruppo Håkan Samuelsson durante la presentazione dei risultati finanziari, tenutasi a Bruxelles e trasmessa in diretta streaming. “Cresciamo in tutti i nostri mercati principali, in Cina, negli Stati Uniti e in Europa. Naturalmente siamo stati colpiti anche noi dal coronavirus nel primo semestre del 2020, ma manteniamo il nostro outlook positivo per vendite e margini nel 2020. Non ridurremo gli investimenti in elettrificazione, infotainment, guida assistita e connettività” sottolinea il numero uno della Casa svedese. I nuovi modelli elettrici, prosegue Samuelsson, “ci aiuteranno, insieme alle ibride plug-in, a non pagare alcuna multa a livello europeo e a raggiungere i nostri obiettivi di sostenibilità, che sono quelli di ridurre il carbon footprint dell’intero ciclo di vita delle nostre auto entro il 2025, agendo sia sulle emissioni delle vetture (-50%), sia su quelle delle fabbriche (-25%). La sostenibilità è per noi un obiettivo primario, come lo fu, ed è tuttora, la sicurezza”.

2020_Punti_salienti_2019_Volvo

2019 in crescita. A presentare i positivi numeri del 2019 è stata Carla De Geyseleer, direttrice finanziaria della Casa: “Siamo cresciuti nelle vendite del 9,8% sul 2018, raggiungendo quota 705 mila auto, con ricavi pari a 26,7 miliardi di euro (+8,5%), diventando così la seconda azienda più grande della Svezia. Il margine è cresciuto dello 0,8%, mentre il flusso di cassa è arrivato a 1,1 miliardi di euro. Il tutto grazie anche a una riduzione dei costi nel secondo semestre e alla continua collaborazione con il gruppo Geely che ci ha permesso di continuare negli investimenti". Elettriche e ibride plug-in sono arrivate al 9% delle vendite totali, valore che sale al 18% in Europa, principale mercato mondiale per la Volvo.

2020_volvo_2019_risultati_Cfo

Il primo semestre del 2020. La Volvo ha chiuso i primi sei mesi di quest'anno con un calo dei ricavi del 14,1% per un totale di 11,6 miliardi di euro, 96,6 milioni di euro in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Dati negativi dovuti principalmente al coronavirus che, però, non hanno modificato le previsioni del brand, soprattutto per via dell'aumento del market share in diverse regioni tra cui Cina, Stati Uniti ed Europa. Da segnalare l'importante crescita delle versioni ibride plug-in Volvo Recharge, le cui vendite sono salite del 79,8%.

2020_Volvo_outlook

COMMENTI