Industria e Finanza

Alpine
Diventerà il reparto sportivo della Renault

Alpine
Diventerà il reparto sportivo della Renault
Chiudi

Luca De Meo ha già delineato da tempo la strategia per la rinascita del gruppo Renault, che passerà anche dalla crescita della Alpine. I piani ambiziosi del nuovo ceo prevedono anche un ritorno in grande stile nel mondo delle corse e la creazione di una gamma di prodotti completa. In poche parole, il manager italiano punta a mettere in atto una sorta di spin-off al contrario: il marchio di Dieppe, da sempre separato dalla Renault, continuerà a produrre modelli esclusivi, ma firmerà anche le versioni sportive delle vetture della Losanga, come già fatto in passato con la Renault 5 Alpine, proposta anche in versione Turbo.

2020-Alpine-03

Parallelismi. In pratica non si tratterà esattamente di una manovra come quella già vista negli scorsi anni per il brand Cupra - distaccatosi dalla Seat con modelli derivati dalla serie e vetture inedite, come la Formentor - ma di un'operazione più simile a quella fatta dalla Mercedes-Benz con la sua branca sportiva, la AMG. I tedeschi, infatti, utilizzano il marchio di Affalterbach per produrre vetture esclusive, come la AMG GT, e rivisitazioni ad alte prestazione dei modelli di serie. Oltre a questo, a Stoccarda utilizzano il brand AMG Line per vendere delle auto che, pur non essendo caratterizzate da una meccanica sportiva, hanno un look grintoso derivato dalle vere AMG. Ecco, questa, in poche parole sarà la strategia della Alpine: produrre auto di nicchia - come la A110 e, probabilmente, altre sportive -, creare versioni pepate delle Renault di serie, "à la R.S." come direbbero a Dieppe, e firmare anche gli allestimenti estetici più dinamici del listino.

2020-Alpine-05

Obiettivo margini. Il perché di questa scelta è presto detto. De Meo punta a incrementare i margini operativi e per farlo vuole rispondere alle richieste di quella clientela che brama vetture cariche di accessori, dotazioni e dettagli estetici personalizzati. È proprio sulle versioni più ricche che le case automobilistiche riescono a spuntare i guadagni più elevati: i costi di ingegnerizzazione e di produzione sono solo lievemente superiori a quelli dei modelli base, ma il prezzo di listino è ben più alto. D'altronde il mercato parla da sé: i giovani (e non solo, ndr) aspirano a vetture dal look grintoso, non solo nella carrozzeria, ma anche in dettagli come possono essere cerchi, paraurti e sedili. Negli ultimi anni, infatti, il mercato è stato invaso da decine di allestimenti ispirati ai modelli sportivi: S line, M Sport, R-Line, R-Design, GT Line, GR Sport, N Line e chi più ne ha più ne metta. Presto arriverà anche la linea di accessori estetici firmata Alpine, che dovrebbe prendere il posto degli attuali allestimenti R.S. Line. Restando in tema, la sopravvivenza del brand R.S. è dunque in bilico: se le compatte sportive della Losanga saranno firmate Alpine, nei listini potrebbe non esserci più spazio per le Renault Sport. Sia chiaro, modelli come la Mégane e la Clio R.S. non dovrebbero scomparire, ma solo cambiare nome.

2020-Alpine-04

Motorsport, ritorno in grande stile. Questa strategia porterà la Alpine a tornare nel motorsport e a debuttare in diverse categorie. Oltre all'arrivo, in sostituzione della scuderia Renault, del team di Formula 1 già dalla prossima stagione, il marchio di Dieppe parteciperà anche al Mondiale Wec e, quindi, anche alla 24 Ore di Le Mans con una LMP1. Oltre a questo, tuttavia, l'arrivo nei listini della Losanga di versioni firmate Alpine porterà il marchio a tornare anche nel mondo dei rally e nelle gare in pista: la nuova generazione della Clio, infatti, è stata declinata in una variante da corsa che può essere impiegata sia per il monomarca della Casa francese, sia per altre competizioni, tra cui le corse su strada e sterrato grazie ad appositi kit di modifica.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Alpine - Diventerà il reparto sportivo della Renault

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it