Industria e Finanza

Diesel e tasse
Gasolio a rischio stangata

Diesel e tasse
Gasolio a rischio stangata
Chiudi

Prende sempre più corpo l’ipotesi di una penalizzazione fiscale del gasolio, il quale godrebbe di facilitazioni "indebite" nel momento in cui si vuole favorire la transazione verso forme di mobilità meno dipendenti dall’energia fossile. L’intento del governo e, in particolare, del ministro Roberto Cingolani, sarebbe quello di dare attuazione a un progetto che aleggia da tempo nel mondo della politica e che consiste nell’abolizione di tutte le agevolazioni (considerate "sussidi ambientalmente dannosi") che, in qualche modo, favoriscono l’utilizzo di prodotti energetici consideranti inquinanti, a partire proprio dal gasolio per autotrazione. Quest’ultimo, infatti, ha un costo più basso alla pompa grazie a un’accisa inferiore: attualmente il suo valore è di 0,617 euro al litro, contro gli 0,728 che gravano sulla benzina. L’intento è, dunque, di eliminare questo trattamento preferenziale, allineando i due importi: a quel punto, sarebbe solo il mercato dei prodotti petroliferi a definire eventuali differenze di costo (del resto, già da tempo in alcuni Paesi come la Francia il gasolio costa più della benzina).

Inflazione in crescita. L’attuazione di un provvedimento simile costituirebbe un ulteriore colpo alle vendite delle auto diesel, la cui quota di mercato si è già ridotta in un anno dal 35% a poco più del 21% (dati riferiti ad agosto 2021, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente). L'incremento fiscale, tuttavia, si profila in un momento già delicato per l’aumento generalizzato dei costi dei prodotti petroliferi, delle materie prime e dei trasporti, che stanno facendo crescere l’inflazione e infieriscono sui consumatori. È ovvio che una scelta di questo genere penalizzerebbe anche il mondo delle auto aziendali, ancora in prevalenza orientato sull’utilizzo di auto a gasolio per le lunghe percorrenze, incidendo negativamente sui costi della mobilità a fini professionali.

COMMENTI

  • Prima di scrivere cavolate informatevi! Sono italiano e vivo in Francia, non è assolutamente vero che il gasolio costa di più della benzina. La differenza è meno dell’Italia (5 centesimi tra il gasolio e la verde E10, che in Italia non c’è) ma comunque il gasolio in Francia costa meno della benzina! Per quanto riguarda il contenuto dell’articolo concordo con chi ha detto che i camion vanno a gasolio e questo aumento taglierà le gambe ai trasporti. Inoltre vorrei far notare che chi compra auto a gasolio lo fa perché fa tanti km e paga quindi già tantissime tasse in carburante (maggiore quantità), manutenzione e pedaggio autostradale, quindi penalizziamo i cittadini che hanno bisogno. Semplicemente non ho parole
     Leggi le risposte
  • Come al solito, siamo comandati da persone ignoranti, , nel periodo del primo lockdown, con tutti a casa l'inquinamento non era diminuito, secondo, aumentiamo le tasse sul gasolio, aumentano i prezzi delle materie prime, perchè i camion vanno a gasolio, facciamo di tutto per spingere la vendita di vetture elettriche, ma bisogna produrre l'elettricita' e si usa il carbone, e lo smaltimento i tutte le batterie, abbiamo visto il superbollo sulle vetture potenti e lo stato ha incassato molto meno, perso posti di lavoro, aumentato vetture sportive con targhe estere, niente bollo, assicurazioni e multe, come vedete gli ignoranti cotinuano a fare danni
     Leggi le risposte
  • Si fa la solita confusione tra inquinamento URBANO (da particolato, per il quale i VECCHI motori a gasolio avevano un brutto nome) e CRISI CLIMATICA (da eccesso di CO2, per la quale il motore diesel è e resta la scelta migliore per la mobilità personale). In un mondo ideale, la mobilità cittadina sarebbe basata sui mezzi pubblici o piccole ibride o elettriche, il trasporto merci sulla rotaia, la distribuzione finale e gli spostamenti extraurbani sul diesel. Il mondo della transizione pseudoecologica invece prevede auto elettriche e camion ad idrogeno. Ed intanto per produrre energia elettrica con cui ricaricare le Tesla si usano le biomasse, ovvero si tagliano i boschi.
     Leggi le risposte
  • In Francia OGGI benzina €1,675 gasolio €1,548 MAI trovato un distributore dove il gasolio costasse più della benzina in tutta la Francia e io giro parecchio. Detto questo, è la solita vecchia scusa utilizzata dai politicanti italiana per rimpinguare ancora di più le casse di uno stato malato. Se veramente pensassero all'ecologia saprebbero che i nuovi motori a gasolio inquinano MOLTO meno di un moderno benzina a iniezione diretta.
     Leggi le risposte
  • Strano che per allineare il carico fiscale non abbiano proposto di ridurre le accise sulla benzina.
  • Non mi risulta che in Francia il gasolio costi più della benzina.
  • Tutto aumenterà,è lo scotto che dobbiamo pagare per il grande debito del nostro stato,non certo il nostro debito. La politica totalmente incapace e noi ne paghiamo da sempre le conseguenze
  • Allora basterebbe togliere tutte le tasse che paghiamo da circa 100 anni e riallineare il prezzo dei due carburanti agli altri paesi europei.
     Leggi le risposte
  • Per ridurre la co/2 basterebbe potenziare il traffico su rotaia, quello è già elettrico e non usa batterie prendendo corrente dalla linea elettrica. Ci sarebbe anche il grosso vantaggio di togliere i camion dalle autostrade riducendo il traffico e quindi diminuendo i consumi anche degli altri mezzi. I grossi camion per le autostrade non dovrebbero più circolare, solo piccoli furgoni per spostare le merci dalle stazioni alle destinazioni finali....... L'aumento del gasolio potrebbe portare a questo........ però devono potenziare enormemente la rete ferroviaria, altro che incentivi per l'auto elettrica.........
     Leggi le risposte
  • Quando le vetture elettriche avranno numeri interessanti,ci sarà la "stangata" sulla energia elettrica con accise dedicate.
     Leggi le risposte
  • Da sempre secondo me le accise dovrebbero essere rapportate al tasso di inquinamento prodotto tenendo come parametro base l'emissione libera x kg bruciato. In scala da 1 a 10 troveremmo quindi Valore 0 per l'elettricità Valore 1 x metano Valore 2 x GPL Valore 3 x benzina Valore 4 x gasolio Autotrasportatori agevolati con restituzione soldi a presentazione dichiarazione dei redditi (se c'è capienza).
     Leggi le risposte
  • Ma non dovevano togliere tutte le accise sui carburanti e tutti gli aiuti per ricostruzioni varie.. vecchie e stravecchie.. e gli aiuti ai settori in crisi.. tipo il cinema??? Altre ancora ne mettono?? Siamo il paese dove i carburanti costano di più
  • Prima di spingere su Ibrido ed Elettrico ci vorrebbe una evidenza seria sull'impatto ambientale delle nuove tecnologie ibride ed elettriche.
     Leggi le risposte
  • Con la mia 208 a gasolio faccio anche 25 al litro, col piede leggero. Quale ambientalismo stanno inseguendo quei 4 rincoglioniti che ci governano? Se mi compro 2,5 tonnellate di suv elettico mi date ancora gli incentivi?
     Leggi le risposte
  • Una volta dicevano che il diesel costava meno perché era uno scarto delle lavorazioni del petrolio, per fortunaaa !! Ammazza se che scarto ! A peso d' orooo ! Ed anche qui, ad approfittare dei poveri utenti.
  • non capisco con l'inflazione che avanza a causa degli aumenti dei carburanti aumentare le tasse sul diesel e quindi sui trasporti merci su gomma in generale farebbe aumentare ancora di piu' l'inflazione
  • Oltre agli incentivi, alla pubblicità insistente, ora anche l'aumento del gasolio. Non ci riuscite a farmi comprare i vostri costosi bidoni elettrici.
     Leggi le risposte
  • Per completezza bisognerebbe anche dire che in Francia si deducono dalle tasse i costi di trasporto da casa al lavoro. Per chi come molti, utilzzano l'auto per centinaia di chilometri alla settimana per lavoro, il diesel era l'unica soluzione solstenibile.
  • Purtroopo ho una diesel , l'unica diesel che ho avuto in oltre 50 anni di guida. Comprata su insistenza della moglie, e fatto male. Quindi me la devo tenere, anche perchè le auto le porto a rottamazione, poi l'eventuale aumento dei costi del carburante conviene rispetto al costo del cambio dell'auto incentivi o non incentivi. Anzi questo mi porta, solo per fare dispetto, a tenermela a lungo. Se poi parliamo di accise la cosa farebbe ridere se non fosse una presa in giro "secolare". Non parliamo poi della scusa pseudoambientalista che ci tratta da deficienti, come se non sapessimo che il ciclo completo dell'elettrico, dalla produzione delle batterie, la produzione elettrica con il termico, lo smaltimento delle batterie inquina più del ciclo del termico.
     Leggi le risposte
  • già ho dovuto pagare con le mie tasse i mega incentivi per poter vendere quei bidoni elettrici che poi mi aumentano le accise per mungiere ancora soldi per questa fake transazione green
  • Tranne in questi paesi: Albania, Andorra, Austria, Croazia, Cipro, Ungheria, Serbia, Slovenia, Svezia, Svizzera, Regno Unito. Il Gasolio costa meno della benzina. Quindi il discorso "allinearsi" a cosa fanno altri paesi è una balla gigantesca. Per il resto quoto cosa hanno scritto altri. Qual è il problema? Fiscale? Diminuite le accise sulla benzina. Pagare accise per fatti ed eventi di oramai 100 anni fa è vergognoso. Ambientale? Ma allora le auto inquinano i TIR no? E poi ci aggiungiamo i bus e la quasi totalità dei mezzi delle pubbliche amministrazioni datati e inquinanti. Forse l'obiettivo è solo quello di far cassa. Poi siccome, se pur vero che gli autotrasportatori hanno degli incentivi quindi non si vedranno gravare, o si vedranno gravare solo in parte gli aumenti, comunque ci sarà l'alibi che sono aumentati i costi del carburante quindi occorre "ritoccare" i prezzi dei beni. Resta poi il fatto che ci sono anche molte altre categorie che non sono trasportatori e che oggi non hanno un'alternativa all'utilizzo di un'autovettura con motore endotermico e, per chi fa molti km come il sottoscritto, a gasolio. Tante però non potranno alzare le tariffe ai propri clienti e si vedranno ridurre i margini sul proprio lavoro. Non sono contrario all'autovettura elettrica ma ritengo che si debba fare una scelta consapevole in base all'utilizzo fatto da ciascuno di noi. Personalmente posso aver bisogno di fare 1000 km in un giorno, e comunque mai meno di 1000/1500 km a settimana. Un'autovettura elettrica oggi non mi sarebbe di particolare utilità anzi mi renderebbe la giornata più complicata. La percentuale di chi acquista un'auto a gasolio si è quasi dimezzata in poco tempo. Questo significa che oggi è acquistata da chi fa un utilizzo intensivo, e spesso professionale, dell'auto. Non si capisce perché si debba penalizzare questa categoria di persone.
  • Cingolani è persona accorta e intelligente non credo che l’iniziativa sia sua. Lo sta costringendo l’ideologia pseudo-ambientalista che penalizzando il diesel fa aumentare la CO2 prodotta/km. Pazienza, pagherò un po’ di più la mia autonomia di 1400 km con un pieno. Ma fino a quando non mi metteranno le manette girerò diesel Euro 6 (almeno non dovrò fare code per le ricariche).
     Leggi le risposte
  • invece di eliminare le accise storiche, dannose e inutili che creano introiti per mantenere nella realtà molti parassiti nei secoli dei secoli, aumentano il prezzo con delle nuove.... traditori nei secoli dei secoli....
  • A Balzarotti rispondo serenamente che, quando le auto elettriche si ricaricheranno in pochi minuti, avranno autonomia dell'ordine di 1000 km e costeranno come le attuali auto a combustione interna, forse ci farò un pensierino. Fino a quel giorno le uniche auto elettriche che prenderò in considerazione, sono quelle radiocomandate della Polistil! Al Sig. Ferrante vorrei chiedere da dove gli vengono le informazioni circa i costi di raffinazione... Il gasolio è un prodotto diretto del processo di raffinazione, mentre la benzina è una miscela. Quindi per sua natura, più complessa e costosa da produrre. Dopodiché, a prescindere dall'aspetto fiscale, il prezzo di vendita dai raffinatori (in Italia praticamente Eni e poc'altro) è fatto dal mercato. Se raffinando 100 kg di petrolio io produco 15 litri di gasolio e 15 di benzina (non è vero, ma mi serve come esempio) e il mercato me ne chiede 10 di benzina e 20 di gasolio, è chiaro che sarò portato ad alzare il prezzo del gasolio, di cui sono corto, e ad abbassare quello della benzina, che mi fa magazzino. Ho semplificato enormemente, ma spero di aver reso l'idea.
     Leggi le risposte
  • che importa? Io faccio sempre 50 Euro.
     Leggi le risposte
  • Una misura già presa pure in Francia, ci sono compensazioni fiscali per il trasporto merci. Per quel che riguarda le auto private invece, diciamo che in virtù della maggiore efficienza del motore diesel rispetto al ciclo otto, efficienza che lo fa consumare un 25/30% in meno in volume a parità di prestazioni erogate, per i grandi viaggiatori resta sempre la scelta migliore anche se ovviamente la convenienza economica è minore rispetto a prima... Poi bisognerà vedere cosa deciderà la politica in merito alla libertà di circolazione, comunque è ormai chiaro che usare il gasolio per la mobilità cittadina diverrà sempre più ostico...
     Leggi le risposte
  • la volete comprare questa macchina elettrica? vediamo se non la comprate ora
  • Il prezzo odierno in Francia del gasolio è di 1.53 quello della benzina è di 1.63. Questo discorso vale anche per la maggior parte dei paesi europei come Germania Spagna e la green Norvegia. Cerchiamo di scrivere cose esatte non balle
     Leggi le risposte
  • aumenta il gasolio aumenta tutto......
  • problemi di microchip anche col gasolio? ma poi avranno i chip per aumentare il prezzo?
  • Ma per avere lo stesso trattamento fiscale non potrebbero abbassare l'accise della benzina invece che aumentare quella del gasolio??? Saremmo tutti più contenti e non ci sarebero problemi...
     Leggi le risposte
  • Sarebbe anche ora, non si e' mai capito perche' il gasolio, che oltretutto e' piu' costoso da raffinare, debba costare meno della benzina.
     Leggi le risposte