Industria e Finanza

Peugeot
Dal 2030 solo elettriche in Europa

Peugeot
Dal 2030 solo elettriche in Europa
Chiudi

La Peugeot ha aggiornato il suo calendario per la transizione verso la mobilità elettrica fissando per il 2030 l’addio ai motori a combustione interna sul mercato europeo. Pertanto, entro la fine del decennio il marchio francese offrirà nel Vecchio continente solo modelli esclusivamente elettrici, mentre le endotermiche saranno riservate solo ai mercati esteri. Si tratta di una svolta rispetto a poche settimane fa, quando si parlava di elettrificazione della gamma al 100% per il 2030, quindi di auto a batteria e ibride, e non della trasformazione della Casa transalpina in un marchio 100% elettrico.

Le parole dell’ad. Le nuove strategie sono state delineate dall’amministratore delegato Linda Jackson in un colloquio con Automotive News Europe: "Mentre passiamo alle nuove piattaforme di Stellantis, Stla Small, Medium e Large, entro il 2030 in Europa tutti i nostri modelli saranno elettrici, ma devo ancora assicurarmi di mantenere le offerte di combustione interna per i miei clienti internazionali". D’altro canto, l’attuale gamma del Leone è già elettrificata al 70% e l’obiettivo è arrivare all’85% nel giro di due anni. Attualmente, diversi modelli offrono varianti a batteria: dalle Suv 2008 e 3008 alla 208 e ai mezzi commerciali. Nel 2023 è previsto l’arrivo della versione elettrica della 308, mentre usciranno dai listini quei modelli che non offrono opzioni di elettrificazione, come la 5008. "Entro il 2024, l’intera gamma sarà elettrificata", ha aggiunto Jackson.

La svolta degli altri marchi. La decisione della Peugeot di votarsi all’elettrico cinque anni prima del termine indicato dalla Commissione europea per mettere al bando le endotermiche si inserisce all’interno della più ampia strategia di elettrificazione avviata dal gruppo Stellantis nonostante lo scetticismo più volte manifestato dall’amministratore delegato Carlos Tavares. Il costruttore euro-americano punta a raggiungere entro il 2030 una quota di veicoli elettrici e ibridi sul totale delle vendite del 70% in Europa e di oltre il 40% negli Stati Uniti. A tal fine, diversi marchi hanno già indicato la data a partire dalla quale lanceranno sono modelli a batteria: DS dal 2024, Lancia dal 2026, Alfa Romeo dal 2027 (in Europa, Nord America e Cina), Opel/Vauxhall dal 2028 e Fiat dal 2030.

COMMENTI

  • Cribbio!!! Ed ora come posso fare, che avevo programmato per il 2031 l'acquisto di una Peugeot Diesel??? Sono rovinato!
  • Il marketing sta facendo gli straordinari pur di fare il lavaggio del cervello sulle elettriche.
  • Ma peugeot non fa parte di Stellantis il cui capo criticava il passaggio troppo veloce al tutto bev? In realtà come si diceva quelle critiche servivano a mascherare o meglio giustificare altro
  • Speriamo che le termiche, specialmente con motore diesel, si possano comprare dopo il 2030 presso il mercato parallelo
  • Ma basta con questi articoli inutili basati sul nulla. Credibilità ai minimi storici….
  • Voglio vederlo il Pic, quando dovrà rottamare il suo puzzolente Diesel Picasso per comprarsi una "Allure Eco-tech E-tense" Peugeot ahah.
  • Ma Tavares conta ancora qualcosa?
  • Quindi niente peugeot nel futuro, mi terro le vecchie all'infinito, se poi tolgono di mezzo la benzina mi farò i carburanti in casa rispoverando le "miscele" del testo di Giacosa del 1949, trovato in una rivendita di libri usati da ragazzo e subito acquistato per "potenziare" il motorino, come andava di moda all'epoca
  • Osservo un livello generale dei commenti molto buono per lucidità e dialettica, e me ne congratulo. Aggiungo solo una considerazione: quando cambierà l’aria politica - e cambierà eccome, perché in tutte le cose vi è una ciclicità periodica -, sarà divertente vedere i dietrofront degli uffici marketing e della stampa. Si meritavano tutti altri quattro anni di Trump alla Casa Bianca, voglio vedere se oggi gli europei sarebbero alfieri così ringalluzziti di una fantomatica transizione ecologica, con siffatto contraltare oltreoceano. Per lo meno parlava chiaro. E mi permetto di ricordare che tutte le case automobilistiche facevano a gara per assecondarlo al meglio. Banderuole.
     Leggi le risposte
  • Quali clienti internazionali avrebbe Peugeot se vende quasi tutto in Europa e in Nord Africa?
  • Spero di essere ancora vivo nel 2030 per riuscire così a vedere i numeri di vendita in Europa. Se non cambieranno le cose, in particolare costi ed autonomia dei BEV, molti dovranno tornare fare a meno dell'auto. Si realizzerà anche per l'auto la previsione secondo la quale le prossime generazioni avranno meno, sotto tutti gli aspetti, della mia (classe 1954).
  • il biodiesel esiste già ed è l'unico carburante CO2 neutral ed il più ecologico ed economico. Non piace alle lobby internazionali dominate dai cinesi.
     Leggi le risposte
  • Sel frattempo non arrivano i carburanti ecologici in larga scala, altrimenti anche loro devono rivedere i programmi.
  • Roba da matti...
     Leggi le risposte
  • Ancora solo l´Europa. E´un po´come per la plastica negli oceani. L´Europa non ne é quasi responsabile, peró forse, é il continente piú avanzato per quanto riguarda la raccolta differenziata. La plastica comunque, continuerá ad affluire negli oceani.
  • eh beh, nei mercati internazionali si può continuare ad inquinare, in Europa no!!! (Sempre che il motivo dell'elettrificazione sia quello) In fondo abitiamo su due pianeti diversi!!!
  • beh dai, verrebbe da dire: bentornati importatori paralleli
  • Come ho già scritto, è inutile che il capo di Stellantis continui a lamentarsi che l'elettrificazione è troppo veloce quando poi è il primo ad anticipare (abbondantemente) i tempi! Visto che i fatti contano più delle parole, facile intuire qual è la realtà dei fatti...
  • Mai comprato Pegggiotttt, me ne farò una ragione.
     Leggi le risposte
  • Certo che se il capo dice una cosa ed il capo-capo ne pensa un'altra, mi viene da pensare. Prevedo il fiorire di importatori paralleli: quelli che prima esportavano macchine usate nei paesi a reddito inferiore, si dedicheranno all'importazione di auto nuove dagli stessi mercati. Non preoccupatevi, un motore a pistoni si troverà ancora per qualche anno..
  • Saranno costretti a cambiare idea come la Ue.
  • .... "devo ancora assicurarmi di mantenere le offerte di combustione interna per i miei clienti internazionali" ..... Che sarebbero ubicati dove??? PSA come noto ha da sempre avuto solo l'Europa come mercato di riferimento, a parte un pò di Africa (che però ricicla soprattutto l'usato) e un pò di Sud America. ... in Asia (compresa la Cina) nonostante gli sforzi profusi le vendite sono al lumicino e in Nord America non sono nemmeno presenti....
     Leggi le risposte