Industria e Finanza

Rimac
Svelato il progetto per la nuova sede di Zagabria - VIDEO

Rimac
Svelato il progetto per la nuova sede di Zagabria - VIDEO
Chiudi

Che la piccola Rimac pensi in grande ormai non più un mistero: lo dimostra la sua storia recente, dal rafforzamento della partnership con la Porsche, dopo quella con il gruppo Hyundai, alle voci su una presunta trattativa per l’acquisto della Bugatti, e lo ribadisce il progetto appena svelato per il nuovo headquarter di Zagabria. Un complesso da 200.000 m² d’estensione, con tanto di circuito per i test e museo, ma frutto di un concept che sa molto di Silicon Valley, non a caso lo chiamano “Rimac Campus”. I lavori inizieranno entro fine anno e saranno completati, secondo previsioni, nel 2023.

2021-rimac-nuovo-campus-04

Iniziò tutto da un garage. L’azienda croata spenderà circa 200 milioni di euro per dotarsi di una casa all’altezza del suo nuovo ruolo nel panorama dell’automotive, rimanendo però fedele alle sue origini: "Solo 10 anni fa ero solo io in un garage” ha detto il ceo e fondatore, Mate Rimac “a lavorare su veicoli e componenti elettrici ad alte prestazioni. Da allora, siamo cresciuti fino a raggiungere circa 1.000 dipendenti, abbiamo stretto partnership strategiche con Porsche, Hyundai e altri, e stiamo collaborando con i più grandi nomi dell'industria automobilistica. Ma ci siamo sempre impegnati a sviluppare la nostra attività in Croazia: siamo orgogliosi di essere qui e questa sarà la nostra casa a lungo termine”.

Forza lavoro al raddoppio. A regime, il nuovo sito ospiterà fino a 2.500 addetti ed è già predisposto per ulteriori ampliamenti: costituirà la base di ricerca e sviluppo internazionale della Rimac e consentirà all'azienda di passare da prototipi e progetti in piccoli volumi a produzioni su più larga scala della sua trasmissione elettrica ad alte prestazioni e delle tecnologie per la propulsione elettrificata, che verranno fornite ai costruttori automobilistici di tutto il mondo.

Design influenzato dalla C_Two. La struttura, progettata dallo studio di architettura croato 3LHD, nel design trae ispirazione da più fonti, comprese le forme della Rimac C_Two. In tutto l’area “costruita” occuperà 100.000 m², suddivisa in due zone distinte. La sede principale ospiterà le funzioni centrali, la gestione e la ricerca e sviluppo, nonché gli uffici di Greyp, il marchio biciclette elettriche fondato anche da Mate Rimac. Un ristorante, uno showroom dedicato alle personalizzazioni dei clienti, servizi (ci sarà pure un asilo) e un museo sono inclusi, oltre ad aree ricreative, che in parte si trovano all’aperto e immerse nel verde (il Campus nasce alla periferia di Zagabria, a pochi chilometri dall’attuale sede della Rimac). All’opposto saranno situate le strutture di produzione e collaudo (progettazione, prototipazione e reverse engineering), mentre il cuore pulsante sarà lo stabilimento di produzione: i visitatori potranno assistere ad alcune fasi di assemblaggio durante i tour guidati.

COMMENTI