Industria e Finanza

Renault
Ricavi trimestrali ancora in calo

Renault
Ricavi trimestrali ancora in calo
Chiudi

La Renault chiude con ricavi in calo il suo quinto trimestre consecutivo, ma inizia anche a raccogliere i primi frutti della nuova strategia commerciale impostata dall’amministratore delegato Luca De Meo con il piano industriale Renaulution. Nei primi tre mesi dell’anno, la Casa della Losanga ha registrato ricavi consolidati in contrazione dell’1,1%, a 10,015 miliardi, nonostante le vendite siano cresciute di un’analoga percentuale, a 665.038 unità complessive.

Migliorano i prezzi. Tuttavia, a cambi costanti e a parità di perimetro operativo, il fatturato sarebbe risultato in crescita del 4,4% beneficiando soprattutto dell’impatto positivo di politiche commerciali sempre più orientate sulla redditività e non più sui volumi, come accadeva in passato: il mix di prezzo è infatti migliorato di 6,3 punti percentuali. Un peso rilevante, nel calo dei ricavi di gruppo, è legato anche al contributo negativo della AvtoVaz e dei servizi finanziari: al netto dell'incidenza dell’azienda russa (vendite in calo del 2,3% a 685 milioni sopratutto per l’impatto sfavorevole dei cambi), i ricavi delle sole attività automotive risultano in calo solamente dello 0,3%, a 8,566 miliardi, mentre il fatturato di Rci Bank è sceso dell’8,2%, a 759 milioni. 

Bene l’Europa. Sul fronte dei volumi di vendita, è sempre il marchio Renault a garantire il maggior contributo al gruppo francese: nel primo trimestre sono stati venduti 433.662 veicoli, l’1,3% in più rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso, quando la pandemia del coronavirus aveva iniziato a produrre i primi effetti devastanti sulla domanda. Nella sola Europa, il brand transalpino ha riscontrato un miglioramento del 2,7%, a quota 250.163 unità, grazie soprattutto alla spinta dei veicoli commerciali e delle varianti elettrificate, arrivate a contare per il 23% del totale. Tra gli altri marchi, la Dacia ha venduto 121.231 veicoli, con una crescita del 10,2% legata principalmente al lancio della nuova Sandero e alle performance della Duster. Infine sono 90.472 le vendite della Lada (-0,1%).

COMMENTI