Industria e Finanza

Ferrari
Richiamo per oltre 2 mila vetture in Cina

Ferrari
Richiamo per oltre 2 mila vetture in Cina
Chiudi

La Ferrari richiamerà, a partire dal 30 maggio, 2.222 vetture in Cina per risolvere un potenziale difetto ai sistemi frenanti. La campagna, secondo un avviso dell'amministrazione statale cinese per la vigilanza dei mercati, riguarda 458 Italia, 458 Speciale, 458 Speciale A, 458 Spider, 488 GTB e 488 Spider, prodotte tra il 2 marzo del 2010 e il 12 marzo del 2019.

Possibile perdita di liquido. "I veicoli interessati dal richiamo possono andare incontro a un potenziale aumento del rischio di una perdita di liquido dei freni, con conseguente riduzione delle prestazioni dei sistemi di frenata o un loro guasto", ha spiegato l'autorità cinese, invitando i proprietari a fermarsi in caso di accensione della relativa spia di avvertimento. La Ferrari, che già l'anno scorso ha dovuto provvedere a un analogo richiamo negli Stati Uniti, provvederà a sostituire il tappo del serbatoio del liquido a titolo gratuito. 

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ferrari - Richiamo per oltre 2 mila vetture in Cina

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it