Industria e Finanza

Guida autonoma
Walmart investe nella Cruise

Guida autonoma
Walmart investe nella Cruise
Chiudi

Walmart compie un'altra incursione nell'automotive: la multinazionale statunitense della grande distribuzione ha partecipato a un nuovo round di finanziamenti da 2,75 miliardi di dollari (2,3 miliardi di euro al cambio attuale) condotto dalla Cruise, la divisione che sviluppa tecnologie per veicoli senza conducente della General Motors

Le strategie. Walmart, un colosso da oltre 520 miliardi di dollari di fatturato e 2,2 milioni di dipendenti, ha già una presenza rilevante nel settore della guida autonoma: attualmente, infatti, può contare su partnership con diverse società, tra cui l’Argo AI della Ford, la Waymo, di proprietà della Alphabet (la casa madre di Google), e la stessa Cruise. L'obiettivo dell'azienda è di sfruttare le potenzialità dei veicoli robotizzati per la consegna a domicilio di prodotti acquistati dai suoi clienti tramite in canali digitali. A tal proposito, la Cruise ha avviato cinque mesi fa a Scottsdale (Arizona) un servizio di delivery con navette robot. 

Sempre più azionisti. L’ultima tornata di finanziamenti dell'azienda di San Francisco, controllata dal 2016 dalla GM, ha visto la partecipazione di altri investitori istituzionali, che vanno così ad ampliare un azionariato sempre più variegato. Originariamente la raccolta fondi doveva ammontare a 2 miliardi di dollari e vedere la partecipazione della Microsoft, della stessa GM e di altre realtà finanziarie, ma negli ultimi mesi il crescente interesse per i progressi della Cruise ha determinato un'espansione dell’ammontare della provvista e del parterre degli investitori, spingendo la valutazione della Cruise a superare i 30 miliardi di dollari. Tra gli azionisti della prima ora sono presenti anche le giapponesi Honda e Softbank, grazie al coinvolgimento in precedenti round di finanziamenti. 

COMMENTI