In un momento in cui l'industria automobilistica argentina sta risentendo pesantemente della difficile situazione economica del Paese, riveste ancora più importanza l'accordo tra l'unità locale di Fiat e la provincia di Cordoba per aumentare progressivamente la produzione di motori nella fabbrica di Ferreyra.

Con un investimento abbastanza contenuto (l'equivalente di circa 8,8 milioni di euro), Fiat Argentina conta di creare mille nuovi posti di lavoro ed assemblare in cinque anni 350 mila propulsori, destinati a essere esportati in Brasile, Europa e Africa per un controvalore di oltre 550 milioni di euro.

A firmare l'intesa, il presidente di Fiat Argentina, Cristiano Rattazzi, il direttore generale Franco Ciranni e il governatore della provincia di Cordoba, José Manuel de la Sota.