Industria e Finanza

Alfa Romeo Tonale
Imparato: "Nessun compromesso sulla qualità"

Alfa Romeo Tonale
Imparato: "Nessun compromesso sulla qualità"
Chiudi

L’Alfa Romeo Tonale è considerata di rilevante importanza per rilanciare il marchio del Biscione: per questo motivo i vertici del gruppo Stellantis stanno prestando massima attenzione allo sviluppo del progetto. Non a caso il ceo dell’Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, ha deciso di rinviare il lancio della Suv di almeno sei mesi, così da poterne migliorare diversi aspetti, a partire dalle prestazioni. Ne è una dimostrazione l’ultimo segnale inviato dallo stesso Imparato ai fornitori: sulla qualità non ci dovrà essere alcun compromesso.

L’incontro. Basta leggere l’ultimo tweet del manager francese per comprendere quanto sia alta l’attenzione sugli aspetti qualitativi della nuova crossover: "Abbiamo incontrato 150 fornitori internazionali per la produzione dell'Alfa Romeo Tonale allo stabilimento di Pomigliano d'Arco, dove sarà realizzata. Il nostro messaggio è: qualità senza compromessi. Il nostro primo veicolo elettrificato, che sarà lanciato verso la metà del 2022, deve soddisfare i più elevati standard di qualità". Al fine di garantire tutto ciò, Imparato reputa fondamentale partire dalla selezione dei materiali e della componentistica, specie se si considera l’importanza del ruolo che giocano i fornitori nell’accompagnare lo sviluppo e la produzione del primo veicolo elettrificato della Casa di Arese: la Tonale sarà infatti offerta con una motorizzazione ibrida plug-in, per la quale il manager transalpino ha espressamente richiesto performance in linea con la storia e il Dna del Biscione, determinando così un ritardo sul programma di lancio.  

COMMENTI

  • Se non presentano in tempi brevi nuovi modelli quando arrivera' la Tonale il marchio sara' gia' morto dal punto di vista commerciale
  • Mah, direi che finora, visto che non esiste, la Tonale non fa nessun compromesso sulla qualita', forse e' questa la soluzione per Alfa: Zero macchine = Zero difetti.
  • La Tonale é una 500x che poi é una grande punto a ruote alte, cioè una utilitaria di veti anni fa. Ma esattamente di che qualità si sta parlando? Anche perché le vecchie e gloriose alfa romeo erano famose nel mondo per le prestazioni e per la tecnica sopraffina, anteriore a quadrilatero e posteriore de dion quando negli stessi anni le tedesche si baloccavamo ancora con il ponte rigido. Ma non era certo celebre per la componentistica, sempre stata pessima.
  • Che compromessi usano quindi ora in merito alla qualità dei loro fornitori? spero non per i particolari di sicurezza.
  • L' Alfa6 arrivò sul mercato già vecchia e finì presto la sua carriera. La Tonale arriverà già col restiling di metà carriera a inseguire il mercato speriamo che ce la faccia ad arrivare nei saloni prima che chiudano anche loro. Create aspettativa con foto, filmati, date prezzi e accessori non vincolanti , ma create l' attesa: gli altri fanno così tutti i giorni e le vendono prima che arrivino attivate un sito, un canale youtube martellate il mercato e non fate sconti, promozioni e Km0 dopo 2 mesi: potreste condannarla.
  • Mi sembra il minimo che i componenti non siano di scarsa qualità! Per il resto spero che arrivi nei tempi, sia bella come il prototipo e che non abbia un prezzo folle.
  • Diciamo che l'emergenza Covid ha scombussolato i piani di tutti i costruttori ma sta Tonale deve arrivare presto! Alfa Romeo è agonizzante, la Giulia è alla canna del gas e Stelvio arranca causa mancanza di aggiornamenti significativi sul lato motorizzazioni (tanto per cambiare) e poi c'è lo scempio della Giulietta ancora a listino....fate presto!
  • Oltre ad allargare la gamma, risulta di vitale importanza la rete commerciale e quella di assistenza, che deve essere capillare ed organizzata. Altrimenti anche prodotti eccellenti rischiano di non dare i giusti risultati.
  • Va tutto benissimo ma cercate di farla sta macchina. Il rilancio non si fa con un modello. Giulia e Stelvio ormai sono in una fase agonizzante delle vendite. Bisogna uscire con 5,6 modelli nuovi declinati in una decina quindicina di versioni per poter iniziare a sperare di riportarsi a ridosso dei marchi premium