Industria e Finanza

General Motors
Ces 2021: primo sguardo alla Cadillac Celestiq

General Motors
Ces 2021: primo sguardo alla Cadillac Celestiq
Chiudi

Il futuro della General Motors avrà molto a che fare con le batterie, ormai è chiaro da tempo. Meno nota, almeno fino a oggi, è però la strategia vera e propria che puntellerà l'espansione del costruttore nel mondo delle auto elettriche, illustrata dall'ad Mary Barra al Ces 2021. Nel corso dell'evento virtuale, la top manager ha infatti annunciato alcune novità, come il marchio BrightDrop per il settore delivery, nuovi modelli (l'ammiraglia Cadillac Celestiq) e visioni per i trasporti per il futuro, come i prototipi di un nuovo veicolo a guida autonoma e di un drone per la mobilità personale. Tutti tasselli di un piano che prevede già le batterie Ultium e la guida assistita per quasi tutte le Chevrolet, Cadillac, GMC e Buick che verranno.

Cadillac Celestiq: il primo teaser dell'ammiraglia elettrica

Ammiraglia celestiale. A livello di prodotto, l'annuncio più importante è quello della nuova Cadillac Celestiq, un'elettrica d'altissima gamma che, a detta del marchio americano, promette di diventare un nuovo punto di riferimento per quanto riguarda il confort di bordo e il lusso. Per il momento la Casa non ha fornito dettagli sul suo powertrain, limitandosi a confermare la presenza delle nuove batterie Ultium, di un sistema di trazione integrale e delle quattro ruote sterzanti. Per quanto riguarda lo stile, la Celestiq riprenderà alcuni tratti della Lyriq, evolvendone i concetti di design per creare una vettura dall'aspetto estremamente sofisticato, tanto all'esterno, quanto all'interno. Parlando dell'abitacolo, l'ammiraglia disporrà di un grande schermo "da montante a montante" integrato nel cruscotto, di touch screen supplementari per il controllo del climatizzatore e di due schermi con funzione privacy per i passeggeri posteriori. Ognuno degli occupanti potrà inoltre regolare tramite un pulsante la trasparenza di una porzione del tetto di cristallo (tecnicamente uno "smart glass") della vettura, una prima assoluta nel mondo dell'automobile.

2021-General-Motors-Ces-02

30 nuove elettriche in arrivo. Oltre alla Celestiq, la Cadillac lancerà anche la già annunciata Lyriq e nuovi modelli a batteria: tra questi potrebbe esserci una sportiva a due posti. La GM, infatti, ha annunciato l'arrivo di una nuova supercar a elettroni senza specificarne il marchio: la Cadillac in passato ha realizzato diversi modelli sportivi come la XLR, la cui nuova generazione potrebbe diventare a zero emissioni. Non è da escludere però che la General Motors possa lanciare una Corvette elettrica oppure un modello totalmente inedito. Restando in casa Chevrolet, entro la primavera debutteranno la versione aggiornata della Bolt e la nuova versione Euv, che presto saranno affiancate da una nuova gamma di veicoli alla spina. La GMC dopo l'Hummer EV potrebbe ampliare la propria offerta con una grande Suv a batteria, mentre in Cina la Buick lancerà nuovi modelli a zero emissioni. In totale nei prossimi anni debutteranno ben 30 elettriche pure appartenenti ai vari marchi sotto l'egida del colosso di Detroit, molte delle quali saranno Suv e crossover.

2021-General-Motors-Ces-12

Base comune. Tutti questi nuovi modelli avranno una base comune: le batterie Ultium. Pensati per adattarsi a varie tipologie di veicoli, questi accumulatori utilizzano delle celle LG con architettura scalabile: a seconda della vettura i tecnici potranno posizionare sei, otto, dieci o più moduli (fino a 24) per garantire diversi livelli d'autonomia, "fino a oltre 720 km". Il pacco batterie sarà protetto dal telaio della vettura e sarà integrato nel fondo: a esso si abbineranno diversi motori, combinabili tra loro. Le future elettriche di Detroit potranno così essere a trazione anteriore, posteriore o integrale e potranno contare su accumulatori più leggeri del 30% rispetto alla concorrenza, con una densità energetica superiore del 60% e con il 70% di cobalto in meno (sostituito dall'alluminio). I tecnici della GM sono già al lavoro su una nuova generazione di accumulatori che utilizzerà ancora meno cobalto, abbasserà del 60% i costi di produzione e garantirà un'autonomia massima compresa tra gli 800 e i 965 km.

2021-General-Motors-Ces-03

Tutte connesse. Tutti i modelli che i vari marchi della General Motors lanceranno da oggi al 2023 avranno una nuova architettura tecnologica connessa. Oltre alle funzionalità Onstar, che presto saranno affiancate da servizi assicurativi ad hoc, la GM ha sviluppato delle nuove applicazioni che verranno lanciate già in primavera e consentiranno di gestire molteplici aspetti del veicolo. Per le elettriche arriverà inoltre la piattaforma Ultifi che accompagnerà i futuri clienti già a partire dall'esperienza di acquisto: l'auto, infatti, si potrà comprare direttamente dalla stessa app con cui successivamente si potranno prenotare i tagliandi e pagare le ricariche alle colonnine. Su 22 dei veicoli che verranno lanciati nei prossimi tre anni la GM proporrà infine il sistema di guida assistita Supercruise: tra questi vi sarà anche la Bolt Euv che porterà al debutto questa tecnologia all'interno della gamma Chevrolet.

COMMENTI