Industria e Finanza

Stellantis
Le Maire: “Peccato che la Ferrari sia rimasta fuori dal perimetro della fusione”

Stellantis
Le Maire: “Peccato che la Ferrari sia rimasta fuori dal perimetro della fusione”
Chiudi

"Una delle fusioni più belle del mondo è stata quella tra PSA e Fiat Chrysler", che ha portato alla nascita di "un campione industriale a livello mondiale, Stellantis": a pronunciare queste parole è stato ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire, durante il suo intervento al terzo Forum economico Italia-Francia, organizzato dalle associazioni di rappresentanza dei datori di lavoro Confindustria e Medef. "Mi dispiace solo - ha poi aggiunto il politico transalpino - che la Ferrari non partecipi: ha dei modelli magnifici ed è un peccato che non sia rientrata in quest'ambito. Capisco che gli italiani abbiano voluto tenersela". 

Trasformazione da accompagnare. Nel corso dell'evento, Le Maire ha sottolineato l’importanza di sostenere gli investimenti del nuovo gruppo automobilistico, in particolare sul fronte della mobilità elettrica: "Stellantis avrà bisogno di un'accelerazione degli investimenti, di una loro riorganizzazione per il passaggio al motore elettrico. Noi vogliamo aiutare il gruppo a riorganizzare le produzioni, che sono state troppo spesso delocalizzate”. L’intervento del ministro ha ovviamente toccato anche altri argomenti, come l’euro digitale, l’unione bancaria europea e la ripresa economica, ma le sue parole sull’automotive hanno una certa rilevanza visto il peso, anche azionario, della Francia nel gruppo Stellantis. Del resto, la mobilità è stato uno dei temi industriali maggiormente dibattuti al forum italo-francese: i rappresentanti delle due associazioni datoriali hanno espresso preoccupazione, soprattutto riguardo alla gestione della transizione verso l’elettrico, e hanno quindi invocato un sostegno da parte dei governi. 

Le richieste di Confindustria. "Chiediamo ai nostri governi interventi urgenti sulla filiera dell'automotive in un momento in cui ci saranno grandi trasformazioni", ha dichiarato il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. "La competizione oggi non è tra Francia e Italia ma tra Europa e resto del mondo". Pertanto, occorre "lavorare insieme e chiedere ai nostri esecutivi di essere molto vicini e molto presenti". "Lo Stato deve continuare ad aiutare" la filiera, ha aggiunto Geoffroy Roux de Bezieux, presidente del Medef.

COMMENTI

  • Dear Minister Le Maire, Ferrari is not needed in Group Stellantis. Its sales are small annually and does not contribute substantially to the Group's revenue. It is a brand that addresses very few price reasons. Maserati is a very high level brand with great racing experiences and especially sporty and luxurious. It can also enter F1. Besides, the Sellantis Group can buy technologies with a good discount from Ferrari. Alfa Romeo is also an exclusive super sports brand with a stake in F1. Lancia big name with luxurious but also sporty racing models with a special audience of girls. And of course Abarth the racing Fiat and Lancia that can work together on joint projects with Maserati and Ferrari. Abarth can also produce exclusively its own models except Fiat and Lancia. In addition, there are many inactive brands within the Stellantis Group. Thank you.
  • Dice che le produzioni sono state troppo spesso delocalizzate. Ovviamente si riferisce alla Francia, quindi...
  • E gli sarebbe piaciuto a franzosi di metter le mani su Ferrari! Ma Elkann è un volpone: ai franzosi gli ha appioppato i guai mentre chi fa i soldi se l'è tenuta stretta. Al cavaliere della cig non la si fa
  • il simpatico ministro francese, che, probabilmente si nutre di luoghi comuni circa la grandeur francese, non si ricorda quando maserati (quella sì, purtroppo) appartenne per breve tempo a francesi e in quali condizioni l'abbandonarono: una verità storica che dovrebbe fargli capire come i francesi magari sanno anche progettare buone macchine, ma sono completamente da evitare circa la gestione delle aziende. in fondo, renault è a un passo dal baratro mentre i peugeot hanno perso da tempo la proprietà della loro azienda di famiglia. purtroppo ferrari (come fca, del resto) non è "acquisibile" come la gioconda: la si appende ad una parete e ci si illude che sia propria. e ferrari, come fca e come pure la gioconda, sono belle come sono anche perché non sono francesi
  • Elkann si è tenuto la gallina dalle uova d’oro, non è mica uno sprovveduto e, senza alcuna resistenza percepibile da parte dei governi che si sono succeduti negli ultimi anni, si sta sbarazzando di tutto il resto: stabilimenti italiani in cassa integrazione perenne, con la prospettiva concreta del drastico ridimensionamento addirittura di Melfi; chi può dubitare che le elettriche saranno tutte di fatto “made in France” visto che la 500 elettrica è il flop previsto dai più, tranne che dalla stampa alle dipendenze della famiglia; la Tonale sarà una Peugeot travestita (per fortuna, verrebbe da dire, vista che la stavano “cannando” in pieno) e la piattaforma Giorgio sarà abbandonata appena possibile; da questo massacro della specificità italiana si salverà forse la Maserati, ma solo perché i francesi non hanno nulla all’altezza del marchio.
     Leggi le risposte
  • "Capisco che gli italiani abbiano voluto tenersela", da questa affermazione si capisce abbastanza chiaramente che Stellantis non è nata da una fusione paritaria come ciarla la stampa italiana (tra l'atro di proprietà Elkann) ma da un'acquisizione di FCA da parte di PSA.
     Leggi le risposte
  • Marchionne ed Exor avevano creato il Bancomat Maranello ben prima ed appositamente prima di una fusione di FCA con un partner. Non cadiamo dal pero. Poi la logica 'capisco gli Italiani abbiano deciso di tenersela' svela palesemente la prospettiva 'vi abbiam comprato anche questa' che sottoende i sentimenti di Governo e famiglia PSA. E per carita', sarebbe lo stesso se fossimo noi gli acquisitori di fatto.
     Leggi le risposte
  • Ci credo che i francesi sono incazzati perchè Ferrari e' rimasta fuori dal gruppo Stellantis. Esosi, si volevano comperare anche quella per 4 soldi! Ferrari, Dio ce l'ha data, guai a chi la tocca!
     Leggi le risposte