Industria e Finanza

Renault
Con Airbus per progetti di ricerca nel campo delle batterie

Renault
Con Airbus per progetti di ricerca nel campo delle batterie
Chiudi

Airbus, la principale azienda aeronautica europea, si aggiunge al sempre più lungo elenco di partner tecnologici del gruppo Renault. Le due aziende hanno sottoscritto un accordo di ricerca e sviluppo per "rafforzare trasversalità e sinergie e rispondere" ai rispettivi fabbisogni di elettrificazione. La partnership, che consentirà ad Airbus di portare a maturazione le tecnologie per i futuri aerei ibridi-elettrici, porterà i team di ingegneri delle due realtà a unire le forze nel campo delle tecnologie per lo stoccaggio dell’energia, uno dei principali ostacoli all’autonomia dei veicoli elettrici.

Focus sulle batterie. Dunque, le due aziende collaboreranno su dispositivi per l’ottimizzazione della gestione energetica e la riduzione del peso delle batterie e studieranno le migliori opzioni per raddoppiare la densità energetica degli accumulatori entro il 2030, passando dalle attuali celle chimiche (ioni di litio avanzati) a unità completamente allo stato solido. La collaborazione si concentrerà anche sul ciclo di vita completo delle future batterie (dalla produzione al riciclo). "Per la prima volta, due leader europei provenienti da settori diversi condividono le conoscenze tecniche per forgiare il futuro degli aerei ibridi-elettrici", afferma Gilles Le Borgne, Direttore Ingegneria del Gruppo Renault. "I nostri team di ingegneri si confrontano con quelli di Airbus per far convergere tecnologie trasversali che consentiranno di far funzionare gli aerei ibridi, ma anche di sviluppare i veicoli del futuro". "Questa partnership intersettoriale con il Gruppo Renault – aggiunge Sabine Klauke, responsabile ingegneria di Airbus - ci aiuterà a far emergere la prossima generazione di batterie nella roadmap dell’elettrificazione di Airbus. Raggiungere l’obiettivo zero emissioni nette di carbonio entro il 2050 è una sfida unica che richiede collaborazione tra i vari settori, a partire da oggi. Associando l’esperienza del Gruppo Renault nel settore dei veicoli elettrici con i risultati che noi stessi abbiamo ottenuto con i dimostratori di volo elettrici, potremo accelerare lo sviluppo delle tecnologie rivoluzionarie necessarie per le architetture dei futuri aerei ibridi del 2030 e oltre".   

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Renault - Con Airbus per progetti di ricerca nel campo delle batterie

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it