Industria e Finanza

Dieselgate Volkswagen
Nuovi patteggiamenti negli Usa: accordi con New Hampshire e Montana

Dieselgate Volkswagen
Nuovi patteggiamenti negli Usa: accordi con New Hampshire e Montana
Chiudi

Negli Usa, il gruppo Volkswagen ha raggiunto nuovi accordi per risolvere due delle controversie legali legate al dieselgate: nello specifico, il gruppo tedesco ha accettato di pagare 1,5 milioni di dollari (1,28 milioni di euro al cambio attuale) per chiudere le cause avviate da due Stati.

I termini degli accordi. In particolare, il costruttore di Wolfsburg si è impegnato a pagare una sanzione di 1,15 milioni di dollari al New Hampshire e a realizzare entro il 2024 una nuova stazione per la ricarica rapida di veicoli elettrici. Inoltre, ha concordato il pagamento di 357.280 dollari al Montana: i due accordi prevedono il pagamento di 280 dollari di "sanzione" per ognuno dei circa 5.550 veicoli interessati. Con il patteggiamento, i tedeschi chiudono solo due dei tanti procedimenti giudiziari promossi da vari Stati in seguito alla manipolazione delle emissioni dei veicoli diesel venduti negli Usa. L'accordo con le autorità federali del 2016, costato finora oltre 20 miliardi di dollari tra multe e altre disposizioni, ha risolto solo il filone principale dello scandalo delle emissioni e non ha fornito uno "scudo" giuridico contro le rivalse di enti locali e statali. Il mese scorso, la Volkswagen ha fatto ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti per chiedere l'annullamento di una sentenza di un tribunale dell'Ohio che, in sostanza, ha autorizzato lo Stato a portare avanti una causa legale dalle conseguenze economiche devastanti per il bilancio dell’intro gruppo automobilistico: la Volkswagen ha quantificato oneri per 350 milioni di dollari al giorno, per un esborso pluriennale di 127 miliardi l’anno. Un analogo ricorso è stato depositato per bloccare le iniziative legali delle contee di Salt Lake City (Utah) e Hillsborough (Florida) ed evitare conseguenze parimenti disastrose, ma sono pendenti anche altre cause promosse da tre Stati.

COMMENTI

  • Chissa' se anche lo UAW hanno patteggiato
  • " ... e a realizzare entro il 2024 una nuova stazione per la ricarica rapida di veicoli elettrici ... " Un ulteriore ragione per insistere sempre più sul full electric da parte di Vag. Perché realizzare stazioni di ricarica "per gli altri"? Continua la telenovena Vaggate e chissà quante altre nuove puntate riserverà. Tanto loro sono abili nei patteggiamenti e negli "accantonamenti" di denaro per le frodi...