Industria e Finanza

BMW
Lo stabilimento di Monaco è pronto a costruire la nuova i4

BMW
Lo stabilimento di Monaco è pronto a costruire la nuova i4
Chiudi

Lo stabilimento della BMW a Monaco è pronto ad avviare la produzione in serie dell'elettrica i4. Dopo una pausa forzata, necessaria per effettuare le operazioni di ristrutturazione e conversione della fabbrica, è stata riavviata l’attività di assemblaggio dei veicoli e il sito tedesco si appresta quindi a vivere l’alba di una nuova era: sulle stesse linee dedicate alla costruzione dei modelli con motorizzazioni tradizionali, infatti, verrà qui realizzata anche l’inedita coupé a zero emissioni.

Evoluzione hi-tech. L’operazione di ammodernamento ha richiesto, nel complesso, un investimento di 200 milioni di euro. Nelle ultime settimane, questo cambiamento ha comportato una sfida notevole per i tecnici incaricati dell’aggiornamento delle strumentazioni: lavorare in spazi ridotti e rimuovere in tempi celeri i vecchi macchinari per favorire l’installazione dei nuovi componenti. La disposizione di questi ultimi è stata ottimizzata grazie a un lavoro pregresso di progettazione digitale, effettuato col supporto del feedback fornito dagli stessi addetti ai lavori, che hanno potuto visionare gli ingombri dei nuovi strumenti attraverso la realtà immersiva offerta da moderni occhiali per la realtà virtuale.

Ottimizzazione produttiva. L’ecosistema produttivo è stato pensato per risultare il più efficiente possibile. A tal proposito, gran parte dei componenti della carrozzeria della i4 sarà realizzato utilizzando macchinari già in uso per gli altri modelli. Al contempo, invece, l’assemblaggio del pavimento e della porzione posteriore del veicolo richiederanno degli specifici sistemi aggiuntivi. Questo perché la trazione elettrica e la batteria ad alto voltaggio necessitano di architetture differenti da quelle convenzionali. Il pacco batterie da 550 kg, per esempio, verrà montato sul corpo vettura da un nuovo sistema di assemblaggio completamente automatizzato. Un sistema che, tra l’altro, impiega delle telecamere per verificarne il corretto posizionamento.

Controlli digitali. Poiché il numero di sistemi di assistenza alla guida, equipaggiamenti di sicurezza e funzionalità di connettività aumenta costantemente, i test funzionali delle varie innovazioni e tecnologie a bordo delle vetture, durante la fase di produzione, stanno diventando sempre più complessi. Al fine di soddisfare i requisiti di qualità sempre più severi, lo stabilimento di Monaco sta facendo un uso maggiore dei sistemi di assemblaggio e collaudo collegati digitalmente. Gli articolati processi logistici e di produzione, inoltre, sono supportati da numerose soluzioni di digitalizzazione e altri strumenti interconnessi.

Spazio (anche) alle sportive. Durante la conversione dello stabilimento, nelle ultime settimane, l'attenzione si è concentrata principalmente sull'integrazione della BMW i4 nei sistemi di produzione esistenti. Al contempo, sono stati preparati anche dei sistemi e processi per lo sviluppo in serie della nuova BMW M3, che sarà realizzata sulla stessa linea.

COMMENTI