Industria e Finanza

Gruppo BMW
Nel 2022 si punta a raddoppiare le vendite di elettriche

Gruppo BMW
Nel 2022 si punta a raddoppiare le vendite di elettriche
Chiudi

Il gruppo BMW punta a raddoppiare le vendite di veicoli completamente elettrici già nel 2022, in anticipo di un anno rispetto agli obiettivi indicati lo scorso gennaio. Il nuovo target è stato indicato in occasione della consegna al suo acquirente, avvenuta al BMW Welt di Monaco di Baviera, del milionesimo esemplare auto elettrificata del costruttore: una BMW iX xDrive40.

I nuovi target. “La consegna del nostro milionesimo veicolo elettrificato segna una pietra miliare nel nostro processo di trasformazione e ora abbiamo già il prossimo nel mirino: puntiamo a sfondare il traguardo dei due milioni in soli due anni”, ha affermato il responsabile commerciale Pieter Nota. “Grazie alla nostra gamma di prodotti in costante espansione, ci poniamo obiettivi di vendita ambiziosi, in particolare per i veicoli completamente elettrici: nel 2022 puntiamo a raddoppiare le vendite di quest’anno”. Il 2021, invece, si dovrebbe chiudere con un dato più che doppio rispetto alle 60 mila auto a batteria commercializzate nel 2020. "Entro il 2025 - ha aggiunto il manager - il gruppo BMW avrà consegnato ai clienti circa due milioni di veicoli completamente elettrici. Entro il 2030, ci aspettiamo che almeno un veicolo su due venduto dal gruppo BMW sia completamente elettrico”. 

L’espansione della gamma. Il gruppo bavarese ha quindi ricordato il programma di lancio di nuovi modelli ibridi ed elettrici: per il 2023 l’offerta includerà 25 modelli, di cui almeno la metà a batteria. A metà novembre sono state immesse sul mercato le BMW iX e i4 mentre l’anno prossimo debutteranno le varianti a batteria della Serie 7 e della X1. Nel 2023 la gamma delle elettriche sarà ampliata con la nuova Serie 5. In calendario ci sono anche l’erede della Mini Countryman e la Rolls-Royce Spectre. In tal modo, a Monaco di Baviera puntano, per il 2023, a coprire il 90% dei segmenti già oggi presidiati con un modello a batteria e, per il 2030, a vedere circolare sulle strade almeno 10 milioni di veicoli a batteria. Per raggiungere questi obiettivi, il gruppo farà leva sulla Neue Klasse, la piattaforma elettrica nativa in arrivo verso la metà del decennio, e sulla trasformazione della Mini e della Rolls-Royce in marchi solo elettrici a partire dal 2030. I bavaresi ribadiscono, però, un avvertimento già lanciato dal loro amministratore delegato Oliver Zipse nella veste di presidente dell’associazione di rappresentanza europea Acea: l’adozione della mobilità elettrica dipenderà da una rapida e pervasiva espansione dell’infrastruttura di ricarica.  

COMMENTI

  • Tutti puntano "a raddoppiare" le vendite (sic!). Vuoi vedere che hanno tutti la bacchetta magica nel cassetto?...
  • sono sempre a lamentarsi della mancata struttura di ricarica e mai che investano un euro per crearne una decente in Europa. come se non fosse un problema loro. ah si, hanno fatto quello schifo di ionity fuori dalle autostrade italiane dove persino il presidente vw ha notato che non c è manco un posto per un caffe o andare al bagno lasciando gli utenti ad andare per campi.. bello schifo
  • Ridicolo obbiettivo, credo non sara' difficile superarlo, 120 mila auto elettriche all'anno. Direi che proprio non hanno nessuna ambizione questi di BMW, contenti loro.
     Leggi le risposte
  • in Germania i giovani acquistano BMW iX, in Italia SOGNANO una Giulietta usata
     Leggi le risposte