Industria e Finanza

Ford
L'Ovale blu licenzia 3 mila dipendenti

Ford
L'Ovale blu licenzia 3 mila dipendenti
Chiudi

La Ford taglierà complessivamente 3 mila posti di lavoro per rivedere la propria struttura dei costi, "non competitiva": lo hanno annunciato con una lettera ai dipendenti Bill Ford in persona, insieme con il ceo Jim Farley. Dei licenziati, 2 mila saranno salariati diretti della Casa, mentre altri mille provengono da agenzie di lavoro esterne. Gli interessati negli Stati Uniti, in Canada e India saranno informati questa settimana.

"Tagli necessari". Costruire il futuro, hanno scritto i due top manager, “impone di cambiare e ridisegnare il modo in cui abbiamo operato per più di un secolo; richiede concentrazione, chiarezza e velocità”. Questo, prosegue la lettera, “significa riassegnare le risorse e reindirizzare la nostra struttura dei costi, che non è competitiva rispetto ai concorrenti tradizionali e a quelli nuovi”. I tagli interesseranno diversi ruoli e sono previsti sia nella divisione delle vetture con motori termici, sia in quella delle elettriche; oltre all’eliminazione di posti di lavoro, sono previsti la revisione e la semplificazione dell’organizzazione aziendale. La dirigenza ha aggiunto che si prenderà cura delle persone licenziate con benefit e con “un aiuto significativo a trovare nuove opportunità di carriera”.

Il caso Europa. L’annuncio arriva dopo la decisione di chiudere la fabbrica tedesca di Saarlouis, consacrata alla produzione della Focus, alla quale Quattroruote ha dedicato un ampio reportage, pubblicato nel numero di agosto della rivista. La cosa comporterà, nel 2025, la perdita di altri 4.600 posti di lavoro in Germania, senza contare quelli legati all’indotto. Una scelta dettata dalla volontà di privilegiare, per la produzione della prossima generazione di auto elettriche, lo stabilimento spagnolo di Valencia, per il quale erano previsti investimenti importanti, ora rimandati alla luce delle più recenti "previsioni riviste per l'Europa". La Ford ha dichiarato che per il momento non sono previsti tagli di posti di lavoro a Valencia, aggiungendo però che, in prospettiva, sarà necessaria una revisioni degli organici dovuta al fatto che le auto elettriche richiedono meno tempo per il loro assemblaggio. Il governo spagnolo ha comunque ribadito il proprio impegno a sostenere gli investimenti attuali e futuri nel Paese della Ford, che nel maggio scorso ha chiesto contributi per 106 milioni di euro, nel quadro del recovery plan post-pandemico della UE.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ford - L'Ovale blu licenzia 3 mila dipendenti

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it