Industria e Finanza

Volkswagen
Winterkorn, nuove accuse per frode commerciale organizzata

Volkswagen
Winterkorn, nuove accuse per frode commerciale organizzata
Chiudi

L'elenco di accuse che Martin Winterkorn dovrà affrontare a seguito del Dieselgate è stato ulteriormente ampliato. I pubblici ministeri della Procura di Braunschweig, infatti, hanno aggiunto ai capi d'imputazione già noti anche la frode commerciale organizzata. Tramite il suo avvocato, l'ex amministratore delegato del gruppo Volkswagen ha negato l'accusa.

Il processo. L'ex numero uno di Wolfsburg è sotto processo dal settembre del 2018 insieme ad altri quattro manager del gruppo tedesco per lo scandalo emissioni. Tra i vari reati per il quale è accusato vi sono anche l'evasione fiscale, la frode aggravata, l'abuso d'ufficio e la violazione della legge contro la concorrenza sleale.

Innocenti fino a prova contraria. Pur non essendo più sotto accusa, la Volkswagen ha comunque sottolineato che tutti gli accusati sono innocenti fino a prova contraria, ricordando inoltre di aver adottato nuove misure di controllo per verificare la conformità dei prodotti a seguito dello scandalo emissioni.

COMMENTI