Industria e Finanza

JLR vs VW
I tedeschi hanno "copiato" il Terrain Response? Un accordo evita il processo

JLR vs VW
I tedeschi hanno "copiato" il Terrain Response? Un accordo evita il processo
Chiudi

Il processo non ci sarà. A una settimana dall’appuntamento davanti al giudice, la Jaguar Land Rover ha ritirato la denuncia per bloccare le importazioni negli Stati Uniti di alcuni modelli del gruppo Volkswagen, accusato di aver “copiato” la tecnologia brevettata Terrain Response, ovviamente senza autorizzazione. Secondo il costruttore britannico, su diversi modelli, dalla Tiguan alle grandi Suv Audi (Q5, Q7, Q8, A6 Allroad ed e-tron), Porsche  (Cayenne), e persino Lamborghini (la Urus), la casa di Wolfsburg avrebbe utilizzato dispositivi violando le norme previste dalla Commissione per il commercio internazionale degli Stati Uniti. Secondo quanto riportato da Automotive News e Bloomberg, gli accordi tra Jaguar Land Rover e il Gruppo Volkswagen avrebbero risolto le controversie e i contenziosi in Germania e negli Stati Uniti, ma ovviamente, trattandosi di un “deal” extragiudiziale tra le parti, i termini non sono stati divulgati. La causa era stata inoltrata ai tribunali del New Jersey, Delaware e Virginia e presso l'International Trade Commission di Washington.

Intelligenza sul terreno. La disputa riguardava l’adozione sulle Suv tedesche di un sistema del tutto simile al Terrain Response, introdotto sulle Land Rover a partire dal 2005. Un'invenzione che consente non soltanto di modificare manualmente l’assetto e le risposte della vettura, dal motore al cambio, dai freni alle reazioni degli Adas, per garantire la massima motricità sui diversi fondi - fango, sabbia, neve, rocce, terreni molto accidentati o persino guadi - ma anche di affidarsi nella modalità Auto al "giudizio" del sistema intelligente: una caratteristica divenuta un firma tecnologica fondamentale per vetture specializzate nell’off-road, come la Land Rover Discovery, ma anche per Suv sportiveggianti come la Jaguar F-Pace.

No comment delle Case. Per ora, non ci sono indiscrezioni su eventuali cifre dell’accordo: i portavoce della Volkswagen e della Jaguar Land Rover non hanno rilasciato commenti. Secondo Joel Levington, un analista di Bloomberg Intelligence, la casa britannica avrebbe avuto "il potenziale per vincere oltre 200 milioni di dollari all'anno in proventi da licenze dalle cause per violazione di brevetto contro Porsche, Audi, Lamborghini e Volkswagen, nella nostra visione favorevole del rischio eventi". Resta in piedi, in ogni caso, un’altra causa intentata da Land Rover contro la Bentley (anch’essa del gruppo Volkswagen), che riguarda i dispositivi montati sulla Bentayga: il processo sarebbe previsto per il prossimo anno, ma a questo punto è probabile un altro “deal” prima della convocazione in tribunale.

COMMENTI

  • Ma quindi chi vince la causa alla fine? Pittasi sulla Skoda Fabia 1000 3 cilindri (lol) oppure Pic sulla inquinante Citroen Picasso del 2008 con fap rimosso?
     Leggi le risposte
  • Sapete che accordo la casa nostrana ha fatto col sindacato UAW ?
     Leggi le risposte
  • Ma non erano i Cinesi i copioni....
  • "all'avanguardia della ????"
     Leggi le risposte
  • alla fine anche jlr ha preferito i soldi: evidentemente ha problemi di bilancio che invece di impegnarsi a costruire auto decenti preferisce spillare i soldi agli altri visto che ormai il gruppo VW è il bancomat del mondo
     Leggi le risposte
  • Copiato tra virgolette, non si sa mai...
  • Mi pare chiaro che, per ottenere il ritiro della denuncia, VW avrà pagato un risarcimento ritenuto soddisfacente da JLR
  • Sono aziende quotate in borsa, questi accordi non dovrebbero essere riservati e sottobanco ma resi pubblici agli investitori. Ad esempio, ancora non si è saputo cosa l'allora FCA abbia avuto in cambio da VW (Audi nello specifico), per la cessione d'uso delle sigle Q2 e Q4, si ipotizza la cessione a Maserati dei nomi dei venti Bora, Scirocco etc etc ma non è chiaro....
     Leggi le risposte