Industria e Finanza

Tesla
La fabbrica in Texas verrà completata entro la fine dell'anno

Tesla
La fabbrica in Texas verrà completata entro la fine dell'anno
Chiudi

La Tesla ha in programma di completare per la fine dell’anno i lavori di costruzione del suo secondo impianto di assemblaggio negli Stati Uniti. Per il progetto, stando a quanto rivelato dalla stessa azienda in alcuni documenti presentati a un’agenzia governativa del Texas (la Texas Department of Licensing and Regulation), saranno spesi complessivamente 1,06 miliardi di dollari (940 milioni di euro).  

Lo stato dei lavori. In particolare, entro il 31 dicembre sarà completata la costruzione dei reparti dedicati ad assemblaggio, verniciatura, carrozzerie, presse e stampi, che andranno a occupare una superficie di 0,4 chilometri quadrati. I lavori per la nuova struttura produttiva, localizzata vicino all’aeroporto di Austin, sono iniziati nell'estate del 2020 e beneficiano di una serie di agevolazioni fiscali, tra cui 65 milioni di dollari di crediti concessi dalle autorità locali in cambio di una serie di impegni sul fronte occupazionale: la Tesla ha garantito la creazione di circa 10 mila posti di lavoro. A Austin, dove sarà anche trasferita la sede centrale dell’azienda oggi a Palo Alto, in California, saranno prodotti la Model Y e, probabilmente dal prossimo autunno, il Cybertruck. L’apertura del nuovo sito industriale è comunque in ritardo almeno sei mesi rispetto ai programmi originari: inizialmente, il primo lotto di lavori doveva essere completato lo scorso maggio per consentire l’avvio della produzione della Suv compatta pochi mesi dopo. 

COMMENTI