Industria e Finanza

Litio

L'Italia e il suo oro bianco

Il nostro sottosuolo contiene enormi riserve dell’elemento chimico fondamentale per la transizione ecologica. E i progetti per estrarlo non mancano. Gli ostacoli da superare, però, non sono pochi. Paradossalmente, la sindrome Nimby è solo l’ultimo dei problemi

di Rosario Murgida |

L’Italia è ancora oggi uno dei Paesi più industrializzati al mondo, nonostante la desertificazione avvenuta in numerosi comparti manifatturieri. E lo è grazie a un tessuto manifatturiero capace di superare non pochi ostacoli, tra cui l'assenza di materie prime o, quantomeno, la scarsa capacità di sfruttamento e valorizzazione delle risorse del sottosuolo. Emblematici i casi del gas del Mar Adriatico e del petrolio della Val d’Agri, mai diventato una fonte di ricchezza e prosperità per la Basilicata. Gli stessi problemi potrebbero ora interessare diversi elementi chimici fondamentali per la transizione ecologica (non solo del settore automobilistico). Il litio è uno di questi e...

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser