Industria e Finanza

Renault
Inaugurata una nuova linea per motori elettrici a Cléon

Renault
Inaugurata una nuova linea per motori elettrici a Cléon
Chiudi

Prosegue senza sosta la trasformazione delle grandi fabbriche dell’automotive francesi. A pochi giorni dall’avvio produttivo di nuove linee di assemblaggio negli impianti di Stellantis tra Trémery e Metz, la Renault ha annunciato l’inaugurazione di una nuova catena per il montaggio di motori elettrici nello stabilimento di Cléon, in Normandia.

Investimenti e capacità. Dal 2018, il gruppo guidato da Luca de Meo ha investito 620 milioni di euro per preparare il sito normanno alla produzione di propulsori elettrici e ibridi e trasformarlo in un polo di riferimento per l’assemblaggio di parti e componenti cruciali per il suo futuro all’insegna degli elettroni: Cléon, infatti, avrà dal 2024 una capacità produttiva di oltre 1 milione di motori (500 mila elettrici e 510 mila ibridi). In realtà, la trasformazione del sito è partita già nel 2012 e si inserisce in una più ampia strategia volta a localizzare in Francia la maggior parte delle attività della Renault nel campo dell’elettrificazione e a rendere la rete produttiva transalpina funzionale a sostenere l’obiettivo di trasformare la Renault in un marchio “100% elettrico” entro il 2030.

Il nuovo motore. Alla fabbrica di Cléon è stato assegnato il motore "ePT-160kW”. Sviluppato nel quadro dell’alleanza con la Nissan e la Mitsubishi, sarà assemblato in un'area completamente rinnovata di circa 8 mila metri quadrati e sarà montato sui modelli a batteria della Renault, tra cui la Megane E-Tech Electric prodotta a Douai, in uno degli impianti che oggi compongono il polo ElectricCity, e un futuro modello di segmento C, che la Casa non specifica ma che potrebbe essere l’erede della Scenic. Inoltre, nel 2024, la produzione sarà ampliata con il propulsore "ePT-100 kW" destinato alla riedizione a batteria della Renault 5, mentre nel 2027 arriverà a Cléon anche un motore di nuova generazione da 200 kW, progettato senza terre rare e sviluppato in collaborazione con Valeo e Valeo Siemens eAutomotive. Infine, l’espansione delle produzioni e la conversione alla mobilità alla spina sarà accompagnata da un ampliamento della forza lavoro: sono previste 100 assunzioni nel quadro del piano ReNouveau France 2025. La fabbrica di Cléon, che dalla sua inaugurazione nel 1958 ha sfornato 98 milioni di motori e cambi e solo nel 2021 ha prodotto 934.459 componenti meccanici (per il 34% elettrici), impiega attualmente 3.228 dipendenti e dal 2015 produce i powertrain per le Renault Zoe, Twingo ZE, Kangoo ZE e Master ZE.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Renault - Inaugurata una nuova linea per motori elettrici a Cléon

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it