Industria e Finanza

Ford
L’impianto di Craiova passa sotto il controllo della joint venture turca

Ford
L’impianto di Craiova passa sotto il controllo della joint venture turca
Chiudi

La Ford continua a razionalizzare la sua presenza produttiva in Europa. A pochi giorni dall’annuncio della futura chiusura della fabbrica tedesca di Saarlouis, l’Ovale blu ha ufficialmente trasferito la proprietà dell’impianto di Craiova alla Ford Otosan, joint venture turca partecipata dalla stessa Ford e dalla Koç Holding con il 41% del capitale a testa (il restante 18% è scambiato sulla Borsa di Istanbul).

Il futuro di Craiova. Con l’operazione cambierà la mission produttiva della fabbrica rumena. L’impianto dovrà fare leva sull’esperienza della Ford Otosan nei veicoli commerciali per assumere un ruolo “chiave nei piani di crescita e di elettrificazione” dei mezzi da lavoro dell’azienda americana per l’Europa. In particolare, la joint venture ha in programma di investire 490 milioni di euro per aumentare la capacità produttiva e preparare la struttura all’arrivo nel 2023 del nuovo Transit Courier (la versione a batteria sarà assemblata a partire dal 2024). Il sito di Craiova, rilevato dalla Ford 14 anni fa e da allora oggetto di un programma di investimenti da 2 miliardi di dollari, continuerà, comunque, a produrre la Puma (anche in questo caso l’elettrica è prevista tra due anni).

Razionalizzazione. Il trasferimento di Craiova si inserisce in una più ampia strategia di razionalizzazione delle attività industriali europee dell’Ovale blu, che ha già visto la chiusura di diversi impianti manifatturieri tra Galles, Francia e Russia e un impegno concentrato a Colonia, dove è in corso un progetto da 2 miliardi di euro per l’avvio della produzione di elettriche l’anno prossimo, e a Valencia, il sito scelto per localizzare una nuova architettura per auto a batteria di nuova generazione. "Ford sta sfruttando le partnership strategiche per utilizzare al meglio le risorse, condividendo gli investimenti e beneficiando di un più ampio pool di competenze, aumentando così la sua capacità produttiva di veicoli elettrici e commerciali in Europa”, ha spiegato il presidente della filiale europea, Stuart Rowley, sottolineando che l’iniziativa in Romania “sosterrà la strategia di Ford che prevede di continuare a costruire un business fiorente in Europa e di centrare, entro il 2035, il duplice obiettivo di vendere solo veicoli a zero emissioni e raggiungere carbon neutrality di tutte le strutture europee, inclusa la logistica e i fornitori”.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ford - L’impianto di Craiova passa sotto il controllo della joint venture turca

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it