Industria e Finanza

Gruppo Hyundai
All-in su software e nuove piattaforme elettriche

Gruppo Hyundai
All-in su software e nuove piattaforme elettriche
Chiudi

Anche il gruppo Hyundai scommette su una nuova era della mobilità plasmata dalle tecnologie informatiche. Il costruttore coreano, infatti, ha stanziato oltre 13 miliardi di euro per sostenere una nuova strategia globale volta a trasformare tutti i suoi prodotti in "Software Defined Vehicles" entro il 2025. In tal modo, secondo quanto affermato dal responsabile R&S, Chung Kook Park, Hyundai "ridefinirà completamente il concetto di automobile e assumerà un ruolo guida in un'era di mobilità mai sperimentata prima. Veicoli visionari, dotati della capacità di evolversi attraverso il software, consentirà ai clienti di aggiornare funzionalità e tecnologie anche molto tempo dopo l’acquisto".

Aggiornamenti continui. In particolare, già dall’anno prossimo tutte le auto di nuova produzione saranno attrezzate per ricevere aggiornamenti software OTA (Over-The-Air): entro il 2025 tutti i veicoli, sia elettrici che termici, riceveranno update per funzioni quali sicurezza, confort, connettività e prestazioni di guida. Nel giro di due anni, il gruppo coreano conta di avere almeno 20 milioni di conducenti registrati alla propria piattaforma e in grado di rappresentare, grazie ai dati raccolti, la base per lo sviluppo di un crescente numero di servizi personalizzati. A tal fine sarà realizzato un nuovo Global Software Center con l’obiettivo di rafforzare le competenze in ambito informatico e quindi di accelerare lo sviluppo dei Software Defined Vehicles.

Nuove piattaforme. Fulcro della trasformazione sarà l’integrazione dei software con le architetture hardware. Entro il 2024, il gruppo coreano introdurrà i primi modelli basati su due nuove piattaforme elettriche (eM ed eS), realizzate a loro volta nel quadro del sistema IMA (Integrated Modular Architecture). La eM, sviluppata specificamente per i veicoli elettrici di tutti i segmenti, fornirà un miglioramento del 50% dell'autonomia e supporterà tecnologie di guida autonoma di livello 3 o superiore e le funzionalità di aggiornamento. La eS sarà dedicata esclusivamente ai Purpose Built Vehicles (PBV), con una struttura completamente flessibile per soddisfare le richieste B2B e fornire soluzioni su misura per le aziende che operano nei settori delle consegne, della logistica e del ride hailing. Secondo Paul Choo, responsabile Electronics & Infotainment Development Center, le nuove piattaforme "si stanno evolvendo nell’ambito dell’Integrated Modular Architecture di Hyundai Motor Group, che porterà a un’ulteriore standardizzazione e modularizzazione dei componenti principali dei veicoli elettrici, come batterie e motori, offrendo vantaggi in settori anche oltre ai veicoli elettrici".

Sistema operativo con Nvidia. Un ulteriore ambito di particolare importanza nelle strategie del costruttore coreano è rappresentato da un nuovo sistema operativo per auto connesse (Connected Car Operating System - CCOS), che sarà sviluppato in collaborazione con una delle maggiori realtà dell’high-tech statunitense. Hyundai, infatti, sta lavorando con la multinazionale Nvidia per lo sviluppo di un sistema operativo basato su Nvidia Drive, in grado di supportare le tecnologie necessarie per analizzare ed elaborare i dati in modo ultra-rapido e, quindi, di abilitare dispositivi avanzati di guida assitita e autonoma.  

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Gruppo Hyundai - All-in su software e nuove piattaforme elettriche

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it