Hyundai: nel 2021 si amplieranno la gamma delle Suv e quella sportiva - Quattroruote.it
Industria e Finanza

Hyundai
Nel 2021 si amplieranno la gamma delle Suv e quella sportiva

Hyundai
Nel 2021 si amplieranno la gamma delle Suv e quella sportiva
Chiudi

Presentando la nuova Tucson per gli Stati Uniti, con un primo assaggio anche della variante N-Line, la Hyundai ha comunicato alcune novità relative alle proprie attività, non soltanto americane. Le principali riguardano il rinnovamento e l’espansione della famiglia delle Suv lungo tutto il corso del 2021, ma anche l’imminente potenziamento della gamma sportiva attraverso il lancio di ulteriori modelli a marchio N. Il costruttore, poi, ha annunciato il rilascio della piattaforma per l'infotainment e la connnettività sviluppata con Nvidia, che sarà installata su tutti i nuovi modelli Hyundai, Kia e Genesis a partire dal 2022. E ha fissato un orizzonte per l’ambizioso progetto dei "taxi volanti", prevedendone le prime applicazioni "entro il 2028 o anche prima".

2020-hyundai-novità-003

La Suv elettrica Ioniq 5 e le altre. Partendo dal prodotto, la strategia commerciale della Hyundai varia su più fronti sotto il profilo delle propulsioni, dalla benzina all’ibrido tradizionale passando per il plug-in e l’elettrico puro. Ma, com’è inevitabile, il costruttore si concentra soprattutto sui modelli più in voga, ovvero quelli a ruote alte: in tutto, l’anno prossimo verranno lanciate 12 novità tra Suv e pick-up, includendo nel conteggio anche i restyling e inedite proposte frutto dell’elettrificazione. I debutti interessano la Tucson, la Santa Fe, la Kona, il pick-up Santa Cruz e la sport utility elettrica Ioniq 5, derivata dalla 45 Concept e realizzata su una piattaforma progettata ex novo per le elettriche del marchio Ioniq.

Un'iniezione di cavalli. L’espansione sul mercato sarà alimentata anche da vetture sportive o sportiveggianti: in questo senso, il costruttore coreano ha promesso tre nuove varianti N e quattro proposte N Line da qui al 2022, che interessano la gamma a stelle e strisce e non solo. La prossima Hyundai ad alte prestazioni sarà infatti la Elantra N, ma sulla rampa di lancio ci sono anche due Suv, che potrebbero essere la Kona N (i cui collaudi sono ben avviati) e la Tucson N.

2020-hyundai-novità-002

Con Nvidia la sicurezza salirà di livello con gli aggiornamenti. Per il prossimo futuro, il gruppo Hyundai sta compiendo passi importanti anche sul fronte della connettività e dell’intelligenza artificiale: la partnership tecnologica con Nvidia, attiva dal 2015, ha dato vita a una piattaforma per l’infotainment di nuova generazione, denominata Ivi (In Vehicle Infotainment) che verrà declinata su tutta la gamma, dai modelli d’accesso alle proposte premium. Alla base ci sono un’architettura informatica centralizzata e un sistema operativo che promettono di migliorare sensibilmente l’esperienza a bordo, grazie all'autoapprendimento ("deep learning") e a una connettività potenziata che amplierà l’offerta di servizi in auto, sempre più tarati sulle preferenze apprese dagli utenti. Il sistema permetterà alle vetture coreane di dialogare con le infrastrutture, mentre gli sviluppi nell’intelligenza artificiale andranno a migliorare anche la sicurezza attiva, con nuove funzionalità che potranno essere implementate tramite aggiornamenti lungo tutto il ciclo di vita del veicolo.

2020-hyundai-novità-004

Taxi al decollo nel 2028. Il presidente e ad della filiale americana della Hyundai, José Munoz, si è poi soffermato sulla partnership con Uber per il "taxi volante", un progetto presentato al Ces di Las Vegas lo scorso gennaio. Secondo Munoz, questo servizio sarà operativo negli aeroporti di Los Angeles e New York (JFK) "nel 2028, o anche prima". Il manager ha ricordato che la Casa sta già sviluppando "dispositivi volanti", alimentati da batterie e spinti da motori elettrici, che potranno trasportare cinque o sei passeggeri dai centri città agli aeroporti in poco tempo, sorvolando il traffico.

Ulteriori investimenti nella robotica. Infine, proprio nelle ultime ore hanno preso corpo voci che riguardano nuove acquisizioni da parte del gruppo coreano in ambito tecnologico: la Hyundai starebbe infatti per assumere il controllo della Boston Dynamics, importante società americana di ingegneria e robotica appartenente al gruppo Softbank. La trattativa, che metterebbe sul piatto una cifra di almeno un miliardo di dollari, non è stata al momento confermata dalle parti interessate, trincerate nella diplomazia di rito. Per ora, la Hyundai ha semplicemente dichiarato di voler "esplorare possibili opportunità di investimenti e partnership", mentre la Boston Dynamics ha sottolineato l'interesse di "nuovi partner ad avere rapporti commerciali più stretti".  

COMMENTI