Industria e Finanza

Renault
De Meo: "Nel 2030 solo elettriche in Europa"

Renault
De Meo: "Nel 2030 solo elettriche in Europa"
Chiudi

La Renault si aggiunge al sempre più lungo elenco di costruttori intenzionati ad abbandonare le motorizzazioni a combustione interna. L'offerta della Casa della Losanga in Europa, ha affermato l’amministratore delegato Luca De Meo durante una conferenza stampa, "sarà al 100% elettrica nel 2030”. 

Addio sì ma a precise condizioni. La Renault, che fino a oggi fa puntava a una gamma elettrica al 90% per la fine del decennio, ha quindi deciso di seguire lo stesso percorso intrapreso da altri concorrenti del calibro di Peugeot, Fiat, Opel o Ford. Tuttavia, De Meo ha posto delle condizioni ben precise per un addio totale ai motori a scoppio: la presenza di un’adeguata rete di ricarica e prezzi dell’elettricità favorevoli. Diversamente, la Casa transalpina continuerà a offrire propulsori endotermici. In ogni caso, l’addio non riguarda la controllata rumena Dacia, che continuerà ad avere motori tradizionali in gamma anche dopo il 2030 e subirà una totale elettrificazione solo "all'ultimo momento possibile”. 

Un piano B. Si tratta, in sostanza, di una sorta di “piano B” nel caso in cui le condizioni del mercato non consentissero alla Renault di concentrare la sua gamma solo su veicoli a batteria. Del resto, il manager italiano è stato chiaro nel fornire spiegazioni sulla decisione di accelerare l’elettrificazione del marchio transalpino: "Abbiamo l'obbligo di partecipare alla transizione verso un'Europa a emissioni zero", ha sottolineato de Meo. 

    

COMMENTI

  • E sarà Renault a dire se le colonnine saranno sufficienti e energia elettrica con costi "adeguati"? Il controllato che controlla il controllore?
  • Perfetto, nel 2034 mi compro una Dacia e risolvo fin oltre la pensione, dopodiché se sono ancora a questo mondo non avrò problemi di tempo per le ricariche!
  • Le auto elettriche ormai le propongono tutti, non so dire se prenderanno piede facilmente, ho ancora molti dubbi, inoltre mi chiedo come si pensa di produrre tutta l'elettricità necessaria se si escludono gas e nucleare. La domanda che Renault dovrebbe farsi è invece: perchè mai qualcuno dovrebbe acquistare le loro auto ormai prive di qualsiasi attrattiva (tecnologica/estetica/prestazionale) e cercare di rispolverare l'anima di una azienda storica che è stata buttata alle ortiche. E smetterla con i nomi da prodotti cosmetici (Capture/ Arkana / Koleos...)
     Leggi le risposte
  • devo ricordarmi di cambiare macchina nel 2029... a meno che il progresso dell'elettrico non riesca a stupirmi (risolvendo i problemi di autonomia e tempi morti di ricarica). Quanto all'usato, beh, se venderanno solo elettrico e il mondo non sarà "pronto", allora aumenterà di valore, invece di perderlo. Ma mi pare che il discorso sia "noi vogliamo l'elettrico, siamo buoni e à la page, se non lo faremo non è colpa nostra bensì del governo e dei matusa"
  • Manager superstar travestiti da oracoli già smentiti alla prima inversione di mercato. Ridicoli. Credibilità zero come l'illustre antenato buonanima maglioncino che ha costruito la sua fama sulle chiacchiere alla stampa ed i piani industriali a raffica. Ma se serve per riempire spazio, distrarre la massa, stimolare la discussione, tenere alta l'attenzione, allora.....
  • Ma poi si aspettano di vendere ancora Renault (in questo caso) termiche dal 2025? Chi le compra con il rischio di vedersi azzerato il valore dell'usato in 2/3 anni? Cosa ne faremo di tutto il parco usato termico nel mondo?
  • Se si avverasse tutto elettrico allora niente più renault. mi terrò le vecchie termiche a vita.
  • Fantastico: titolo imperioso e corpo dell'articolo tutto votato a spiegare che sarà come dice il titolo ma solo se... se.... se...
  • Mi chiedo come mai le case costruttrici di auto si siano spinte tutte ad assecondare la follia politica della mobilità esclusivamente elettrica. Che pensino di vendere tanto per il cambio tecnologico? Non si rendono conto che hanno spalancato le porte del mercato europeo ai cinesi?
     Leggi le risposte
  • Quando si renedera' conto che le vendite scenderanno subito a ZERO fara' subito marcia indietro e rimetteranno in commercio il vecchio e caro turbodiesel Sicuro al 100% perche' le auto alla spina hanno senso solo per la mobilita' cittadina e urbana ma per il resto sono un fallimento totale Provate ad andare da Milano a Barcelona come ho fatto io e poi mi raccontate quante bestemmie e quanto sangue marcio vi farete in 3 giorni di viaggio come minimo quando con una auto tradizionale arrivi in una sola giornata
  • un'italiano con la testa
  • Anche se la data è pur sempre 5 anni prima del possibile obbligo europeo, di tutte le dichiarazioni sentite in questi mesi mi sembra la più sensata.