Industria e Finanza

Gruppo Volkswagen
La Bentley potrebbe passare sotto il controllo dell'Audi

Gruppo Volkswagen
La Bentley potrebbe passare sotto il controllo dell'Audi
Chiudi

Da alcuni giorni i brand di lusso del gruppo Volkswagen sono oggetto di indiscrezioni relative al loro futuro, secondo le quali la Lamborghini potrebbe essere quotata in Borsa, la Ducati ceduta a terzi e la Bugatti trasferita alla Rimac, società croata che vede tra i suoi maggiori azionisti la Porsche. Della Bentley si è scritto ben poco, almeno fino a ieri. La rivista specializzata tedesca Automobilwoche ha, infatti, fornito un ulteriore dettaglio sul programma di riorganizzazione del costruttore di Wolfsburg e sul destino della Casa di Crewe.

Una nuova Suv a fianco della Bentayga. In sostanza, la Bentley sarebbe destinata a diventare una società controllata direttamente dall'Audi, che in tal modo avrebbe la piena responsabilità del brand britannico e otterrebbe una sorta di risarcimento per la perdita dei due marchi italiani: la Lamborghini e la Ducati sono, infatti, sotto il cappello di Ingolstadt, dove potrebbe finire anche la Bentley, che per ora è affidata alle cure di Oliver Blume, attuale numero uno della Porsche. Secondo i rumors, il passaggio sotto l'egida del marchio dei Quattro anelli, dove l'amministratore delegato dell'intero gruppo, Herbert Diess, ritiene che la Bentley possa avere più possibilità di sviluppo anche grazie a maggiori sinergie sul fronte dei modelli, dovrebbe avvenire l'anno prossimo. Secondo Automobilwoche, la Casa di Crewe potrebbe sfruttare le tecnologie dell'Audi per produrre una nuova Suv da affiancare alla Bentayga già in gamma. 

Decisione a breve? Per ora non sono arrivate né conferme né smentite a tali indiscrezioni, così come nulla di ufficiale è emerso sul destino degli altri tra brand di lusso. Molto probabilmente una decisione potrebbe essere presa a breve. Il consiglio di gestione del gruppo Volkswagen è solito definire a novembre il budget e le strategie future da sottoporre al via libera dell'organo di vigilanza. Negli anni scorsi, il periodo autunnale è stato spesso cruciale per alcune decisioni di importanza strategica, come il caso della vendita della Ducati alla Harley-Davidson saltata all'ultimo istante per l'opposizione dei rappresentanti sindacali tedeschi. Tutte le indiscrezioni, in attesa di conferma, rafforzano comunque l'ipotesi che i vertici aziendali di Wolfsburg stiano lavoro su un ampio e articolato programma di razionalizzazione e ristrutturazione delle attività dell'intero gruppo Volkswagen: un piano incentrato sulla ricerca di sinergie tra i brand, sull'efficientamento, sulla riduzione della complessità operativa e quindi su una maggior redditività. Obiettivi, questi, resi ancor più necessari dalle conseguenze della crisi e dalla volontà di imprimere un colpo di acceleratore ai progetti per elettrificazione, digitalizzazione e guida autonoma. 

COMMENTI

  • la caduta delle foglie sfronda pure la pianta vag e passare sotto audi diventa l'anticamera per la vendita. disastrosa la campagna tedesca in uk, proprio come quella in usa di daimler