Nel pieno della bufera che lo ha investito e che ha costretto Draghi a rassegnare le dimissioni, il governo ha varato una mini proroga del taglio delle accise sui carburanti, confermando la riduzione di 30 centesimi su benzina, gasolio, Gpl e metano fino al 21 agosto, dunque solo 19 giorni oltre la scadenza prevista per il provvedimento. Secondo alcune fonti, però, l’esecutivo starebbe valutando la possibilità di posticipare ulteriormente il termine, utilizzando allo scopo il cosiddetto decreto Aiuti: la nuova scadenza verrebbe fissata dopo una quarantina di giorni, intorno alla fine di settembre. Nella speranza che, da qui ad allora, il costo dei prodotti petroliferi possa ribassare naturalmente; in caso contrario, la palla passerà all’esecutivo che si insedierà dopo le elezioni del 25 settembre.