Industria e Finanza

Dieselgate
Germania, la Volkswagen dovrà risarcire anche i finanziamenti

Dieselgate
Germania, la Volkswagen dovrà risarcire anche i finanziamenti
Chiudi

La Volkswagen deve rimborsare i clienti che hanno contratto finanziamenti per acquisire veicoli equipaggiati con software per la manipolazione delle emissioni inquinanti: lo ha stabilito, in Germania, la Corte di giustizia federale, respingendo il ricorso presentato dalla Casa automobilistica contro una precedente sentenza, nell'ambito di uno dei tanti filoni giudiziari legati allo scandalo del dieselgate.

Il caso. In particolare, il tribunale di Karlsruhe, corte di ultima istanza nel sistema giudiziario tedesco, ha convalidato il parere di un giudice che ha imposto alla Volkswagen di rimborsare 3.300 euro e gli interessi sul prestito erogato dalla VW Bank a un cittadino tedesco che, nel 2013, aveva acquistato una Golf con il motore EA 189 finito al centro dello scandalo delle emissioni. Il veicolo è stato restituito alla concessionaria appena è scoppiato il dieselgate e il proprietario ha immediatamente chiesto un risarcimento danni. "Il cliente deve essere risarcito come se l'acquisto non fosse avvenuto", ha affermato il giudice Stephan Seiters. Dal canto suo, la Volkswagen, da sempre contraria a rimborsare gli interessi maturati, ritiene che la sentenza non sia applicabile a tutti i finanziamenti erogati per l’acquisto di una vettura.  

COMMENTI

  • Beh, almeno in Germania gli stolti che hanno comprato il loro TDI a rate saranno ricompensati.
     Leggi le risposte
  • Che forti che sono quelli di VW, ritingono che la sentenza non sia applicabile a tutti ... solo che loro indistintamente hanno truffato TUTTI i loro clienti.
     Leggi le risposte