Industria e Finanza

Ferrari
Smentita l'ipotesi di un ritorno di Domenicali

Ferrari
Smentita l'ipotesi di un ritorno di Domenicali
Chiudi

La Ferrari ha comunicato solo da poche ore la decisione dell’amministratore delegato Louis Camilleri di rassegnare le dimissioni, ma già circolano i nomi del possibile successore del dirigente maltese. Tra questi figura anche una vecchia conoscenza di Maranello: Stefano Domenicali, entrato nell’azienda emiliana nel 1991 e arrivato al ruolo di responsabile della Scuderia prima di dimettersi nel 2014 per passare prima all’Audi e poi alla Lamborghini. Domenicali, però, non è intenzionato a fare ritorno alla Ferrari, anche alla luce del suo imminente ingresso nella società che gestisce la Formula Uno nelle vesti di presidente e amministratore delegato

La smentita. “Stefano arriverà in Formula 1 il primo gennaio e non vede l'ora di affrontare questa nuova ed entusiasmante sfida. Qualsiasi voce o speculazione di altro genere è del tutto sbagliata”, ha affermato un portavoce del circus, smentendo così alcuni rumor scatenati stamattina da una ricostruzione del Sole 24 Ore. Il sito del quotidiano confindustriale ha, infatti, ricordato che “in passato, tra i papabili (candidati al ruolo di ad del Cavallino, ndr) si erano inseguite le voci” non solo su Domenicali ma anche su Vittorio Colao (ex numero uno della Vodafone), Diego Piacentini e Luca Maestri della Apple. Tutti nomi già circolati, soprattutto due anni fa, in occasione della prematura scomparsa di Sergio Marchionne

L’iter della successione. Sarà comunque compito del consiglio di amministrazione individuare il nuovo timoniere della Casa di Maranello (il presidente John Elkann ha assunto l’incarico solo in via temporanea). La relativa procedura è già sta avviata e un primo passo sarà fatto probabilmente la prossima settimana, quando il consiglio, nel corso di una riunione già prevista in calendario, affronterà per la prima volta la questione delle dimissioni di Camilleri. Per ora non sono state fornite indicazioni sulle tempistiche della scelta. Secondo la Reuters, il processo di selezione “non sarà affrettato e prenderà il tempo necessario” per giungere alla migliore soluzione. Intanto, l’avvicendamento al vertice non ha scatenato particolari timori tra gli investitori, come spesso avviene in situazioni del genere. A Piazza Affari, nonostante il contesto di un mercato in territorio negativo, le azioni della Ferrari trattano intorno alla parità, a dimostrazione di quanto l’annuncio di ieri sera non abbia prodotto alcuno scossone. D’altro canto, secondo gli analisti di diverse banche d’affari la Casa di Maranello può contare su una strategia ben delineata, che non verrà alterata dall’arrivo di un nuovo amministratore delegato.

COMMENTI

  • Da più parti come nuovo AD si legge il nome di Manley, il quale verrebbe "riciclato" in Ferrari dopo la "defenestratura" in luogo di Tavares nella nascente Stellantis. ....... Vedremo prossimamente se l'ipotesi è veritiera o "fantamercato"....
  • Ritengo sia più prestigioso e forse remunerativo l'incarico che avrà Domenicali il prossimo anno che rientrare in Ferrari !
  • In molti commenti qui si confonde la gestione sportiva con il costruttore di automobili o meglio di gioielli automobilistici. A tal proposito si vedano le quotazioni azionarie del Cavallino. Non fate confusione.
  • Speriamo nominino qualche politico di grande esperienza, tipo Casini o D'Alema.. ma anche il Berlusconi.. sai che pregio?
  • Pensare che Domenicali possa tornare in Ferrari dopo il modo in cui è stato cacciato lo trovo francamente grottesco.
  • Povera ferrari ormai non conta piu nulla piu la tecnologia va avanti piu rimane indietro...
     Leggi le risposte
  • Si a aspettato troppo tempo per cambiare direzione i risultato di queso anno sono stati catastrofici Le macchine non sono state messe a punto pur avendo due piloti professionali di grande capacita per correre i GP . insomma anno di desolazione per noi affezionati alla marca . Spero solo che torni al piu p'resto competitiva e con un direttore al commando con grandi capacita. di lavorare per il futuro
  • Domenicali ha appena lasciato un ramo del principale costruttore automobilistico mondiale per dedicarsi alla Formula 1 e dove probabilmente lo hanno ricoperto d'oro, che ritorni indietro alle origini appare estremamente improbabile. ....... Ferrari ad oggi è un treno lanciato a forte velocità che può viaggiare per un certo periodo anche senza conducente (o con un conducente incapace, senza far nomi) e i rischi di deragliamento restano minimi, ma prima si trova un nuovo conducente di provate esperienze al posto dell'incapace e meglio sarà per tutti....
     Leggi le risposte