Industria e Finanza

Marchionne a Trento
"Lancia senza valore all'estero, resterà in Italia"

Marchionne a Trento
"Lancia senza valore all'estero, resterà in Italia"
Chiudi

L'impegno per l'Alfa Romeo, con i 5 miliardi di investimenti in cinque anni che sosterranno il rilancio fino al 2018 e oltre. E l'ennesima doccia fredda per Lancia, marchio "senza alcun valore sul mercato internazionale", destinato a restare confinato in Italia. Sono le due conferme arrivate ieri dall'ad del Gruppo FCA Sergio Marchionne, ospite del Festival dell'Economia di Trento.

A tutta Alfa. Intervistato dal direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano, Marchionne (che proprio ieri ha celebrato i dieci anni in Fiat) ha ribadito tutta l'attenzione del Gruppo nei confronti del Biscione, la cui produzione resterà appannaggio del Belpaese almeno fino al 2018, "rioccupando tutta la forza lavoro". Secondo l'ad, il primo prototipo - su cui lavoreranno "in segreto" 600 ingegneri - sarà pronto "entro il terzo trimestre dell'anno prossimo". Stavolta, però, non si ripeteranno gli "errori" del passato quando il marchio è stato "resto sempre più simile a Fiat". Intanto, non è escluso che l'Alfa possa produrre "anche all'estero", ma solo dopo il fatidico 2018.

Lancia al palo. Per Marchionne, pare non esserci partita. "La Lancia non ha storia né in Europa né negli Usa – ha ribadito l'ad – non ha nessun valore sul mercato internazionale. Abbiamo provato in tutti i modi, ma non c'è speranza, la Lancia avrà una contrazione di produzione e resterà nel mercato italiano. Mi spiace ma in tempo di crisi bisogna fare delle scelte». Per il marchio che ha dato la luce a Stratos, Fulvia, Delta ("ho un'HF integrale, la migliore di tutte", assicura l'ad) il futuro sembra persino più nero del previsto: «Senza investire miliardi non riusciamo a darle credibilità che le restituisca sopravvivenza». Se non è il canto del cigno, poco ci manca.

Gli Usa e i tedeschi. Marchionne ha infine confermato che la quotazione a New York dovrebbe avvenire "entro quest'anno", auspicabilmente il 1° ottobre. Ancora una volta, il salvataggio di Chrysler e gli Usa sono visti come la chiave di volta delle strategie presenti e future, anche per Alfa: «Ho bisogno della cassa americana per finanziare l'attività europea", ha puntualizzato l'ad. E alla fine, c'è anche spazio per la rivalità con i tedeschi: "La loro concorrenza sta diventando spietata, anche se alla Fiat ora tutto questo non importa più poiché il nostro gruppo non dipende più dall'Europa. Pensate a tutti i modelli Bmw e pensate anche che tra cinque anni ci sarà una sorella Alfa che li batterà". D.C.

COMMENTI

  • In questo mondo tutto ha un inizio e una fine. Anche marchi come Saab, Rover, MG sono scomparsi. Se un marchio diventa un ramo secco è giusto toglierlo per non assorbire risorse ai prodotti remunerativi. Muore un marchio e ne nascono di nuovi, e, questo in tutti i settori. La Lancia ha fatto ottime auto ma ora il suo tempo è passato.
  • Sono perplesso…e non condivido il pensiero secondo il quale la Lancia non ha valore come marchio. Credo sia una dichiarazione che non rispecchi la realtà…storica appunto Lo stesso A.D. di FCA è contradditorio... Se è vero che la Lancia, come marchio e tradizione non ha valore in Europa e USA, perché ha deciso di possedere un HF integrale…se non vale niente e non rappresenta niente…e visto che ha vissuto praticamente solo all’estero Facendo un discorso ancora più banale che riguarda le nuove generazioni, perché nei giochi più venduti della Playstation il marchio Lancia è sempre presente con Delta HF e Stratos…come mostri sacri nelle competizioni da rally. Riporto pertanto questo commento da preso da “all guida” : “Forse Marchionne, il leader del Gruppo, non si ricorda degli esordi e dei grandi successi delle vetture Lancia nei rally e nelle competizioni mondiali che le hanno viste protagoniste. Se citiamo i nomi non sarà difficile l’associazione alla vettura in questione: parliamo infatti delle Beta Montecarlo, Aurelia, Fulvia, Strato’s, Delta Integrale HF, Delta S4 e tante altre. Non che Lancia quindi sia conosciuta quasi solo ed esclusivamente per il proprio marcato simbolo di eleganza e lusso, anzi! La Lancia corse nel mondiale Rally dal 1970 al 1993. Il debutto avvenne con una Fulvia 1.6 Coupé HF arrivando al terzo posto finale. Il primo trionfo arrivò nel Mondiale 1972 con alla guida Sandro Munari. L’ingresso nella leggenda arrivò nel 1973 quando la casa torinese decise di realizzare un’auto da corsa da usare solo nei rally, ovvero la Strato’s conosciuta anche come l’ammazzarally che verrà omologata nell’ottobre del 1974 riuscendo a vincere le ultime tre gare della stagione conquistando l’iride. Capitolo a parte lo fa la amatissima 037 che ne determina nel giro di poco un nuovo trionfo nel mondiale costruttori nel 1983. L’autovettura era dotata di 4 cilindri, 16 valvole, sovralimentati con volumex e la carrozzeria in vetroresina firmata Pininfarina: sostanzialmente l’ultima vettura a due ruote motrici a vincere un Campionato Mondiale Rally. A tale vettura si sostituì poi la Delta S4, prima vettura da rally del gruppo Fiat a trazione integrale e dotata di un propulsore a doppia sovralimentazione modulare. Sarà poi la tragica morte di Toivonen in Corsica avvenuta nel 1986 a far direttamente uscire dagli scenari la S4 sostituita a breve dalla Delta HF.” Con la Lancia Delta HF sembra proprio iniziare una vera e propria leggenda: si parla di numeri da guinnes. Sei sono i mondiali consecutivi piloti e cinque quelli costruttori che portarono il bottino totale di Lancia a undici titoli marche, sei mondiali piloti e undici europei piloti. Si tratta del marchio più vincente della storia dei rally.” Abbiamo un marchio simbolo nelle competizioni dei rally che ha lasciato il segno ed ancora di più dei marchi nei marchi: Delta, Stratos, Lancia Rally 037 E’ quello il Dna che bisognava esaltare… Semplicemente non lo si è voluto fare…altro che marketing!!! Semplicemente ai vertici FCA sta più simpatica l’Alfa e l’hanno favorita. Non è assolutamente vero che in Europa non conoscano la le lancia come rally, altro che Subaru o Mithubishi… Se l’avessero venduta ai marchi tedeschi, prima di ucciderla definitivamente rimarchiando i modelli Crysler ( validi senza ombra di dubbio, ma…), a quest’ora godrebbe del medesimo rispetto e popolarità e vendite della Lamborghini.
  • La Lancia non ha valore oramai neanche in Italia. Quanto a contrattura é difficile contrarre piú di cosí un qualcosa che oggi é zero. Per l'alfa romeo vogliamo.....vedere decideremo noi poi se batterá la BMW oppure no. Per ora su una cosa l'Alfa la BMW l'ha giá battuta....... Il tempo che ci stanno mettendo a partorire un nuovo modello. Vogliamo vedere guidare e conoscere ne avete parlato giá troppo e fino ad oggi non avete prodotto nulla. Un gruppo che ha vari marchi dei quali i 3 commerciali, in tutto hanno una decina di modelli....... Che dire.......
  • La Lancia non ha valore oramai neanche in Italia. Quanto a contrattura é difficile contrarre piú di cosí un qualcosa che oggi é zero. Per l'alfa romeo vogliamo.....vedere decideremo noi poi se batterá la BMW oppure no. Per ora su una cosa l'Alfa la BMW l'ha giá battuta....... Il tempo che ci stanno mettendo a partorire un nuovo modello. Vogliamo vedere guidare e conoscere ne avete parlato giá troppo e fino ad oggi non avete prodotto nulla. Un gruppo che ha vari marchi dei quali i 3 commerciali, in tutto hanno una decina di modelli....... Che dire.......
  • Quanti commenti inutili fatti da grandi presunti scienziati del mercato dell'auto. M. i risultati li ha ottenuti ed è giustamente considerato un grande manager (non solo un economista esperto di finanza). Spendere ora per rilanciare anche Lancia sarebbe stata una follia!!! Se Alfa decollerà, come speriamo in molti, anche Lancia, in futuro, potrà decollare (infatti ci saranno a disposizione pianali e motori Alfa, tutta roba premium e basterà ricarrozzare opportunamente come fanno con successo in VW. Per il momento, Lancia non deve morire ma restare in attesa.
  • Signori, ma li avete letti i dati delle immatricolazioni di maggio in italia? qui non si tratta di capire di tecnica automobilistica o di sventolare un prestigio di lancia che risale a 40 anni fa, qui si tratta di leggere dei numeri. in un mercato che ha perso oltre il 3% il gruppo fiat ha perso più del mercato con Lancia e Alfa Romeo che nei primi 5 mesi dell'anno hanno venduto meno di 40.000 auto. con questa tendenza e senza nuove vetture da lanciare almeno fino alla fine del 2016 per alfa e probabilmente nessuno per lancia per sempre, i numeri scenderanno inevitabilmente a dimensioni omeopatiche. senza poi citare il fatto che gran parte delle auto sono delle finte immatricolazioni a km zero o vendite a margine negativo a flotte. noi siamo qui a disquisire di duetto, alfetta e di lancia di cui si ricordano solo i nostalgici, quando appare chiaro che all'estero i marchi fiat (escluso jeep e maserati) non se li fila nessuno. era chiaro che le promesse di marchionne non potevano essere mantenute per alfa e infatti ha già spostato in avanti la metà come fatto peraltro nel passato. per fare quello che ha annunciato marchionne ci vogliono 10 anni e soprattutto ci vogliono molti più soldi. è vero che marchionne ha salvato la fiat nel 2005, ma una domanda sorge spontanea: non è che ha fatto il passo più lungo della gamba?
  • Purtroppo ha ragione Marchionne, la Lancia non ha più mercato, è destinata a morire. Ma del resto penso ciò anche per Alfa, e su lungo periodo ho paura per Fiat in italia. In Italia non ci sono più le condizioni per produrre auto, o meglio per fare industria. Lo spostamento del "cervello" di Fiat all'estero è un indicatore di come finirà, Fiat rimarrà come marchio ma non credo come produzione purtroppo. Non illudiamoci, non si sono le condizioni politico/economiche per investire in Italia, non è questione di colore politico, ma di politiche economiche generali ed in particolare europee. marchionne sta solo indorando la pillola.
  • Siamo sicuri che Lancia all' estero non tiri niente? Io in Inghilterra conosco molti estimatori di questo marchio, che non aspettano altro che un' auto che rispecchi la personalità Lancia. E ho detto tutto!
  • Marchionne apri gli occhi! C'e' spazzio per una Abarth- "Lancia Integrale" su base Giorgio! Non ha futuro come marchio ma ne ha un grandissimo come modello del marchio Abarth.
  • Ma il sig. Marchionne prima di dire certe corbellerie spesso si dimentica di collegare il cervello alla lingua. Dire che la Lancia non ha futuro si ricordi che è stato un mito italiano, certo che se come oggi spaccia americanate per prodotti Lancia il mercato si dimentica del marchio, si VERGOGNI detto sig. e se ha un minimo di coerenza vada a quel paese(e non voglio essere scurrile) tutto il gruppo è stato portato all'estero, ma l'Avvocato cosa aspetta a fulminarlo una volta per sempre e mandarlo VIA. Saluti
  • Marchionne sta parlando di Lancia come se era un oggetto estraneo con cui è appena venuto a conoscenza. Mi sembra strano che uno che è stato responsabile, tra altri, proprio del marchio Lancia negli ultimi 10 anni parli così. Caro Sergio, se Lancia non ha appeal come dici tu, è proprio colpa tua ormai ! E' attitudine responsabile di cercare di capire le ragioni della sconfitta su questo terreno, per non smarrire altri gioielli di casa.
  • non credo che si sia fatto di tutto... purtroppo è sempre stata data la precedenza ad Alfa Romeo, quando è stata creata l'alfa 156 e 147 in Lancia che facevano? Spero che quando porteranno l'Alfa dove volevano, si concentrino su Lancia.
  • Ho seguito con attenzione tutto l'intervento di Marchionne ( c'è un filmato da 1h40' in rete) compreso i due minuti scarsi dedicati a Lancia rispondendo ad un signore attempato che parlava da un palco: direi che tutto quello che ha detto non fa una grinza perché, è appena il caso di ribadirlo, visto che in tanti continuano a fare i conti senza l'oste, che in tempi di crisi [avendo fondi limitati da investire] si sono concentrati sul marchio che secondo loro ( e sono d'accordo) ha 'più speranze di sopravvivenza' e che 'AR batterebbe Lancia 10 a 0' da quel punto di vista. Poi magari nel 2018 qualora il piano AR desse i frutti sperati ci potrebbe essere spazio pure per Lancia, atteso che SM ha confermato che il muletto della prossima AR da lui provato avanti ieri avrà un futuro oltremanica 'depotenziato' .
     Leggi le risposte
  • Perfettamente daccordo con Peer Peter!! Hai ragione di esprimerTi cosi' M@rco dal Belgio
  • Ma come si fa a dire che la Lancia non ha storia, ma si è mai letto caro Marchionne tutte le novità che il marchio in oltre 100 anni di storia ha apportato all'evoluzione dell'auto, spesso in grande anticipo sulla concorrenza. Non sto qui a fare l'elenco, ma le rivoluzioni nate in casa Lancia sono state davvero tante, poi COPIATE da tutte le altre. Le Lancia erano grandi automobili, quando le osannate audi nemmeno esistevano, poi ci ha pensato lo stato italiano ed errate scelte del marketing a ridurla così.
  • Chiedo scusa per l'intervento di prima ma non ho resisito dal fare una battuta, probabilmente molto stupida ma prendetelo come uno sfogo. Vivo in un paesino a metà strada tra la Ducati e la Lamborghini e quindi capirete che il mio amore per il "made in Italy" ha preso due sonore sberle teutoniche, ma capisco bene che le sberle peggiori le ho prese proprio da coloro che il "made in Italy" dovevano difenderlo : giudicare INDEGNE le precedenti gestioni di Fiat/Alfa/Lancia è fare loro un bel complimento; un detto contadino (insegnatomi da mia madre che ha quelle origini) insegna che "c'è il periodo durante il quale BISOGNA mettere il fieno in cascina sennò poi lo si rimpiangerà quando il raccolto non si potrà più fare"; chi ha gestito Fiat in passato il fieno se lo è proprio mangiato e temo che ora il gap accumulato sarà molto difficile da recuperare. Il passato è passato e con la storia si riempiono i libri e si alimenta la nostalgia degli appassionati. Ho letto prima di chi scriveva dei primati tecnici delle Lancia (scocca portante, sospensioni indipendenti,motori a V stretto,ecc.), ma vi rendete conto quanti anni sono passati da allora ? Ho 39 anni e fin da ragazo andavo in giro per i concessionari di auto; ridevo davanti alle Skoda Favorit in esposizione mentre oggi guardo con interesse alla nuova Rapid e considero la Roomster migliore del mio Qubo; ricordo bene le prime Audi 80-90-100 e vedo che bei "ferri" costruiscono ora (il mio precedente riferimento alla RS6 Avant era una evidente provocazione). Non voglio parlare più del passato (è inutile) ma voglio guardare al futuro : credere a Marchionne ? NON CREDO A TUTTO CIO' CHE DICE ma in cuor mio spero che qualcosa migliori. Secondo me qualcosa si sta muovendo nel verso giusto; non dimentichiamo che con la Punto 2^ serie Abarth era solo il nome di un kit estetico (senza neanche un cavallo in più...) e addirittura c'era la Fiat Seicento Michael Schumacher !!!
  • Qualcuno ha scritto che la Lancia in passato ha fatto figuracce per la ruggine ma dimentica che a quell'epoca era già passata alla Fiat.La Fulvia del 64 di mio padre era solida come una roccia,mentre la successiva Beta era un trionfo di plastica mal assemblata;vogliamo parlare dell'Alfa sud dello stesso periodo e delle coppie galvaniche che le facevano perforare le lamiere?.qualcun'altro dimentica che già Gianni Agnelli negli anni 90 dichiarò che la famiglia aveva perso interesse nel settore auto.Qualcuno non conosce questo detto latino che calza a perfezione:"Quos vult perdere Juppiter dementat prius";nel senso che la Fiat ha fatto di tutto negli anni per rendere le Lancia "inefficaci"sul mercato e ora gliene accolla la colpa facendola sparire.Non c'è che dire.
  • Basta con tutti questi penosi fiattari che difendono Marchionne ! Le auto tedesche sono TUTTE migliori delle italiane, questa è la verità !!! Comprate tedesco !!! Infatti io ho comprato un Fiat Qubo ma mi sono pentito perchè mi sono accorto che l' Audi RS6 Avant è migliore, più potente, più veloce e anche (non ci crederete mai !) meglio rifinita. Costa appena un pochino di più ma volete mettere il bello di avere un' Audi in garage. Viva i tedeschi !!!
  • Però per gli appassionati all'estero non è che la Lancia sia dimenticata,in fondo ha creato la struttura portante,non è poco poi è stata una macchina anche conosciuta per il lusso che aveva,e le soluzioni motoristiche d'avanguardia,è un Marchio di grande prestigio che và rivalutato!
  • Se fai macchine uguali agli altri ormai non so quanto puoi sperare di fare breccia....vedremo ste nuove volvo vista oggi con interni perfetti con caratterizzazione zero. Che ti piaccia o no (so che la cosa ti da fastidio) un DNA italiano nelle auto un pò è rimasto, se non si parte da quello non faranno mai nulla, poi qui si parla di 400.000 auto non 10.000 a6 al mese per la sola cina o 2.000.000 di auto l'anno. Già partire da un nuovo tp e da un v6 tutto nuovo progettato con ferrari può essere un buon inizio, ovvio ci vuole mooolto altro come dico prima cose che anche ora fiat-jeep dimostra di non avere...ripeto i prezzi del cherokee eu ne sono l'esempio più inquitante. La coerenza nel giudicare una scelta appartiene solo alla categoria dei troll come te,vin e np....ossia tutto quello che fa o dice il canadese (come all'opposto piech o ghosn) o fa schifo o è ottimo.
  • Secondo me il problema è che la Lancia non la vogliono rilanciare! E' chiaro che finchè metteranno sul mercato una Lancia che è praticamente un carrozzone americano con lo stemma diverso la vedo ben dura !!! Un esempio è L'Audi fino a 15/20 anni fa non era messa tanto bene invece ora è uno dei marchi premium più importanti.
  • Nessuno spera niente. la tua solita cazzata quando non sai cosa dire. tu non sei un troll sei solo un povero incoerente che dice che marchionne e' un caccia balle e poi due righe sotto se la prende con chi non ci crede. io non ci credo al rilancio alfa coi fichi secchi. ti ripeto perche alfa arrivi a lambire i livelli di bmw o audi o mb o lexus deve investire massicciamente in qualita che il gap e' enorme. se puntano ancora su questo presunto dna italiano come unico elemento distintivo sbagliabo alla grandissima... poi oooooohhh la madoonna maserati ha segnato una strada!!!! sparala piu grossa di che ha rivoluzionato il mondo dell'auto gia' che ci sei. un anno di buone ottime vendite e gia' tutti si riempiono la bocca di maserati....mamma mia chi eE' il trollone?
     Leggi le risposte
  • Eh mor si si c'e' chi guarda le finiture e chi altro. cosa non si sa...pero' possiamo provare a daergli quapche definizione astratta e totalmente soggettiva e intangibile tipo stile italiano (la 500 living ha stile italiano? la delta? boh) oppure piacere di guida. io ho guidato golf e giulietta e le uniche differenze che ho trovato sono i rumori ad ogni scossone della giulietta nessunissimo piacere. comunque sai qual'e' la zuppa a parte le opinioni personali? che quelli che badano alle cose tangibili tipo qualita e dotazioni tecnologiche paiono essere la stragrande maggioranza visti i volumi di vendita dei tuoi amati capolavori di stile e handling e quanto vendono gli altri perfino con marchi schifati fino a ieri come skoda e dacia. scommetto che in gruppi seri e pieni di utili come vag toyota o altri perfino col marchio trabant in pochi anni venderebbero piu di lancia e alfa messe assieme....
     Leggi le risposte
  • head display sono più di 10 anni che è in giro, tipo altri sistemi di "più o meno" assistenza alla guida li montano auto americane o francesi....ma vengono giudicati quasi indispensbili solo ora quando con anni di ritardo li offrone quasi sempre in opt a caro prezzo le tedesche. C'è chi guarda all'handiling chi a finiture manianacali....ovvio che 40-50.000 persone l'anno che sorvolona su alcune finiture non eccellenti e sulle non diavolerie elettroniche per predendersi un'auto nata con un approccio diverso maserati ne trovi, 400.000 per prendersi un'alfa (a pari prezzi tedesche) non so...ma è una sfida che bisogna fare....anche se qui molti NON vogliono che si faccia questo tentativo.
  • Qualcuno ricordi a Marchionne che la Lancia veniva offerta con guida a destra .
  • Ma scusate andate a leggere il pacchetto di gadget per sicurezza e comodita di guida della passat. andate ad ammirare una lexus is andate a guardare quanto investe volvo in sistemi di guida viabilita... e poi guardate il gruppo fca che si ripropone con la cazzata del made in italy p*handling la traz. posteriore.... pure bmw si sta convertendo all' anteriore/integrale. ne nostro traffico e sulle strade del 2020 non c' spazio e modo di fare i tamarri sulle alfa gtv. non gliene frega niente a nessuno dell handlinh ma di avere un infotainment si e di avere n oggetto preciso solido appagante non un concentrato di plasticacce. volete un esempio minuscolo? prendete in mano una maniglia fiat. mito giulietta cinquecento hanno tutte un gioco di 45 mm. fate lo stesso con una golf (non dico lexus pwrche sono rare). ecco questa cura del dettaglio fa la differenza non p/handling o la presunta sportivita (sempre o quasi con motori meno potenti del top della concorrenz) ma con la cura dei dettagli e la totazione tecnologica in tema di comfort e sicurezza. ma un head up display su una giulia? saranno cavlate ma la gente compra anche queste cos, non ll'handling che anche se fosse vero che e' superiore nssuno e' in grado di valutarlo e tantomeno poterlo apprezzare in condiziobi normali di traffico.
  • ho letto i commenti ed una cosa è certa.......più o meno tutti concordano che la gestione Marchionne ad oggi praticamente ha molte lacune.....capannoni segreti.....dichiarazioni poco opportune....lancia è morta ..sarà vero non lo sarà....staranno sbagliando tutto.....elkann sugli yatch che distruggono la cultura e l'economia italiana....chi lo sa, ognuno può avere le sue opinioni legittime(ma non additabili nè di verità nè di falsita); dall'altro vi sono dei dati oggettivi, reali, inconfutabili....... 1 MArchionne sarà l'ultimo dei dementi(vedi anche dichiarazioni apparentemente poco furbe) ma ha salvato la fiat e di fiat si puo parlare solo grazie a lui. 2 il fatto che la fiat fosse da salvare deriva da una gestione che risale almeno a 30anni fa di uniformare alfa e lancia a fiat con un generale impoverimento di esse e perdita di passo nei confronti della concorrenza tedesca premium e da una gestione dell'azienda semistatale che ha portato a costi enormi(oltre a i già spropositati costi italiani) che hanno influito certamente sulla qualità dei prodotti; questo anche in risposta a Leo che critica i rampolli(forse anche giustamente) ma dimentica i padri che hanno portato al "disastro" sopra descritto. 3 nonostante l'evidente deriva dei prodotti(addirittura con l'eliminazione di molti di essi) oggi grazie a Marchionne qualche speranza si può aprire per il gruppo fiat, se non per il fatto che di maserati si è detto e anche fatto e si auspica analogamente per gli altri marchi 4 per quanto già detto lancia è stata sputt..ta(da 30 anni a questa parte)...farla rinascere come si cerca di fare con alfa è di certo piu difficile che con alfa...duque visto la situazione molto pesante a livello generale dello stato dei marchi bisogna fare delle scelte; sono state fatte, bisogna attendere i risultati.....se saranno positivo ci sarà sempre il tempo anche per lancia.
     Leggi le risposte
  • Poi caro troll ciarlatabo leinvettive sono piu o meno quelle tra l'altro veramente stupide che panci tu contro qualsiasi cosa riguardi vag. quello che ho ben sottolineato e' che per un marchio in perdita qui citato dai fiattari prezzolati come te ce ne sono almeno cinque che vanno a gonfie vele. quindi il problema non e' il machio in piu* ma chi lo gestisce. se sono tutti come te o emiliani e' chiaro il perche' non ci si riesca. se vaiin liguria o in piemonte a sciqre trovi sempre appartamenti arredati in modo micragnoso o tenuti malissimo dai piemontesi/liguri con mentalita ottusa e ristretta come la tua, quali pensano tanto affitto comunque. ecco questa mentalita sabauda d'antan nei ministeri fiat ha albergato da decenni e ancora alberga. peccato che gli italian si sono fatti furbi. forse fregate ancora qualche (pochi) riccone cinese o russo. poi vedrmo
  • Al troll ciarlatano rispondo xhe non mi ritengo un esperto di interni di pregio ma un normale acquirente di quelli di cui parla l'altro ciarlatano che come lui parla di supponenza. e un acquirente medio come me sale e prova una giulietta e poi sale e prova una lexus e compra la lexus che e' fatta non una ma dieci volte meglio. sui led alfa meglio cosi se lo spiffero era infondato
  • Alcuni club Lancia sparsi in giro per il mondo e soprattutto in USA... http://www.lanciamotorclub.co.uk/ http://www.lancisti.net/forum/showthread.php?2679-Lancia-Clubs-in-the-USA/page2 http://en.lanciaclub.net/country/united-states-of-america-60 http://www.lanciamotorclub.org/forum/ http://americanlanciaclub.com/
  • http://americanlanciaclub.com/ http://www.lanciamotorclub.org/forum/ http://www.viva-lancia.com/assocat/prnalc.htm http://www.lancisti.net/forum/showthread.php?2679-Lancia-Clubs-in-the-USA/page2 http://www.lanciamotorclub.co.uk/
  • Forse sarebbe il caso mettere al timone del gruppo qualcuno che ne capisca di auto e racconti meno balle. Era proprio Marchionne che diceva che Lancia e Chrysler avevano lo stesso dna, il risultato è stato solo uno: importare dei cassoni americani invendibili e un flop colossale con conseguente cancellazione della Lancia. La Lancia ha ha una grande storia riconosciuta in tutto il mondo e dire che è un marchio sconosciuto è mentire una volta di più e infangare la memoria di un marchio glorioso che apparitene al gruppo fca e non ai concorrenti. La Lancia potrebbe essere utilizzata per modelli innovativi, ibridi...ops scusate il gruppone è almeno 10 anni che non innova anzi cancella tutti i modelli. E' evidente che l'operato del pessimo a.d. non ha valorizzato nessun marchio italiano e ha messo una pietra tombale su storie automobilistiche prestigiose, oltre ad aver oggettivamente svuotato le fabbriche italiane di prodotti. . I risultati di tutti i piani mendaci del pessimo a.d canado-abruzzese sono solo macerie e auto cancellate. Bravo a fare il gioco delle tre carte finanziarie ma qualcuno,dovrebbe prima o poi accorgersi che intorno a lui e soprattutto in Italia ha lasciato solo macerie. Asserire che a livello di prodotto egli è un inetto sarebbe fare dei complimenti esagerati ed immeritati al suo triste operato.
     Leggi le risposte
  • L'unica cosa concreta è che stavolta ci stanno veramente lavorando a Modena queste nuove alfa con nuovo pianale tp e con motori al top di gamma che stanno progettando con ferrari.....se qualcuno non ci crede peggio per loro. Poi ovvio se non cambiano mentalità come assemblaggi, economie infime, prezzi folli e supponenti e rete carente....non siamo nel campo luxury maserati...dove numeri più bassi li fai anche con queste carenze. Poi c'è gente qui che tifa perchè vada male anche questa operazione peggio per loro ma anche per l'italia.
  • Per vendere un prodotto ci vogliono gli acquirenti? e questo sarebbe il pensiero? questa immane cazzata? emiliani taci tu per favore invece di proposrti come esperto (de che?). Per vendere un prodotto il prodotto deve essere appetibile. facile a dirsi un po meno a farsi. e che in questi hanni l'ha fatto peggio o non l'ha fatto proprio e basta gli acquirenti li ha persi per forza
  • Le famose voci da fonti sicure che gli esperti di interni pregio al solito a corto di serie invettive sparano a caso nei loro post hanno più o meno la stessa attendibilità (e, di fondo, la stessa ragione) dei presunti brogli alle recenti elezioni europee che qualcuno oggi tira fuori alla disperata... Consiglio ai soggetti di cui sopra la stessa soluzione di chi, appunto, ci è già passato: una sostanziosa scorta di Maalox per i tempi a venire...
  • E' irritante che vi siano interventi fondati sul niente o al massimo su una personale sensazione che non porta da nessuna parte, il fatto é irritante non per il contenuto dell'opinione ma per la supponenza di avere qualcosa da dire quando invece sarebbe meglio, molto meglio tacere. Per proporre un prodotto occorre che vi siano degli acquirenti, il resto non conta. Speriamo che chi deve capire si impegni in questo senso e ci eviti in appresso la solita solfa.
  • Non so se Marchionne fa giusto o meno, fatto sta che con prodotti simili non si va molto avanti. Ypsilon sta vendendo forse più di quanto sperato (malgrado sia bruttina e con qualità molto inferiore alla vecchia Y che possedevo), Delta è un ibrido che può piacere o no ma che ha un problema chiamato originalità (a me piace ma non la comprerei mai), oltre ad avere troppo in comune con Bravo. Le altre sono USA, quindi di Lancia hanno solo il badge sulla calandra. La soluzione di tenerla in vita solo in Italia è giusta, è l'unico mercato vero in cui Lancia vende. Finito il ciclo di Y però che si farà? Y oggi è la sorellina della 500 e riesce nel miracolo di non portarle via clienti, in futuro con 500 5p, 500 e Y che si farebbe? Questione piuttosto spinosa, si rischia di lasciare scoperto un settore che in EU comunque tira tanto. Fatto sta che però bisogna invertire la rotta, da ex cliente Fiat mi piacerebbe ritornare a guidare italiano in un futuro breve, oggi però non ritornerei mai a Fiat
     Leggi le risposte
  • Vendila la Lancia visto che non hai soldi per risanarla .....i tedeschi ci metto 5 secondi ....a fare una delta HF integrale e ributtarsi nei Rally....La y ha margini di ampliamento superiori alla panda !!!
  • Vin leo condivido tutte le tue repliche. la cosa che mi manda in bestia e' che qui la gente se la prenda con me o con te pwrche magari compriamo auto estere o con la fiom o con la politica agressiva dei tedeschi. con tutti tranne che con la famiglia agnelli elkann che non ci ha messo una oira di tasca propria e se ne srtabatte. investono solo dove vanno sul sicuro come fossero una banca. e ripeto non tirano fuori na lira di tasca propria. spendono solo parole per bocca del loro manager che deve dire tutto e il contrario di tutto anche a pochi mesi di distanza. ovvio che poi gli scappa qualche xxx come lancia non ha valore....
  • Che teneri i fiattari che subito tirano fuori infiniti....acura lexus nel premium dacia nel low cost skoda kia nei generalisti ... quanti successi eh? E noi che facciamo agonizzare lfa con due ciofeche in gamma prima del fantomatico e fantasmagorico rilancio e chiudiamo bottega su un marchio campione del mondo di formula uno e rallye...ma abbiate almeno il buon gusto di tacere. o di ammettere che questi non hanno un soldo bucato in tasca o zero capacita'
     Leggi le risposte
  • Sicuro che non fanno il restyling della mito. aspetta un attimo no? Ma la cosa poi rimane ridicola a parte i dettagli dei led. ma cosa avranno di tanto segreto da studiare 600 ing. faranno l'auto a bigne'?
  • Scusate ma altrove hanno attribuito a Marchionne questa frase, parlando della nuova giulia: " Il prototipo della nuova Alfa è pronto e si alzerà il velo nel terzo trimestre del 2015, anche prima del Salone di Francoforte". Voi dite invece che nel terzo trimestre sarà pronto il prototipo... cosa ha detto esattamente?
  • infiniti non ha ancora portato soldi a nissan, infatti 2 anni fa erano indecisi se rilanciarla (come faranno) o chiuderla del tutto. Fonti del tipo di torino odio-fiat sono sempre moooolto attendibili vedi un mese fa che diceva mito restyling 5pt...dopo una set han detto che non la faranno più. Poi led li ha da anni anche il grand cherokee magari si parlava di led matrix stile a8, cmq aldilà di questo particolare con la mentalità al risparmio che hanno è difficile fare premiumm da numero (quindi non luxuri stile maserati)....ancor più se le vuoi posizionare a prezzi più alti delle premiummm vedi cherokee in usa o la giulietta qv 2014 e non a prezzi di vw come è sempre stata alfa.
     Leggi le risposte