Industria e Finanza

McLaren
Leiters, ex cto Ferrari, verso il ruolo di amministratore delegato

McLaren
Leiters, ex cto Ferrari, verso il ruolo di amministratore delegato
Chiudi

L'ex direttore tecnico della Ferrari, Michael Leiters, sarebbe "in pole position" per ricoprire il ruolo di amministratore delegato di McLaren Automotive. Lo scrive l'edizione britannica di Sky News 24. Leiters, fino allo scorso dicembre in carica nel suo precedente ruolo a Maranello, sarebbe "uno dei candidati principali" per diventare il nuovo timoniere della Casa di Woking, secondo la testata inglese.

La successione di Flewitt. Il dirigente tedesco, che prima del suo trascorso al Cavallino ha avuto anche un trascorso in Porsche, andrebbe a sostituire così Mike Flewitt, ex ceo della McLaren che ha lasciato il ruolo lo scorso ottobre, dopo otto anni al vertice. Un periodo identico a quello trascorso da Leiters in Motor Valley: il suo ingresso in Ferrari risale proprio al 2014.

Sullo sfondo l'interesse dell'Audi. L'anticipazione di stampa si staglia sullo sfondo delle sempre più insistenti indiscrezioni riguardo il possibile interesse da parte dell'Audi nell'acquisizione della McLaren. Voci sdrammatizzate a più riprese da fonti vicine a Woking, ma mai spente del tutto: la stessa Casa britannica, del resto, ha affermato di essere "aperta a collaborazioni" per dare sostanza al suo piano Horizon 2030 e alla sua strategia di elettrificazione.

Le possibili implicazioni sulle stradali. Ingolstadt, in tutto questo, potrebbe rappresentare il partner ideale: per quello che riguarda la business unit delle stradali potrebbe offrire quanto di meglio sta sviluppando sull'erede della supercar R8, che dovrebbe fare lo "switch" verso l'elettrico puro, magari sfruttando la nuova piattaforma che la Porsche darà all'erede della 718 Cayman, a sua volta tutta a zero emissioni.

L'arrivo dei tedeschi in F.1 nel 2026. E non va dimenticato quello che sta succedendo sul fronte delle competizioni, con l'interesse del gruppo Volkswagen all'ingresso in Formula 1 come motorista. Il momento previsto per lo sbarco dei tedeschi nella massima serie - che dovrebbe coinvolgere anche la Porsche, come partner della Red Bull - è l'entrata in vigore dei nuovi regolamenti per le power unit, previsto nel 2026 e caratterizzato da un più forte accento sull'apporto ibrido: la potenza elettrica passerà dagli attuali 120 kW/163 CV a 350 kW/476 CV.

COMMENTI

  • Speriamo Ferrari, collabori con Tesla, al momento il top per quanto riguarda la mobilità elettrica.
  • Tra le diverse figure professionali che recentemente hanno lasciato Maranello, Michael Leiters presumo sia stato il più difficile da sostituire, era un tecnico molto coinvolto nello sviluppo dei prodotti. Ai tempi si era ipotizzato potesse essere la nascente Silk Faw ad aver offerto nuove opportunità professionali agli ex Ferrari, poi i fatti pare abbiano smentito la tesi. Comunque se si concretizzerà la cosa, Mclaren probabilmente farà un ottimo "acquisto"....