Industria e Finanza

Componentistica

Se l'automotive cinese diventa un'opportunità

Il punto di vista dei fornitori di qualità italiani, che vedono nell’espansione delle Case del Dragone una possibilità ulteriore di business

di Emilio Deleidi |

In questo articolo

  • Un’industria che produce oltre 20 milioni di auto l’anno come quella cinese può costituire un’opportunità importante per ampliare l'attività dei fornitori.
  • Gli esempi di aziende con base in Italia che già forniscono componenti di qualità ai costruttori cinesi: Johnson Electric, Pirelli, VHIT (gruppo Bosch).
  • Le esigenze del mercato locale e le possibilità di sviluppo offerte dalla crescente diffusione delle auto elettriche, favorita da Pechino.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser