Industria e Finanza

Renault
La Losanga sospende tutte le attività in Russia

Renault
La Losanga sospende tutte le attività in Russia
Chiudi

Il gruppo Renault ha deciso di sospendere totalmente le attività industriali in Russia, a partire dallo stabilimento di proprietà alle porte di Mosca. La decisione presa dal consiglio di amministrazione della Losanga segue diverse settimane di polemiche per la riluttanza dei francesi a seguire l’esempio di tutti i concorrenti occidentali, che hanno già annunciato il fermo delle loro attività russe o il blocco delle esportazioni di veicoli. Negli ultimi giorni, la Casa francese e di riflesso il presidente Emmanuel Macron sono diventati uno degli argomenti più caldi tra i politici transalpini, soprattutto dopo le denunce del ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, e le accuse del presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, che in un discorso al parlamento francese ha chiesto alle aziende d’oltralpe - ed esplicitamente alla Renault - di "lasciare il mercato russo".  

L’impatto a bilancio. La società di Boulogne-Billancourt, che ha ricordato di aver avviato l’implementazione delle “misure necessarie per rispettare le sanzioni internazionali”, deve ovviamente affrontare anche delle conseguenze finanziarie. La sospensione del business russo ha costretto il management a rivedere le prospettive per il 2022: il margine operativo di gruppo è visto intorno al 3% e non più ad almeno il 4%, mentre i flussi di cassa delle attività automobilistiche sono attesi ancora positivi ma non nell’ammontare di oltre un miliardo di euro indicato in precedenza. Non solo. Già nei conti del primo semestre saranno contabilizzate rettifiche sul valore (pari a 2,195 miliardi di euro al 31 dicembre scorso) delle immobilizzazioni immateriali e materiali e dell’avviamento delle attività del gruppo in Russia. Inoltre, la guerra ucraina mette a rischio il futuro dell’AvtoVaz: il gruppo guidato da Luca de Meo ha avviato l’esame delle “possibili opzioni” per la partecipazione del 69% detenuta nel capitale della Casa russa, proprietaria del marchio Lada e di due impianti a Togliatti e Izhevsk. La Renault, tramite l’Alleanza con la Nissan, può contare in Russia anche su un altro impianto a San Pietroburgo.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Renault - La Losanga sospende tutte le attività in Russia

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it